Amauri illude il Parma, Mati Fernandez inventa il 2-2 finale

Parma
2 2
Fiorentina
Parma: Mirante; Lucarelli, Paletta, Cassani; Biabiany (Palladino min.87), Gargano, Parolo, Marchionni (Munari min.80), Molinaro; Cassano (Schelotto min.82), Amauri
Fiorentina : Neto; Savic, G.Rodriguez, Diakité; Tomovic, Pizarro, Aquilani (Mati Fernandez min.78), Borja Valero, Cuadrado; Joaquin (Gomez min.59), Matri (Ilicic min.67)
SCORE: 1-0 min.40 Cassano, 1-1 min.41 Cuadrado, 2-1 min.51 Amauri, 2-2 min.85 Mati Fernandez
ARBITRO: Gervasoni (ITA) ammonisce Diakité (min.26), Molinaro (min.31), Tomovic (min.50), Pizarro (min.50), Gargano (min.56), Paletta (min.90), Savic (min.92) espelle Diakité (min.54), Munari (min.93), Borja Valero (min.93)
NOTE: Stadio Tardini di Parma, 25a giornata di Serie A, in campo Parma e Fiorentina

21.12 - Per questa sera è tutto. Johnathan Scaffardi e Vavel Italia vi ringraziano per aver seguito la partita in nostra compagnia. 

La Fiorentina sale a 45 punti in campionato, ma rischia di perdere ulteriore terreno dal Napoli, appena sceso in campo al San Paolo. Il Parma stacca il Torino, ma non aggancia il Verona, salito a quota 39 con la vittoria sul Livorno. 

Festival del gol e dei cartellini! Senza vinti ne vincitori, Parma - Fiorentina regala spettacolo e senza dubbio polemiche. Accade quasi tutto a inizio ripresa. Tomovic entra malamente su Biabiany e offre un penalty al Parma. Amauri non si fa pregare e indirizza la partita verso i padroni di casa. Il rosso a Diakité sembra chiudere ogni speranza ospite, ma la Fiorentina gioca a calcio, mentre il Parma via via arretra, concedendo campo. I cambi di Donadoni paiono profetici. Rinucia alle geometrie di Marchionni e al talento di Cassano. La sorte, con la complicità del piede fatato di Mati Fernandez, punisce i ducali. finisce 2-2, come all'andata. Stavolta a essere beffato è il Parma, che resta comunque imbattuto. Concitato finale con rossi a Munari e Borja Valero. Colpo pesante per Montella che nella prossima giornata dovrà rinunciare anche a Pizarro, diffidato e ammonito.    

94' -Termina al Tardini!! Sul rilancio viola arriva il triplice fischio! La Fiorentina si salva e impatta sul 2-2.

93' - Parapiglia incredibile!! Doppio rosso per Munari, da poco subentrato, e Borja Valero!! I due sono venuti a contatto prima che il Parma riuscisse a calciare la punizione assegnata!

92' - Slalom di Palladino e cartellino per Savic, che affronta a muso duro Gervasoni, ritenendo di non aver commesso nessuna irregolarità. 

90' - Iniziano i 4 minuti di recupero. Giallo per Paletta, che colpisce malamente il diretto avversario.

88' - Palladino! Imbeccato da Parolo, incorna di testa, appena entrato, ma non trova la porta!! A lasciare il posto a Palladino è stato Biabiany.

85' - GOOOLLLLLL!!! Mati Fernandez!!!!!!2-2!!! Questo è il calcio!! Mirante si accentra e viene punito sul suo palo, ma la parabola è perfetta!!! Palla che si insacca all'incrocio!! Meravigliosa esecuzione!! Punizione d'autore!

82' - Applausi per Antonio Cassano. Dentro Schelotto, giunto a gennaio dal Sassuolo. 

80' - Munari per Marchionni. Gargano passa al centro, davanti alla difesa. Primo cambio per Donadoni. 

78' - Proteste Fiorentina. Cuadrado messo giù da Molinaro. Gervasoni non fischia, ma la trattenuta sembra esserci. Sarebbe stata una chance importante dal piazzato. Mati Fernandez rileva Aquilani. Montella si gioca la carta finale. 

