Cassano: "Vittoria merito della squadra. Il mio futuro è in Emilia"

Alla fine del match contro il Chievo, Cassano intervistato da 'Sky' ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione per la vittoria ottenuta contro i Clivensi. Il talento di Barivecchia si è detto poi molto contento per aver ritrovato la via del goal. Infine ha ribadito come il suo futuro sia in Emilia e non altrove.

Cassano: "Vittoria merito della squadra. Il mio futuro è in Emilia"
Cassano soddisfatto per il goal trovato contro il Chievo

Il Parma continua a stupire per l'ottimo campionato che sta disputando. La classifica parla chiaro, i ducali sono in piena zona Europa League e se continuerà questa serie di risultati positivi, perchè non sognare. Uno che potrebbe contribuire ad alimentare questo sogno è Antonio Cassano. Il barese già con la Sampdoria aveva addirittura raggiunto i preliminari di Champions League, quindi con la sua qualità in campo anche i tifosi ducali possono continuare a sperare.

Nella partita vinta oggi all'ultimo minuto con il Chievo, Fantantonio è stato forse il migliore in campo avendo segnato il goal del momentaneo pareggio e avendo fornito l'assist di tacco ad Alessandro Lucarelli per il goal vittoria. Al termine del match il talento barese è stato intervistato da 'Sky'. Nelle sue parole c'è tutta la soddisfazione per aver contribuito a portare a casa tre punti fondamentali: “Il merito non va a Cassano, ma alla squadra che ha fatto una grande gara, ma che soprattutto mi sopporta, in tutto e per tutto. Questa è una vittoria dedicata ai miei compagni, ma soprattutto alla gente di Parma. Li ho fatti un po’ arrabbiare, ma sono contento di aver dato loro una gioia”.

Cassano ha voluto poi chiarire quale sarà il suo futuro: “Io sono contentissimo. Adesso non voglio più parlare del mio futuro: il mio futuro è a Parma, sto bene a Parma e con la gente di Parma. Questa è una vittoria molto importante per noi ed io sono super contento”. Infine alla domanda su Prandelli Fantantonio risponde così: “Io non ho messaggi da mandare. Il problema è che io sono bravo a complicarmi sempre la vita: adesso va bene, poi mi ricomplico di nuovo la vita. Io devo pensare solo alla mia squadra e a far bene per la mia squadra. Ogni volta che faccio bene mi tocca mandare messaggi, ma io sono stanco di mandare messaggi… Adesso basta, devo pensare solo alla mia squadra, è l’unica cosa che conta”.

Parma FC