Serie A - Mezzogiorno al Barbera: Palermo e Sampdoria tra ultima spiaggia e conferme

La Sampdoria di Giampaolo arriva al Barbera forte di quattro risultati utili di fila. Il Cagliari ha messo fine alla striscia di tre vittorie di fila dei blucerchiati, che cercano conferme in casa di un Palermo che, come ha affermato Lopez in conferenza stampa, affronterà tutte finali, andando a caccia di una miracolosa salvezza.

Serie A - Mezzogiorno al Barbera: Palermo e Sampdoria tra ultima spiaggia e conferme
Serie A - Mezzogiorno al Barbera: Palermo e Sampdoria tra ultima spiaggia e conferme

Dopo aver conquistato quattro punti nelle sue prime due apparizioni sulla panchina del Palermo, le sconfitte contro Atalanta e Juventus hanno fatto fare un piccolo passo indietro, in classifica, ma non in termini di gioco e fiducia, alla squadra rosanero allenata da Diego Lopez. Tuttavia, il distacco da Bologna, Genoa ed Empoli è rimasto invariato e, consapevoli della sconfitta dei toscani ieri sera allo Stadium, i siculi si presentano quest'oggi al Barbera, all'appuntamento contro la Sampdoria, con rinnovate motivazioni di accorciare il distacco e di provare a vedere l'obiettivo salvezza sempre più vicino. 

Occasione da non perdere affatto, quindi, nonostante al cospetto ci sia una delle squadre più in forma del campionato, con il meno cinque dall'Empoli che rappresenterebbe per la truppa di Lopez un motivo di ulteriore spinta in vista del finale di campionato. Questione di motivazioni, di ambizioni: sebbene la Sampdoria non perda da quattro gare (tre successi contro Roma, Milan e Bologna, pari contro il Cagliari), la voglia di salvarsi dei rosa dovrebbe prevalere rispetto ad una Doria che arriva in Sicilia senza particolari ambizioni e velleità di classifica, se non quella di migliorarsi e guardare con fiducia alla prossima stagione. 

Ilija Nestorovski festeggia dopo il gol dell'andata - Foto Getty Images
Ilija Nestorovski festeggia dopo il gol dell'andata - Foto Getty Images

Il limbo nel quale si trova la formazione di Giampaolo potrebbe sì togliere molta pressione dalle spalle degli ospiti, ma anche rappresentare una leva per le ambizioni e le mire di salvezza dei siciliani padroni di casa. Lopez ha caricato ambiente e squadra in conferenza stampa, paragonando la gara di oggi - ed in generale tutte quelle che mancano da qui al termine - ad una finale. Vincere a tutti i costi, quindi, per Nestorovski e compagni, con il macedone che proverà a trascinare i suoi alla quarta vittoria stagionale. 

Le ultime dai campi

Lopez recupera Embalo, che tuttavia non dovrebbe partire dal primo minuto. In attacco, nel 4-3-3 del tecnico ex Cagliari, Balogh e Sallai ai lati del confermatissimo Nestorovski. Chochev e Bruno Henrique le due mezzali, con Jajalo playmaker davanti alla difesa composta da Rispoli ed Aleesami sulle fasce, Gonzalez ed Andjelkovic al centro. In porta Posavec. 

Minuto 95 della gara d'andata, Bruno Fernandes insacca il gol dell'1-1 - Foto LaPresse
Minuto 95 della gara d'andata, Bruno Fernandes insacca il gol dell'1-1 - Foto LaPresse

Risponde Giampaolo con il solito 4-3-1-2. Per il ruolo di rifinitore, alle spalle delle due punte che dovrebbero essere Muriel e Schick, in dubbio con Quagliarella, Bruno Fernandes sembra partire in vantaggio rispetto ad Alvarez. Da risolvere un dubbio anche in mediana, con Praet che insidia Djuricic, mentre Barreto e Cigarini sembrano certi delle altre due maglie da titolare. Pavlovic prende il posto di Regini a sinistra, con Berezynski sulla destra, Skriniar e Silvestre centrali davanti a Viviano. 

Le probabili formazioni 

Palermo (4-3-3): Posavec; Rispoli, González, Andjelkovic, Aleesami; Bruno Henrique, Jajalo, Chochev; Sallai, Nestorovski, Balogh. Allenatore: Diego López.

Sampdoria (4-3-1-2): - Viviano; Berezynski, Skriniar, Silvestre, Pavlovic; Barreto, Cigarini, Praet/Djuricic; Fernandes; Muriel, Quagliarella/Schick. Allenatore: Marco Giampaolo.


Share on Facebook