76' - Sinistro schiacciato di Borja Valero. Straordinaria la capacità dello spagnolo di inserirsi tra le linee, liberandosi da marcuture e pressioni.

74' - Completamente fuori misura il destro dal limite di Pizarro. Il cileno e Borja Valero sembrano quelli con più idee in casa viola. 

71' - G.Rodriguez chiude perfettamente su Biabiany. Era un buon contropiede per il Parma. Fiorentina comunque in pressione. Giusto esporsi nel tentativo di recuperare la partita. 

Fiorentina ridisegnata con un 4-3-1-1. Cuadrado copre tutta la corsia di destra. 

67' - Ilicic per Matri. Montella inserisce forze fresche nel reparto avanzato.

66' - Neto! Monumentale!! Due volte!! Cassani spezza la difesa ospite e va alla conclusione, ma trova il protierone viola, che, come un gatto, dice no anche alla respinta a botta sicura di Amauri!!

65' - Manca l'aggancio Cuadrado, cercato da una sapiente apertura di Pizarro. 

Dopo lo scoppiettante inizio di ripresa, con rigore ed espulsione, partita che sembra ora essersi un pò sopita. La Fiorentina deve sfruttare la prestanza di Gomez, soprattutto con l'uomo in meno. 

62' - Destro di Marchionni, non lontanissimo dall'incrocio dei pali! Cassano aveva conquistato un corner con la solita caparbietà. Tocca a lui tenere il Parma in acque tranquille. 

60' - Mirante con un rischio. Azzarda il dribbling sull'accorrente Matri. 

58' - La Fiorentina cerca di reagire. Torna a controllare il pallone. Aquilani prova a calciare col destro, ma colpisce debolmente. Intanto la prima mossa di Montella, super Mario Gomez pronto ad entrare in campo. Esce Joaquin.

56' - Stavolta il giallo è per Gargano. Fallo da dietro su Borja Valero.

54' - Rosso a Diakité!!! Altro episodio chiave!! Già ammonito, stende malamente Cassano, in posizione non certo pericolosa! Ingenuità pazzesca!! Secondo cartellino e va sotto la doccia!

51' - GOOOOOLLLL!! Amauriiiii!! Freddissimo!! Aspetta il movimento di Neto e lo spiazza senza problemi! 2-1 Parma! Cambia ancora la partita!! Decisione giusta quella di Gervasoni, Tomovic colpisce al fianco Biabiany. 

50' - Rigore per il Parma!! Biabiany si lancia per colpire di testa, Tomovic, scomposto, alza la gamba!! Giallo per il difensore e per Pizarro, furente.

49' - Si coordina e batte di sinistro, al volo, Matri, ma la palla termina a lato della porta di Mirante.  

47' - Efficace raddoppio di Gargano su Borja Valero. Il Parma vuol chiudere la fonte di gioco viola. 

20.02 - Squadre che si ripresentano in campo con gli stessi ventidue. Nessun cambio nell'intervallo. 

Nella Fiorentina in evidenza come sempre Borja Valero, autore di alcune giocate molto interessanti. Nel Parma, Paletta si conferma su livelli assoluti, mentre Cassano, gol a parte, è luce intermittente. Meglio nella seconda metà di tempo il barese. Encomiabile Gargano. 

Parma - Fiorentina, garanzia di spettacolo. Lo avevamo detto in sede di presentazione e il primo tempo non ha tradito le attese. Quarantacinque minuti gradevoli, conclusi sul punteggio di parità. A sorpresa ad aprire le danze sono i padroni di casa, in difficoltà nella prima mezzora, dove la Fiorentina sfiora il vantaggio grazie alla vena di Cuadrado e Joaquin. Amauri confeziona l'assist per il gol di Cassano. In vantaggio i padroni di casa si scoprono e vengono immediatamente puniti. Il pari è un gioiello creato ad arte da Joaquin e Matri e firmato da Cuadrado. 

45' - Si libera del pallone Lucarelli, la Fiorentina, trovato il pari, torna a gestire la partita. Un minuto di recupero.

