Live Palermo - Roma, risultato partita Serie A 2015/16 (2-4)

Live Palermo - Roma, risultato partita Serie A 2015/16  (2-4)
Palermo
2 4
Roma
Palermo: (4-3-1-2) Sorrentino; Struna (dal min. 86 Rispoli), Gonzalez, El Kaoutari, Lazaar; Rigoni, Jajalo (dal min. 45 Gilardino), Chochev; Hiljemark; Vazuqez, Trajkovski (dal min. 59 Quaison)
Roma: (4-3-3) Szczesny; Torosidis, Manolas, De Rossi, Digne; Florenzi (dal min. 83 Gyomber), Pjanic, Nainggolan; Iago Falquè (dal min. 66 Emerson), Gervinho, Salah (dal min. 76 Ucan)
SCORE: (0-1) Pjanic, 2', (0-2) Florenzi, 13', (0-3) Gervinho, 27', (1-3) Gilardino, 58', (2-3) Gonzalez, 90', (2-4) Gervinho, 92'
ARBITRO: A. Damato ammonisce Nainggolan, 34', Chochev, 61', Struna, 64', Gilardino, 65'
NOTE: Gara valida per la settima giornata della Serie A 2015/16 dallo stadio "Renzo Barbera" di Palermo

Per oggi è tutto, da Francesco Anastasi e dallo staff di Vavel Italia un buon proseguimento di giornata

La Roma conquista un'importante vittoria a Palermo in una bella vittoria piena di gol. Per Garcia da rivedere alcune distrazioni difensive, rimane il primo tempo clamoroso dei giallorossi. Per il Palermo da salvare solo il secondo tempo con un Gilardino che sta trovando la migliore condizione fisica. 

E FINISCE QUI, LA ROMA BATTE IL PALERMO PER 4-2

92' - L'ivoriano viene servito da Ucan che salta El kaoutari e deposita in rete

92' - GOL DELLA ROMA! GERVINHO! 4-2 ROMA

90' - Da calcio d'angolo battuto corte Quaison mette il pallone in mezzo, Gonzalez è il più lesto di tutti a mettere la sfera in porta

90' - GOL DEL PALERMO! GONZALEZ!

88' - Hiljemark da fuori! La palla finisce alta

86' - Entra Rispoli al posto di Struna, si esaurisce l'ultimo cambio del Palermo

83' - Esce Florenzi determinante al posto di Gyomber, anche per lui si tratta di un esordio

82' - E' Chochev che tenta il tiro da fuori ma termina a lato del portiere

81' - Giallo per Manolas che ferma Vazquez che stava andando verso la porta pericolosamente

76' - Arriva il giallo anche per Emerson, che ferma Hiljemrak involato verso la porta

76' - Salih Ucan rileva Salah, la Roma si difende!

75' - Gervinho di tacco prende la traversa ma è in fuorigioco

71' - GILARDINO!! Di testa da calcio d'angolo, poderoso Szczesny con i riflessi a respingere

66' - Entra un ex della partita, Emerson Palmieri rileva Iago Falquè

65' - Ammonito anche Gilardino per proteste per essere stato fermato dal fuorigioco

64' - Ammonito Struna per fallo su Pjanic

64' - Lazaar da fuori!Parata facile per Szczesny

63' - Quaison la spara alta! Da fuori area tenta il tiro lo svedese senza avere fortuna

61' - Ammonito Chochev per aver fermato Salah in contropiede

59' - Cambio per il Palermo, esce Trajkovski al posto di Quaison

58' - Lancio lungo di Vazquez per Gilardino che è bravo a smarcarsi di Szczesny e depisitare in rete

58' - GOL DEL PALERMO! GILARDINO SI SBLOCCA!

57' - Fischi del pubblico per la propria squadra all'ennessima palla persa

54' - Ci prova Trajkovski! Palla alta 

49' - SALAH!! Grande giocata dell'egiziano, mette il pallone in mezzo ma nessuno tocca

46' - Subito Roma con Digne che tenta un tiro ravvicinato, Sorrentino devia in angolo

45' - Entra subito Gilardino al posto di Jajalo per ridare pericolosità all'attacco rosanero

COMINCIA IL SECONDO TEMPO

Termina la prima metà del match con la Roma che domina per 3-0 il Palermo, forse un risultato troppo pesante per i padroni di casa che non hanno demeritato. Da rivedere assolutamente la fase difensiva per Iachini, mentre Garcia si gode il risultato e una squadra che al momento gira alla perfezione

FINE PRIMO TEMPO!

