Roma, verso la Samp con la voglia di sognare

Spalletti chiede ai suoi uno sforzo:con la Samp per il filotto, con il Real alle porte: "sognate, e i sogni supereranno la realtà", si dice nei corridoi di Trigoria.

Roma, verso la Samp con la voglia di sognare
Sognate, questo chiede Spalletti ai suoi

Correre, sognare, poi la realtà si farà viva, a dare indicazioni. Sembra poesia, eppure è la situazione di una squadra, la Roma, che al proprio campionato (e alla Champions) deve dare, prima che risposte, respiro. Spalletti lo sa bene ed è il primo a volere che sia così. Senza smancerie, dunque, chiede ai suoi uno sforzo in questo febbraio di fuoco. Partendo dalla Samp, il filotto è possibile, ma guai ad esaltarsi. 

Dunque, lavoro e sudore,"trabajo y sudor", come profetava Enrique nella sua annata romana. La Roma continua a lavorare senza sosta in vista del match contro la Sampdoria di domani alle 20:45. Dalla seduta di ieri sono arrivate delle buone notizie per mister Spalletti, che ha riavuto in gruppo Digne, Florenzi e Dzeko, quest'ultimo per una parte dell'allenamento, mentre Daniele De Rossi e Vasilis Torosidis hanno lavorato a parte. Possibile, dunque, una conferma della difesa a 4 messa in campo contro il Sassuolo e un ritorno al caro 4-2-3-1 data l'assenza per squalifica di Radja Nainggolan. Per la squadra, dopo il riscaldamento, una lunga fase di lavoro tattico con Spalletti pronto a interrompere per dare spiegazioni ed effettuare correzioni, infine due partitelle: una con le sponde e una a campo ridotto. Quest'oggi rifinitura alle ore 14:45, preceduta dalla conferenza stampa delle 12:30.

Intanto, ieri, è tornato al calcio giocato Kevin Strootman. Una grande notizia per tutti. Il giocatore ha svolto una parte del match di campionato primavera Roma-Avellino, giocato su erba vera anche per garantire impatto serio con il campo all'olandese. Nel corso del match Strootman ha segnato un rigore (il match è poi terminato 6-0). Grande emozione, abbracci, tweets e fotografie di rito.

Sul fronte mercato si chiarisce anche la posizione di Alisson, portiere classe 92 dell'Internacional di Porto Alegre. La Roma ha deciso in via ufficiosa, ma ormai certa, di non riscattare Sczcesny dall'Arsenal, per virare come erede del polacco sul giovane brasiliano, firmando in queste ore un accordo di massima col club. Il giocatore è da tempo sicuro della destinazione nella capitale. Alisson arriverà nella sessione estiva del calciomercato, a giugno, per un costo di circa 7 mln di euro.


Share on Facebook