Lo United piega la Roma: 3-2 goal pazzeschi di Rooney e Pjanic

Nella partita di esordio della Guinness International Champions Cup, la Roma perde per 3 reti a 2 contro il Manchester United di Van Gaal. Decisivo nella prima frazione Wayne Rooney, autore di una doppietta.

MANCHESTER UNITED
3 2
ROMA
MANCHESTER UNITED : 1° Tempo :(3-4-1-2): Johnstone; Jones, Evans, Blackett; Valencia, Cleverley (c), Herrera, James, Welbeck; Mata, Rooney. 2°Tempo: Amos; M Keane, Smalling, Blackett; Young, Cleverley ( Hernandez), Kagawa, Shaw; Nani, Lingard, W Keane
ROMA: 1°Tempo (4-3-3): Skorupski, Calabresi, Benatia (c), Romagnoli, Emanuelson, Keita, Ucan, Paredes, Iturbe, Destro, Florenzi; 2°Tempo : Skorupski; Somma, Benatia (Balasa), Castan, Cole; Uçan (Pjanic), Keita ( Borriello), Nainggolan; Florenzi (Sanabria), Destro (Totti), Ljajic
SCORE: 1-0, min. 36,Rooney 2-0, min. 39, Mata 3-0, min. 45, Rooney (rig) 3-1, min.75, Pjanic 3-2, min.89 Totti (rig)
NOTE: Guinness International Champions Cup; Sports Authority Field di Denver

Inizia male la Guinness International Champions Cup per la Roma. La squadra di Mister Garcia ha avuto la peggio contro il Manchester United per 3 reti a 2. Decisiva la prestazione di Wayne Rooney nella prima frazione. L'attaccante inglese ha messo a segno una doppietta e un assist, che alla fine del match hanno fatto la differenza. La Roma è stata protagonista di una prima frazione davvero negativa, dove il  solo Destro ha provato a mettersi in mostra. Male i nuovi acquisti Keita, Emanuelson e Iturbe. Nella seconda frazione la squadra di Garcia, complici i numerosi cambi, ha cambiato marcia e ha saputo gestire il gioco, riuscendo alla fine a ridurre il passivo e andando anche vicina al pareggio. 

Alquanto soporifera la prima frazione, che si accende soltanto nell'ultimo quarto d'ora. 15 minuti tutti da dimenticare per la Roma. E' Rooney a sbloccare al 36° minuto la partita, che fino a quel momento aveva visto una sola occasione creata dai giallorossi con Mattia Destro. L'attaccante inglese realizza una rete spettacolare, si libera della marcatura sui 25 metri e lascia partire un destro che si va ad infilare all'incrocio dei pali, con Skorupski che può solo raccogliere il pallone dalla rete. Passano 3 minuti e Mata raddoppia, imbeccato da un assist perfetto del solito Rooney, che a fine frazione trasforma un rigore e porta i suoi sul 3-0. Sicuramente Rudi Garcia si sarà fatto sentire negli spogliatoio, davvero svogliata e poco intraprendente la Roma.

La ripresa inizia con tantissimi cambi. Van Gaal cambia 9 giocatori, mentre Garcia cambia 5. La Roma cerca soprattuto di contenre e non subire un passivo eccessivo. Lo United invece fatica a impostare l'azione a causa dei tanti cambi. La svolta per la Roma arriva con gli ingressi in campo si Totti, Sanabria e Pjanic, che danno alla squadra quella qualità e quell'estro di cui erano prive. E' proprio una magia di Miralem Pjanic a riaprire la partita. Il talentuoso centrocampista bosniaco segna una rete pazzesca;  vede Amos fuori dai pali e  tenta la conclusione impossibile dalla sua metà campo, che tra lo sbigottimento di tutto lo stadio termina in rete. Tutti in piedi ad applaudire Pjanic. Al 90° minuto Totti accorcia ulteriormente le distanze dal dischetto, ma è troppo tardi per completare la rimonta. 

La Roma tornerà in campo contro il Real Madrid il 30 luglio alle 03.15.


Share on Facebook