Serie A - Il Pescara diviso tra il Bologna ed il mercato

Gli uomini di Massimo Oddo continuano a lavorare per preparare la delicata sfida con il Bologna mentre la società è all'opera per rinforzare la squadra.

Serie A - Il Pescara diviso tra il Bologna ed il mercato
Serie A - Il Pescara diviso tra il Bologna ed il mercato (Fonte foto: Pescara Calcio)

Dopo le vicende della scorsa serata, il clima è molto teso in quel di Pescara. Gli uomini di Massimo Oddo, infatti, hanno ripreso ad allenarsi in vista del delicatissimo match di domenica contro il Bologna, da dentro o fuori. La squadra non potrà permettersi il lusso di fallire perchè in tal caso potrebbero riproporsi scene come quella raccontata ieri ma in maniera più amplificata.

Per quel che riguarda il campo, nella giornata di ieri hanno effettuato terapie Bahebeck, Mitrita e Pepe. Positivo il rientro di Coda mentre i vari Biraghi, Fornasier e Brugman hanno svolto lavoro differenziato ma non dovrebbero essere in dubbio per il match di domenica. Un match, come dicevamo, in cui il Pescara si gioca tanto ed è per questo che Oddo potrebbe ripescare Manaj dal primo minuto dopo le vicende burrascose di qualche settimana fa ma, soprattutto, a causa dell'assenza di Pepe, uscito dopo un quarto d'ora nel match contro il Crotone.

Non si muove solo la squadra ma anche la società, secondo Pescara Sport 24 il D.S. Leone è volato in Belgio ed in Polonia per visionare alcuni giocatori: in terra Belga sono stati annotati Belfodil, ex conoscenza del calcio Italiano, Edmilson Junior ossia un esterno classe 94' ed infine Orlando Sà che è un attaccante Portoghese classe 88', mentre dovrebbe essere rispedito all'Ajax il giovane Muric. Per quanto riguarda il viaggio in Polonia uno dei due obiettivi, sempre come riporta PS24, è Tamas Kadar, ungherese classe ’90 di piede mancino. Ha contratto in scadenza nel 2018 e tra ingaggio e cartellino ha costi sopportabili per le casse biancazzurre. L'obiettivo primario è però Dawid Kownacki, classe ’97 anche lui Lech Poznan. E' stato individuato come la punta di prospettiva da affiancare ad una punta affidabile che necessariamente dovrà arrivare. Il prezzo è di 2 milioni, ma il Pescara proverà ad abbassare le pretese del club Polacco. 

Per quanto concerne il mercato di casa nostra, il più vicino, per l'attacco biancazzurro, è Giannetti che al Cagliari trova poco spazio ed ha un ingaggio non stellare. Rimangono comunque alla finestra Djordjevic e Pinilla, mentre Budimir potrebbe arrivare in caso di doppia cessione di Zampano e Verre alla Sampdoria, per ora pura utopia. Almeno per gennaio. Per quanto riguarda il centrocampo, in caso di cessione di Aquilani, i nomi caldi potrebbero essere quelli dell'Atalantino Grassi e di Mandrogora che ha già ben figurato con il Pescara l'anno scorso. Gennaio è vicino, le grandi manovre stanno per ripartire. 

Pescara