Roma con l'Orma dell'Amor: cinque calci al Palermo e alle polemiche

La Roma spazza via il Palermo (5-0) non andando mai in sofferenza e rispondendo benone ad un weekend di fuoco. Baldissoni e Spalletti ricompongono la querelle con Totti, osannato dalla Sud. Analisi e pagelle dell'en plein giallorosso.

Roma con l'Orma dell'Amor: cinque calci al Palermo e alle polemiche
Roma con l'Orma dell'Amor: cinque calci al Palermo e alle polemiche

Il massimo risultato col minimo sforzo, l'en plein, è arrivato. La risposta della Roma, perentoria, arriva dal campo. Risposta ai nervi tesi del weekend di fuoco, risposta alle parvenze di divisione in un periodo della stagione in cui l'unità è la chiave del successo. La Roma c'è, come una famiglia che sconvolta da una separazione inaspettata, guarda avanti, ricompondendo il nucleo con fatica ma con la consapevolezza che per i risultati serve il lavoro in una direzione soltanto: quella positiva dell'intesa, quella vincente della concordia. 

La Roma di Spalletti si riprende l'Olimpico con 15 punti in 1 mese, rendimento alla Juve. La Roma di Pallotta si riprende il fiato perso tra dicembre e gennaio. La Roma della Sud si ritrova, ancora non al completo, a invocare i propri beniamini per un terzo posto alla portata. E ancora, la Roma tutta, si stringe intorno a Totti, perché è bambinesco andare a trovare i colpevoli di una brutta vicenda che solo i 3 punti potevano cancellare. Epilogo: Spalletti-Baldissoni e la stessa Sud ricompongono la querelle, invocando il Capitano, applaudendo il tecnico e godendosi una squadra a dir poco in forma. Asfaltato il Palermo: doppio Dzeko (30', 89'), doppio Salah(60', 63'). In mezzo, Keita(52'). E anche una topica clamorosa (28') del bosniaco, che lasciava presagire una ennesima serata-incubo. All'ex City annullato anche un altro gol, invece. Un match a senso unico, complice un Palermo poco reattivo, ancora sconvolto dai troppi cambi in panchina. Le assenze pesanti lo frenano, ma nemmeno Vazquez impensierisce la difesa romanista. Un passo falso, che da il la alla grande prestazione giallorossa. Tutta la squadra spinge con ordine, tutto il gruppo è unito: la Roma, possiamo dirlo, è tornata con merito; la Roma, possiamo dirlo, ha ritrovato Strootman (ieri 15'). Una grande notizia, per tutti. Occhio (a lui, si, ma prima ancora alla Roma).

LE PAGELLE

Szczesny sv. Mai impegnato.

Maicon 7 finalmente difende anche: rinato! Sbaglia un gol non facile ma che aveva preparato con dovizia. Strootman sv: La notizia.

Manolas 7 sta costruendo, senza fare cose pazzesche, un futuro da leader in questa squadra. Difende con un tatticismo impressionante, ma ieri è poco impegnato anche lui.

Rudiger 7 serata tranquilla anche per il tedesco, che ogni tanto prova anche la percussione offensiva.

Digne 6,5 ordinato, ma poco impegnato. Gara serena.

Keita 7 fin da subito ci prova con tiri anche da fuori. Bello il gol, meritato. Rettore.

Nainggolan 7 bellissima la palla che inventa per Salah al 62', quando poi l'egiziano s'inventa il gol del mese.

Pjanic 7 finalmente può giocare più offensivo, si merita questo. E' molto più positivo e pro-positivo. In crescita, può fare cento volte meglio. Falque sv

Florenzi 6,5 non è brillantissimo, anche perché non è quasi mai chiamato in causa. Meno mobile rispetto ad altre gare.

Salah 7,5 due gol bellissimi, uno spaziale. Una corsa continua, un match giocato ad altissimi livelli. Perotti sv ritaglia un ottimo assist.

Dzeko 7 protagonista assoluto. Si ritaglia 4 occasioni, ne mette dentro 2. Nelle altre gol annullato e....svarione clamoroso: solo con tutto lo specchio libero avanti a sè, sbaglia: "mai dire gol". E' mobile.

All.Spalletti 7 la Sua Roma, ora, c'è. Quasi risolto il caso Totti, con grande diplomazia. Ora aspettiamo l'arrivo a Roma di Pallotta per benedizione e sostegno.


Share on Facebook