Roma, il fronte dei "rinnovi" cresce

Sabatini (in uscita a luglio) lavora duro ai rinnovi dei big, con gli occhi già al mercato in entrata. La Roma, sicura del posto in champions (col preliminare o senza), può contare sul tesoretto.

Roma, il fronte dei "rinnovi" cresce
Roma, il fronte dei "rinnovi" cresce

Dopo El Shaarawy, ecco Totti, Pjanic, Nainggolan. E non solo.

Con la certezza matematica della Champions (anche se col preliminare in vista) la Roma costruisce il futuro con Spalletti, confermatissimo, che ha chiesto garanzie per i big in squadra. Che il futuro di Stephan El Shaarawy sarà ancora giallorosso non sembra più essere in dubbio. Il Faraone, a forza di gol e buone prestazioni, ha convinto tutti in casa Roma, pronta a riscattarlo dal Milan per 13 milioni di euro. Secondo quanto riportato dal portale Calciomercato.it però il riscatto avverrà alla fine del campionato ma prima dell'inizio dell'Europeo francese, per consentire all'attaccante di disputare la competizione senza pensieri di mercato. 

Manolas, Strootman e Pjanic. Questi sono i tre giocatori a cui la Roma sta pensando di blindare, rinnovandogli i contratti. All'olandese recuperato da poche partite lo promise in tempi non sospetto lo stesso presidente Pallotta. Il difensore greco è uno dei calciatori che guadagna di meno e ha molti estimatori in giro per l'Europa e alla Roma non conviene venderlo in questa sessione di mercato. Discorso diverso per Pjanic: contratto in scadenza tra due stagioni e una clausola da 38 milioni di euro da sistemare. Qui, come scrive Il Messaggero la società si trova davanti a un bivio: rinnovare o cedere. Intanto è atteso nei prossimi giorni il suo manager. 

Come riportato da Theguardian.com,inoltre, la società di Trigoria avrebbe rifiutato 23 milioni di sterline (circa 29 milioni di euro) per Nainggolan, offerte dal Chelsea di Antonio Conte, suo profondo estimatore. Secondo il portale inglese il presidente Pallotta sarebbe deciso a non ascoltare offerte inferiori a 32 milioni di sterline (circa 40 milioni di euro).

Ieri mattina intanto, a Trigoria, è stato raggiunto l'accordo tra Totti e il DG Mauro Baldissoni per il prolungamento di un anno del contratto del numero 10 giallorosso. Estensione fino al 2017 a 1 milione di euro netto più bonus a seconda delle prestazioni del capitano. Poi partirà il contratto dadirigente di 6 anni da circa 600.000 euro a stagione firmato in occasione del precedente rinnovo e confermato alle medesime condizioni. Manca solo l’ok finale di Pallotta, che una volta relazionato da Baldissoni darà appuntamento al numero 10 giallorosso nella Capitale per fine mese. 


Share on Facebook