41' - GOOOLLLLLL!! Cuadradooooo!! Esplode la partita!! Il Parma alza il baricentro e la viola punisce!! Matri si allarga e crossa basso e teso in area, Borja Valero ostacolato non arriva, ma sul secondo palo si fionda Cuadrado per il pari!! 1-1, spettacolo al Tardini!!

39' - GGGGGOOOOOOOLLLLL!!! CAAAAASSSSSAAAANNNO!!! Parma in vantaggio!! Amauri lavora un pallone dentro l'area e serve la sfera al centro per l'accorrente Cassano, che sfrutta un fortunato rimpallo e batte Neto!! 1-0!! 

38' - Ci prova ancora da fuori Cuadrado, ma non trova lo specchio. Deviazione anche in questo caso. 

37' - Biabiany non riesce a controllare un pallone difficile, rinviato in qualche modo da un Gargano sempre pronto a tappare le falle del muro ducale. 

33' - Perde l'equilibrio Cuadrado!! Era un'opportunità importante per la Fiorentina. Geniale la palla in verticale di Borja Valero per il colombiano.

31' - Giallo per Molinaro! Aquilani rompe il raddoppio e viene fermato poco prima dell'ingresso in area.

28' - Sinistro di Biabiany!! Lontanissimo dalla porta di Neto!! Amauri era in ottima posizione! Che giocata di Cassano nell'occasione.

26' - Primo cartellino del match. Gervasoni ammonisce Diakité! Rude intervento su Cassano che era ripartito con la consueta classe.

25' - Biabiany sul fondo, ma Tomovic allontana il pallone dalla zona pericolosa.

24 ' - Matri controlla spalle alla porta e prova a girarsi per calciare, ma Paletta ha ancora una volta la meglio. Sul ribaltamento di fronte, Neto legge bene la ripartenza del Parma ed esce sicuro a bloccare il pallone messo all'interno dell'area.

22' - Bel piazzato guadagnato da Borja Valero, che inganna Gargano nascondendo il pallone. Amauri libera l'area! 

20' - Destro di Amauri!! Neto tiene senza problemi. Il Parma cerca soprattutto lui e Biabiany per ripartire. Fino ad ora poco cercato Cassano.

Emerge una maggior qualità della Fiorentina negli uno contro uno. Joaquin e Cuadrado superanp agevolmente Molinaro e Cassani, poco supportati dai centrocampisti.

18' - Cross pericolosissimo di Joaquin, ma salva Paletta, bravo poi a contrarre anche Cuadrado!

Qualche minuto di difficoltà per il Parma. I ducali devono registrare le distanze. Difficilmente controllabile la viola. Matri arretra a prender palla e favorisce gli inserimenti letali dei centrocampisti.

15' - Cuadrado!!! Tomovic lavora bene un pallone sulla sinistra e serve l'accorrente Cuadrado che calcia di prima intenzione ma, complice una deviazione, sfiora soltanto il palo! Brivido! 

14' - Lucarelli allontana, badando al sodo, ma la Fiorentina quando recupera palla in mediana è pericolosa. 

Nel Parma, al solito, Cassano svaria sul fronte offensivo, cercando spazi nei quali far male alla difesa gigliata. Joaquin a bordo campo a farsi medicare dopo un duro contatto nel frattempo. 

10' - Bel duello Paletta - Matri. L'argentino fa sentire il fisico al viola. Joaquin aveva provato a imbeccare l'attaccante in prestito alla Fiorentina.

7' - Matri cerca Aquilani in profondità, ma non arriva il centrocampista azzurro. Joaquin intanto esterno nel 4-3-3 di Montella. Formazioni speculari. Importanti gli inserimenti di Parolo da una parte e Aquilani e Borja Valero dall'altra.

4' - Squadre in campo a viso aperto. Il Parma fa la partita, ma la Fiorentina non rinuncia a giocare.

1' - Diakité! Parma scoperto, bell'inserimento dell'ex centrale della Lazio, che sbaglia però il traversone! Attento Mirante che indietreggiando raccoglie la sfera. 

19.00 - Fischia Gervasoni! Si parte!

