Roma, chi arriva tra Luiz Adriano e Konoplyanka?

Sembra ormai certo che la Roma andrà a sostituire Mattia Destro, sempre più vicino al Milan. Dall’Ucraina arrivano voci che sia stato trovato un accordo sia per di Luiz Adriano che per Konoplyanka. Ma chi sceglieranno i giallorossi?

Roma, chi arriva tra Luiz Adriano e Konoplyanka?
Roma, chi arriva tra Luiz Adriano e Konoplyanka?

Luiz Adriano o Konoplyanka? È questa la margherita che stanno sfogliando in queste ore Rudi Garcia e Sabatini. Quale dei due attaccanti farebbe più al caso della Roma? Difficile scegliere vista la caratura dei due giocatori, ma una cosa è certa. Visto l’unico posto da extracomunitario libero, soltanto uno dei due potrà vestire la maglia giallorossa. L’attaccante brasiliano dello Shaktar ha accettato l’offerta giallorossa, che tratta ad oltranza con gli ucraini, con i quali è vicinissima l’intesa. Si parla di un prestito dal valore di 2 mln di € con obbligo di riscatto, fissato a circa 8 mln di € più bonus.  Anche Lucescu ha dato il suo assenso al trasferimento, ma sono ancora  circa 2 milioni ad impedire le firme dei contratti.

Ma, sempre dall'Ucarina, giugne voce che la Roma avrebbe trovato anche l’accordo per Konoplyanka, centrocampista dalle spiccate doti offensive del Dnipro, con il contratto in scadenza nel prossimo giugno. Queste le parole del DS ucraino: "Roma e Dnipro sono in trattativa per Konoplyanka ed hanno praticamente raggiunto l'accordo. Ci sono molte probabilità che il ragazzo possa cambiare squadra, motivo per il quale abbiamo già individuato colui che lo potrebbe sostituire".

L’imminente arrivo di Luiz Adriano, o di Konoplyanka, alla corte di Rudi Garcia, libera a tutti gli effetti Mattia Destro, cercato fortemente dal Milan. L’attaccante, ancora per poco romanista, risente troppo della rivalità con i pari ruolo, ma di sicuro in maglia rossonera non troverà la strada spianata verso una maglia da titolare. Inoltre fa discutere la scelta di lasciare la seconda squadra della Serie A, e la possibilità di giocare l’Europa League per vincerla, per un Campionato anonimo con la maglia del Milan, sempre più in crisi.


Share on Facebook