45' + 1 - GERVINHO! Imbeccato da Pjanic l'attaccante spara alto il pallone da buona posizione

44' - A terra Florenzi, messo giù da un gomito alto di Struna, anche questa volta l'arbitro non ammonisce il giocatore del Palermo

43' - Pjanic da fuori, deve intervenire Sorrentino per deviare in angolo

41' - Intervento duro di Hiljemark su Pjanic, Damato non estrae il cartellino giallo per lo svedese

36' - NAINGGOLAN! Arriva da dietro il belga che calcia da pochi metri dal portiere, Sorrentino bravissimo a deviare in angolo

35' - Trajkovski calcia alto, nessun pericolo per Szczesny

34' - Ammonito Nainggolan per un fallo su Vazquez, calcio di punizione da posizione interessante per il Palermo

33' - Iachini manda a scladare già Quaison, escluso dall'undici iniziale

32' - Palermo che comunque prova a fare il suo gioco, nonostante le disattenzioni difensive i rosanero non meritano questo passivo

27' - Dalla fascia di sinistra Gervinho punta e salta Gonzalez, arriva in area e con un tiro a giro batte Sorrentino che non può nulla! Gran gol

27' - GOL DELLA ROMA! 3-0! CHE GOL DI GERVINHO

24' - Il Palermo prova a farsi vedere in attacco con Hiljemark che cerca l'inserimento di Chochev, la palla finisce a Trajkovski che commette fallo

18' - GERVINHO! Non riesce a superare Sorrentino in dribbling e si porta la palla sul fondo

13' - Florenzi si ritrova il pallone da un tiro sbagliato di Pjanic, sempre da solo con Sorrentino per lui è facile segnare

13' - GOL DELLA ROMA! FLORENZI!!

11' - RIGONI! Innescato dalla sponda di Vazquez, il centrocampista si gira e tira col sinistra ma non riesce a trovare la porta!

6' - Il Palermo c'è! Cross di Vazquez deviato da Torosidis, angolo per i rosanero

4' - SUBITO PALERMO! Vazquez che non approfitta di un'uscita sbagliata di Szczesny

2' - Azione stupenda della Roma con Pjanic e Florenzi che dialogano con il bosniaco che si ritrova solo davanti a Sorrentino e non sbaglia

2' - GOL DELLA ROMA! SUBITO ROMA IN VANTAGGIO CON PJANIC!

1' - Possesso palla della Roma che perde la sfera con un passaggio sbagliato di Manolas

COMINCIA LA PARTITA!

14:55 - Le squadre stanno entrando in campo, il "Barbera" non è pieno a dimostrazione che i tifosi rosanero non sono entusiasti della squadra in questo momento

14:40 - Arrivate le formazioni ufficiali della partita! Palermo che viene schierato da Iachini con il 4-3-1-2, fuori Quaison, gioca Jajalo in mediana, davanti Vazuqez e Trajkovski appoggiati da Hiljemark trequartista. Roma con il solito 4-3-3 con Florenzi che avanza in posizione di centrocampista, gioca Torosidis come terzino, fuori Castan con De Rossi che prende il posto di centrale difensivo. Gioca Pjanic a centrocampo, attacco confermato con Iago Falquè, Gervinho e Salah.

Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta scritta, live ed di Palermo - Roma da Francesco Anastasi e dallo staff di Vavel dallo stadio "Renzo Barbera" di Palermo dove si disputerà il match delicato tra due squadre che devono fare risultato. Palermo e Roma si affrontano nella settima giornata di Serie A dopo che si erano incontrate nell'ultima giornata dello scorso campionato, a Roma, quando i rosanero espugnarono l'Olimpico per 2-1. 