18.55 - Una sola vittoria nelle ultime quattro uscite in Serie A per la Fiorentina di Vincenzo Montella. Parma - Fiorentina è il teatro giusto per il rilancio o si aprirà a tutti gli effetti la crisi viola? Mancano ormai pochi minuti al fischio d'inizio. Terminato il riscladamento. I ventidue prescelti negli spogliatoi per raccogliere idee e concentrazione. Tempo di allacciare gli scarpini, si scende in campo al Tardini! 

18.50 - Poche novità nelle formazioni ufficiali. Confermata la presenza di Molinaro nel Parma. Modulo malleabile, dal 3-5-2 al 4-3-3. Unica sorpresa nella Fiorentina, dove Montella sceglie Tomovic, allargando Diakitè in fascia, e rinuncia a Pasqual. Joaquin preferito a Ilicic alle spalle di Matri. 

18.40 - Nel Parma squalificato Acquah, mentre sono indisponibili Pozzi e Vergara. Unico a rischio squalifica è Marchionni. Montella ritrova come detto tutti gli effettivi, eccezzion fatta per Hegazi, Rossi e Rebic. In diffida Compper e Pizarro. Nel prossimo turno, Fiorentina di scena nel posticipo, in casa, contro la Lazio. Trasferta insidiosa per il Parma sul campo del Sassuolo, in striscia negativa, dopo l'approdo in panchina di Malesani al posto di Di Francesco. 

18.30 - Mario Gomez è stato l'anello mancante per diversi mesi di questa Fiorentina. L'infortunio del tedesco ha creato diversi problemi, non solo di campo. Tante le voci sulla sua situazione, tanti gli spifferi e le malcelate polemiche sul tardivo rientro. Montella ha gestito con intelligenza la situazione e oggi pare pronto a dar fiducia al giocatore, che in allenamento è tornato a segnare e a sorridere. 

18.20 - Sarà probabilmente la sfida sugli esterni a decidere questa gara del Tardini. Parma - Fiorentina e le veloci ripartenze. La viola punta spesso sull'estro di Cuadrado, mentre il Parma ama innescare la velocità di Biabiany. Saranno le frecce principali delle due compagini anche stasera. 

18.10 - Di Roberto Donadoni si è parlato a lungo anche per panchine più prestigiose. Il Milan alla ricerca del dopo Allegri aveva fatto un pensierino all'ex ala destra, ma alla fine la società ha scelto di virare sull'uomo del Presidente, Clarence Seedorf. Difficile dire se anche in rossonero Donadoni avrebbe trovato un habitat adeguato come a Parma. Appare Roberto tecnico in grado di dare il meglio in una città a misura d'uomo come quella ducale. In stile Guidolin, Donadoni ha spostato un progetto e non intendo lasciarlo ora, visti i frutti che crescono e si mostrano all'orizzonte. 

18.00 - Un'ora esatta all'inizio della diretta di Parma - Fiorentina. Montella schiererà diversi titolari rimasti a riposo nella sfida di Europa League, ma la fatica, soprattutto mentale, potrebbe comunque giocare un ruolo importante. La viola è scesa in campo giovedì sera e ha messo nelle gambe solo pochi allenamenti prima della partenza per Parma. Da valutare quindi la tenuta dell'undici che l'Aeroplanino manderà sul terreno di gioco. 

17.50 - Buonasera e benvenuti alla diretta scritta live e di Parma - Fiorentina (19.00), primo posticipo della 25a giornata di Serie A. Al Tardini va in scena il confronto tra due delle realtà più belle della massima serie. I ducali, guidati da Donadoni, in striscia positiva da docidi partite, sconfitti l'ultima volta dalla Juventus di Antonio Conte, sognano lidi dorati. La Fiorentina di Montella deve dimenticare in fretta la brutta sconfitta del Franchi con l'Inter di Mazzarri per tenere il passo del Napoli, impegnato alle 21.00, al San Paolo, contro il Genoa. La corsa Champions è difficile, ma affascinante. Imperativo uscire con i tre punti questa sera.

