La Roma c'è, poker al Palermo

Dopo la sconfitta in Europa, i giallorossi non falliscono e segnano quattro gol al Palermo soffrendo solo a metà della ripresa

La Roma c'è, poker al Palermo
foto ansa
Palermo
2 4
Roma
Palermo : (4-3-1-2) Sorrentino, Struna (85'Rispoli), Gonzalez, El Kaoutari, Lazaar; Rigoni, Jajalo (45'Gilardino), Chochev; Hiljemark, Trajkovski (56'Quaison), Vazquez
Roma: (4-3-3) Szczesny, Torosidis, Manolas, De Rossi,Digne; Florenzi (82'Gyomber), Nainggolan, Pjanic; Salah (75'Ucan), Iago (65'Emerson), Gervinho
SCORE: 2-4. 21' Pjanic 13' Florenzi 27'Gervinho 58'Gilardino 90' Gonzalez 91'Gervinho
ARBITRO: Damato (ITA) Ammoniti: Nainggolan (R) Struna (P) Hiljemark (P) Gilardino (P) Manolas (R)
NOTE: Dal Renzo Barbera di Palermo il match valido per la Serie A Tim

 Serviva una risposta forte alla Roma, reduce dal ko in Champions e da soli 4 punti nelle ultime tre partite ed è arrivata: con un grande primo tempo i giallorossi conquistano 3 punti fondamentali nella sfida del Renzo Barbera contro i padroni di casa del Palermo.  Segnano Pjanic, Florenzi e Gervinho doppietta, Gilardino e Gonzalez salvano la bandiera

LE SCELTE- Garcia sceglie di schierare Torosidis come terzino destro e di avanzare Florenzi a centrocampo per rilevare l'imbarazzante Vainqueur; cambia anche l'attacco con Iago al posto di Iturbe per garantire maggiore equilibrio. Iachini sceglie di lasciare in panchina Quaison e Gilardino per garantire maggiore velocità al suo attacco.

PRIMO TEMPO- Parte fortissimo la Roma e al primo affondo passa in vantaggio con un azione tutta di prima tra Iago e Pjanic che la mette alle spalle di Sorrentino con un tocco vellutato, sul capovolgimento di fronte Manolas  e Szczesny combinano un pasticcio ma Vazquez fallisce il pareggio a porta vuota; la partita si anima improvvisamente e al minuto dieci si fa vedere ancora la squadra siciliana con una bella combinazione tra Vazquez e Rigoni, che però non riesce a girarsi bene. La Roma è cinica e in uscita da un disimpegno trova il due a zero con Pjanic che tira malissimo  ma serve Florenzi nel cuore dell'area che non sbaglia e trova il raddoppio, i giallorossi sono inarrestabili e al minuto diciotto Gervinho viene servito in area ma incespica sul pallone e vanifica tutto; l'ivoriano si fa perdonare dieci minuti dopo dando un altro squillo alla partita: si invola sulla sinistra e dopo essersi accentrato saltandone tre scarica un destro a giro sotto la traversa.  Il Palermo prova a reagire subito dopo su un calcio piazzato con la traversa che dice no a Vazquez malgrado Szczesny fosse sulla traiettoria, un altro calcio piazzato al minuto trentacinque crea problemi alla Roma ma la conclusione di Trajkovski non scende in tempo; la squadra giallorossa torna a salire di giri con una bella combinazione al limite che porta Nainggolan al tiro neutralizzato da Sorrentino. L' ultimo squillo del primo tempo è di Gervinho che in pieno recupero scatta sul filo del fuorigioco e scarica una sassata che esce veramente di poco sopra la traversa.

SECONDO TEMPO- Parte forte la Roma con una bella azione sulla sinistra che libera Florenzi al tiro murato da Sorrentino, un altra occasione enorme per la Roma arriva al minuto cinquanta con Salah che scappa sulla destra e mette in mezzo un pallone che sfila nell'area piccola senza che nessuno intervenga; il Palermo riesce miracolosamente a ritornare in partita grazie a un lancio lungo per Gilardino che col sinistro non da scampo a Szczesny. La Roma accusa un po il gol del Palermo e rischia al minuto settanta ancora su un calcio piazzato con Gilardino che costringe a un grande intervento il portiere polacco, la Roma rischia di trovare il quarto gol al minuto 75' con Gervinho che tenta un pazzesco colpo dello scorpione che si infrange sulla traversa; il Palermo continua a rendersi pericoloso sui calci piazzati e al trentaseiesimo del secondo tempo su uno schema elaborato Lazaar conclude di poco a lato. Dopo qualche minuto sonnacchioso Il Palermo trova sull'ennesimo calcio piazzato il gol del tre a due con un gol di Gonzalez, ma è un gol beffa perchè sul capovolgimento di fronte Gervinho si invola un'altra volta e di punta batte Sorrentino. Finisce così, la Roma si lascia alle spalle la cocente debacle in Champions League e riparte conquistando 3 punti contro il Palermo.


Share on Facebook