Le probabili formazioni

QUI PALERMO - Iachini dovrà fare necessariamente risultato e si affiderà ai suoi giocatori più in forma. I dubbi sono nella mediana dove Maresca e Jajalo si giocano il posto con Brugman che si affaccia per una maglia da titolare spiccando in allenamento e in attacco dove Gilardino lavora per trovare la migliore condizione e potrebbe partire dalla panchina a favore di Trajkovski che si è fatto ben vedere. In difesa trovano conferme Struna, Gonzalez ed El Kaoutari davanti a Sorrentino, l'unica variabile potrebbe essere lo schieramento a 4 dietro anziché a tre, Lazaar eventualmente si abbasserebbe . Le due mezz'ale saranno il rientrato Rigoni e il sorprendente Hiljemark. Se non dovesse partire Gilardino titolare spazio dunque al tridente composto da Vazquez, Quaison e Tajkovski. 

QUI ROMA - Garcia rischio esonero? Una sconfitta a Palermo sicuramente non renderebbe l'ambiente sereno intorno a lui. Dopo la sconfitta di Minsk in Champions l'allenatore francese cercherà di ottenere il massimo risultato in quel di Palermo per risalire la classifica. Nonostante i numerosi infortuni che hanno colpito lo spogliatoio giallorosso, la squadra che dovrebbe scendere in campo domani sarà comunque di alto livello con alcune differenze rispetto la partita di martedì in Bielorussia. Szczesny sarà in porta a guidare la difesa composta da Manolas e il rientrato Castan che ha recuperato la massima condizione. Florenzi e Digne sulle fasce. A centrocampo potrebbe riposare Pjanic a favore di Vanqueir con De Rossi e Nainggolan ad affiancarlo. In avanti nel tridente rientrerà Iago Falque che ha riposato nella partita di coppa. L'ex Genoa comporrà l'attacco con Salah e Gervinho, uno dei migliori per i giallorossi. 

Le parole della vigilia 

Giuseppe Iachini inizia parlando del suo rapporto con Zamparini, che in questi giorni è stato definito traballante e addirittura si è parlato di possibili contatti con Guidolin per la panchina del Palermo. 

"Non ho mai avvertito situazioni particolari, con Zampa ci siamo sempre parlati. All’inizio di questa stagione abbiamo avuto qualche vicissitudine negativa, ma siamo sempre stati d’accordo su quello che bisogna e si deve fare. Vogliamo portare avanti il nostro progetto e far crescere i giovani. Dopo lo sosta abbiamo avuto problemi fisici e non abbiamo potuto dare continuità. Ci manca qualche punticino anche a causa di episodi sfortunati, abbiamo fatto due autogol e preso qualche traversa o palo. Dobbiamo lavorare e andar dentro con convinzione per far girare la ruota dalla nostra parte". 

Domani c'è la partita in casa contro la Roma che proviene da una sconfitta in Bielorussia contro il Bate Borisov: "Non è un avversario facile perchè è una squadra senza punti di riferimento e ha grande qualità. Lavora con Garcia da qualche anno e è doveroso ricordare che negli ultimi due anni è arrivata seconda: i giallorossi si sono rinforzati molto. Salah, Gervinho e Iago Falque possono determinare una giocata vincente in un fazzoletto, serve togliere tempo e spazio. Non fidiamoci delle assenze. I giallorossi hanno avuto episodi sfortunati, ma nonostante lo 0-3 hanno reagito e se ci fosse stato qualche altro minuto di partita avrebbero potuto addirittura vincere. Hanno qualità da vendere".

Per quanto riguarda lo schieramento tattico dei rosanero, Iachini ha pochi dubbi, tra i quali quello della posizione di regista, tre uomini a contendersi una maglia, Jajalo, Maresca e Brugman che non ha mai giocato ma nell'ultimo allenamento ha dimostrato di avere tanta qualità. Inoltre, si valuta particolarmente la situazione di Maresca: "Dobbiamo muoverci con i tempi giusti per far giocare tutta la squadra al meglio. Valuterò. In questo momento e in questa prima fase non ha giocato perché ha vissuto una prima parte di ritiro particolare e poi si è reinserito dal punto di vista tecnico. E’ un giocatore che riteniamo importante sia per il gruppo che per la squadra, ci potrà dare una grande mano. Può giocare in tutti i ruoli del centrocampo, bisogna valutare prima l’avversario e se conviene sfruttarlo subito o a partita in corso".