Sarà la sfida tra due moduli speculari. 3-5-2 sia per Donadoni che per Montella. Entrambi amano il possesso palla e il bel calcio. Entrambi esteti, ammirati in Italia e all'estero. Montella è sbocciato presto, ha conosciuto la capitale e la difficile lotta nel sud Italia a Catania. Donadoni vive ormai in simbiosi con Parma, nella buona e nella cattiva sorte. Sono entrambi adorati dalla piazza, perché mai sopra le righe. Composti, simboli di rispetto e eleganza, qualcosa di inatteso nel vorticoso calcio moderno, nella Serie A delle polemiche e delle grida sconsiderate. Ecco perché Parma - Fiorentina, live qui, è anche Donadoni contro Montella.

La Fiorentina si presenta a questa sfida rinfrancata dal 3-1 europeo. La vittoria in Europa League, contro l'Esbjerg, ha spianato la strada in vista del ritorno. Il 3-1 esterno chiude la porta a possibili sorprese nei restanti novanta minuti di Firenze, ma permette soprattutto di dimenticare la sconfitta con l'Inter. Sconfitta che, aldilà degli episodi, soprattutto il fuorigioco di Icardi sul terzo gol, ha mostrato una Fiorentina stranamente arrendevole. Davanti al proprio pubblico, un primo tempo regalato ad avversari più grintosi. La scelta di Montella di schierare una viola senza punti di riferimento offensivi non ha pagato. L'assenza di Borja Valero ha fatto il resto. Lo spagnolo è il cardine attorno a cui ruota ogni idea viola. Un acquisto perfetto, una stoccata vincente. Stasera ci sarà e con lui Parma - Fiorentina sarà una partita diversa.


Rispetto ad inizio stagione, quella attuale non è certo la Fiorentina ipotizzata da Montella. Gli infortuni hanno complicato terribilmente i piani. Chiara l'intenzione di un undici iniziale imperniato sulla potenza di Mario Gomez e sulla classe di Giuseppe Rossi, scommessa lanciata quando il ragazzo era ancora impegnato nel labirintico percorso della rieducazione. Per diverse settimane il puzzle è sembrato perfetto. Un Rossi formato nazionale ha guidato la Fiorentina. Poi sono arrivati i guai. Lo stop del tedesco ha cambiato i piani societari e dell'allenatore. L'ennesima ricaduta dell'azzurro ha fatto il resto. Meno grave del previsto il fermo di Pepito, che coltiva ancora sogni Mondiali. Corsa ai ripari a gennaio quindi con l'arrivo di Matri, a segno subito in Serie A, prima del ritorno nel guscio. In Europa un suo splendido gol ha spronato la Fiorentina, ora Montella si aspetta che il centravanti si confermi decisivo anche al Tardini. Parma - Fiorentina potrebbe essere anche la partita del definitivo rientro dell'ex Bayern Gomez, visto per pochi minuti al Franchi contro l'Inter. Nella ripresa avrà spazio.

Queste le parole di Montella, prima di Parma - Fiorentina, in diretta su Vavel "Stiamo facendo un campionato di buon livello considerati gli infortuni. Non siamo sazi e non ci accontentiamo. Gomez ha bisogno di giocare per ritrovare fiducia. Vedremo quando e quanto. Il Parma è un'ottima squadra, il momento attuale lo dimostra. Giocano bene sia con il 4-3-3 che con il 3-5-2. Hanno qualità, sono ordinati e vogliono arrivare al risultato attraverso il gioco. Somigliano proprio alla mia Fiorentina"

Parma - Fiorentina, nel segno dell'ex. Marco Marchionni ha vissuto stagioni importanti a Firenze, prima di diventare punto di riferimento nel Parma di Donadoni. Il ritorno al Tardini, già vissuto in passato, per ritrovare con continuità la via del campo. A 33 anni la metamorfosi calcistica. Marchionni che ancor prima a Empoli era folletto imprendibile, capace di saltare l'uomo e garantire superiorità numerica, col passare degli anni si è trasformato, grazie al lavoro di Donadoni, in regista basso, bravo a dettare tempi e ritmo. Lì si è riscoperto giovane e indispensabile. Quello che negli scorsi anni era Valdes, oggi è Marchionni "L'anno passato Donadoni ha cominciato a schierarmi in mezzo al campo e mi sono trovato subito a mio agio. Come mezzala e regista mi sento più importante per la squadra. La spinta a cambiare è arrivata giocando al fianco di C.Zanetti alla Juve e alla Fiorentina. Sono arrivato a Parma che avevo 21 anni, è una seconda casa perché rispecchia il mio carattere. Una città tranquilla dove l'ambiente non diventa stress".

