Pescara: Verre, Bahebeck, Coda e Mitrita saltano la Juve

Penultima seduta di allenamento per il Pescara in vista del match di sabato sera contro la Juventus

Pescara: Verre, Bahebeck, Coda e Mitrita saltano la Juve
Pescara: Verre, Bahebeck, Coda e Mitrita saltano la Juve

Il Pescara continua a preparare la sfida di sabato sera contro la Juve. Oggi si è svolta la seduta di allenamento al Poggio degli Ulivi che ha dato indicazioni ad Oddo in vista del match dello Stadium: differenziato per Verre, Bahebeck, Coda e Mitrita che dunque non saranno disponibili per la trasferta in terra Piemontese. Non ci sono solo brutte notizie per l'allenatore del Pescara che recupera Caprari, colpito da un attacco influenzale nei giorni scorsi. Domani mattina rifinitura e conferenza di Oddo.

Il Pescara potrebbe schierarsi con il classico 4-3-2-1, con Bizzarri a proteggere i pali; in difesa ballottaggio tra Fornasier e Zuparic per affiancare Campagnaro, mentre ai lati dovrebbero essere confermati Zampano e Biraghi. Il centrocampo è un rebus: escluso Verre, si giocano tre posti Aquilani, Bruno, Cristante e Memushai, con i primi tre favoriti, visto anche l'impegno dell'Albanese in Nazionale nei giorni scorsi. In attacco dovrebbero esserci Benali e Caprari a supporto di Manaj, ma solo domani, con la conferenza, capiremo meglio le scelte di Massimo Oddo. Grande risposta dei tifosi: saranno 1100 circa a spingere la squadra verso un'impresa titanica.

L'ex di turno è sicuramente Simone Pepe che ha rilasciato queste dichiarazioni: "Una partita di una difficoltà estrema, perché giochiamo con una squadra forte in tutti i settori del campo. Il momento del Pescara è difficile, ma dobbiamo uscirne tutti insieme cercando di compattarci e correggere gli errori. E proprio sui nostri errori dobbiamo lavorare. Temo tutto della Juve perché conosco bene la loro forza e la loro mentalità vincente. Per me non sarà mai una partita come le altre, ho passato gli anni calcistici più belli della mia vita, ho vinto tanti trofei e ho fatto parte di un gruppo e di una società top, a cui sono molto legato. Poi il rapporto con i tifosi della Juve è stato fantastico, mi hanno voluto bene prima dell’infortunio e mi sono stati vicini nel momento del bisogno, quando sono stato fuori a lungo. Ed è per questo che è nato questo rapporto di affetto e stima tra me e loro, di questo ne vado fiero e li ringrazierò sempre".