Alberto Gilardino non ha cominciato bene, deve ancora recuperare l'ottimale condizione per poter prendere in mano l'attacco del Palermo, Iachini valuta se schierarlo dall'inizio: "Sta lavorando con noi per portarlo al più presto ad una condizione ottimale senza rischiare infortuni. Deve crescere ancora di più sotto l’aspetto fisico e ci auguriamo che ci possa aiutare durante l’arco della stagione: bisogna aiutarlo affinché possa recuperare in fretta. Ogni settimana valutiamo se schierarlo dal primo minuto o a gara in corso".

Infine, c'è anche spazio per parlare di Mattheus Cassini, che oggi ha esordito con la Primavera di Bosi dal 1', un esclusione per bocciatura o opportunità di crescere? "Ha fatto un percorso di crescita ben specifico e giocare con la Primavera è un’opportunità di crescere, sta facendo un grande lavoro, è un ragazzo di 19 anni e sta migliorando sia fisicamente che tatticamente. E’ giusto che metta minutaggio nelle gambe, non è una bocciatura ma è un modo per farlo lavorare meglio, per un giocatore gracile come lui servono modifiche dell’assetto fisico per renderlo più esplosivo". 

"Non mi sono pentito neanche per un secondo di essere rimasto a Roma. Ho la stessa ambizione, voglio sempre vincere dei titoli e vado avanti. Poi, alla fine, faremo i conti. Ora è presto".

Garcia insegue la Roma perfetta. A tratti la squadra gira, ha orgoglio - come dimostra la reazione di Champions - ma spesso si concede, priva di personalità. Agli errori di gruppo, si sommano carenze individuali. Le scelte del tecnico spesso destano perplessità e le correzioni in corso d'opera non sempre invertono la rotta. 

"Dobbiamo avere più continuità, anche nella stessa gara. E non fare come in Bielorussia, dove abbiamo sbagliato tanto nel primo tempo. La partita più importante però è sempre la prossima, i giocatori hanno una grande voglia di vincere perché vogliamo avvicinarci ai primi posti. E perché quest'anno abbiamo grande ambizione, siamo ancora in corsa per tutti gli obiettivi".

Nessun volo pindarico. Garcia pone traguardi tangibili, non pronuncia la parola "scudetto" e fissa i primi paletti.

"Intanto vogliamo qualificarci per la Champions in campionato e vedere che succede e poi vogliamo passare il turno nel girone, anche se adesso saremo costretti a fare un grande risultato a Leverkusen. Sono motivato e combattente, ho sempre lo stesso sogno di vincere qualcosa qui. I ragazzi devono fare lo stesso. So che clima c'è in città, ma non sono un giovanotto, so come funzionano le cose, non ho tempo da perdere".

Il salto di qualità dipende da componenti diverse: assimilare innesti estivi, esaltare le doti dell'organico, diventare finalmente un unicum, trasformare singoli in gruppo.

"Una formazione che arriva due volte seconda qualcosa l'ha dimostrata. Però certo, dobbiamo migliorare. Io lavoro ogni giorno per sfruttare le qualità della squadra e l'integrazione tra vecchi e nuovi. Dobbiamo migliorare sugli automatismi e il gruppo deve accelerare l'inserimento dei nuovi soprattutto per quanto riguarda il bel gioco".

Rapporto di stima con la società e con i collaboratori. Nessun dissapore in casa Roma, si procede di pari passo verso la meta. La buona condizione fisica soddisfa il tecnico, ora bisogna però raccogliere la semina dei mesi precedenti, in attesa del rientro di alcuni giocatori determinanti nella crescita complessiva.

"Sento spesso il presidente, ma anche i dirigenti qui mi dimostrano sempre con i fatti la loro fiducia. Lavoriamo tutti insieme, siamo un gruppo, e fisicamente la squadra è in forma, vedi il secondo tempo col Bate. Stiamo bene, andiamo avanti e vediamo che succede, è ancora presto per fare i conti". 

AS Roma