Diamo un'occhiata alle scelte dei due allenatori in vista di Parma - Fiorentina, live. Classica difesa a 3 per i padroni di casa, con Paletta a registrare i movimenti di Cassani, altro ex della partita, e Lucarelli. In mediana sugli esterni la velocità di Biabiany e l'esperienza del neo arrivato Molinaro, a cui spetterà il compito di equilibrare la squadra, trasformando all'occorrenza la retroguardia a 4, con lo scivolamento sull'esterno di Cassani. Gargano interditore, Parolo jolly di centrocampo. Davanti al fianco del ritrovato Amauri, il genio della lampada, Antonio Cassano. Il talento di Bari Vecchio è lo spauracchio temuto maggiormente da Montella che ben conosce le capacità dell'ex Inter. Chance per Schelotto e Gobbi, qualora Donadoni scegliesse un atteggiamento più prudente.

Montella recupera finalmente diversi effettivi e può presentarsi al Tardini con fiducia. Gonzalo Rodriguez al centro della difesa è il totem a cui il tecnico difficilmente rinuncia. Con lui Savic e Diakité, giunto a Firenze dopo la breve parentesi inglese. Pasqual e l'oggetto del desiderio di mezza Europa, Cuadrado, sulle corsie. Pizarro in regia, Borja Valero e Aquilani, uomini qualità. A supporto dell'unica punta Matri, ci sarà Joaquin, in una posizione più accentrata rispetto al consueto. Qualche dubbio per il mister viola. Tanti i possibili ballottaggi. Ilicic nel ruolo di seconda punta ha sempre fatto bene e insidia Joaquin. Vargas, splendidamente recuperato da Montella, è più di una opzione a sinistra. Come detto, per Gomez ingresso a partita in corso.

Verso Parma - Fiorentina, uno sguardo all'ultimo turno di Serie A che ha visto impegnate le due compagini. Della viola si è già approfonditamente detto. Il Parma ha invece ottenuto una sonante vittoria in casa dell'Atalanta. Un 4-0 che ha avuto un eco importante, viste le difficoltà di un terreno quello di Bergamo, ostico per quasi tutte le grandi della A. Partita subito in discesa per i ducali, grazie alla rete di Molinaro. Il fortino di Donadoni ha poi retto alla pressione di casa, fino all'autorete di Benalouane che ha di fatto chiuso la contesa. Punti esclamativi di Cassano, dal piazzato, e dell'ex Schelotto. 

Sfida d'alta classifica quella tra Parma e Fiorentina. I ducali occupano la settima posizione, a quota 36, insieme al Torino, sconfitto di misura nel derby della Mole nella giornta di ieri. Per i padroni di casa la possibilità di acciuffare il Verona a quota 39 in caso di successo, a un punto dall'Inter di Mazzarri, bloccata a San Siro dal Cagliari. Più avanti la Fiorentina. Quarta posizione a sei punti dal Napoli, impegnato questa sera. Juve e Roma continuano la marcia verso il tricolore. Resta quindi sospesa la viola in una morsa di pressione. L'aspirazione verso l'alto a cui fa da contraltare la realtà quotidiana. Guardare il Napoli per sognare la Champions, non dimenticare le inseguitrici per non rovinare un progetto. 

Parma - Fiorentina, in diretta, col ricordo dell'andata. Fu una beffa al Franchi per la squadra di Montella. Viola sotto per il gol di Gargano e privi di Giuseppe Rossi, uscito per infortunio. Nella ripresa la veemente reazione, concretizzata dai gol di G.Rodriguez e del redivivo Vargas. A risultato acquisito, in pieno recupero, il pareggio beffa di Gobbi, ennesimo ex, protagonista anche questa sera, e due punti gettati al vento. 


Share on Facebook