Roma, estate già rovente. Pressing su Bruno Peres, ma non solo

In casa Roma mercato attivissimo. E spunta l'ok di Wenger per un altro anno di Szczesny coi colori giallorossi.

Roma, estate già rovente. Pressing su Bruno Peres, ma non solo
Roma, estate già rovente. Pressing su Bruno Peres, ma non solo.

Aumentano giorno dopo giorno le probabilità di vedere Wojciech Szczęsny per un altro anno con la maglia della Roma. Secondo quanto riportato da Leggo questa mattina, il tecnico dell'Arsenal, Arsène Wenger, avrebbe dato l'ok per un'altra stagione in prestito. Buone notizie quindi per i giallorossi e per Spalletti che ha fiducia nel polacco e vuole permettere ad Alisson di ambientarsi con tranquillità.

Si torna a parlare, invece, di Bruno Peres. Il terzino brasiliano, seguito da tempo dal club giallorosso e che sembra godere della stima di Spalletti, potrebbe arrivare in giallorosso con Iago Falque che farebbe il viaggio inverso per Torino. Secondo quanto riportato da Tuttosport, per lo spagnolo, ai margini del progetto tecnico della Roma, il discorso era stato aperto già a gennaio e ancora adesso sarebbe il giocatore giusto per il club granata.

Chi invece sembra davvero ad un passo da lasciare Roma è- nonostante le notizie che circolano sulla volontà di restare a Roma- il centravanti bosniaco Dzeko. Secondo quanto raccolto da La Repubblica, oltre all'interesse del Liverpool, la destinazione più probabile per l'attaccante sembra essere l'Inter. In neroazzurri dovranno far cassa per ripianare il buco di bilancio e probabilmente cederanno Icardi per una cifra che si aggira sui 40 milioni di euro. Parte di quei soldi potrebbe essere girata per il 9 giallorosso, pagato 17 milioni complessivi e che potrebbe partire per 14 milioni di euro.

Altre novità: nel suo ultimo viaggio a Londra dove ha incontrato la dirigenza del Chelsea, Sabatini, oltre a discutere del riscatto per Salah, ha sondato il terreno per diversi giovani di proprietà dei blues. Fra gli osservati speciali c'è Charly Musonda, esterno classe '96 quest'anno in prestito 5 mesi al Betis, che il ds giallorosso vorrebbe fortemente portare a Roma. Abramovich però tiene ai propri futuri talenti e vorrebbe cedere il belga in cambio di uno o più giocatori giallorossi. Su Nainggolan la Roma è stata chiara: il prezzo è di 45 milioni e il Chelsea è fermo a quota 35, e deve anche convincere il centrocampista a lasciare Roma. Per Manolas il discorso cessione è difficile quest'anno, visto la clausola sul ricavato da dare all'Olympiakos. Quindi per entrambi se ne potrebbe parlare la prossima estate. Ma il futuro club di Conte ha messo gli occhi su un altro romanista, Antonio Rüdiger. Secondo quanto riportato da Il Tempo, per il tedesco non è esclusa una cessione entro il 30 giugno e dal Chelsea potrebbe venire si il rinforzo d'attacco che vuole Sabatini sia una parte di quei soldi che servono per ripianare i conti di Pallotta.

Infine, riportiamo le parole dell'agente di Ansaldi, Culasso, a calciomercato.com: "Credo proprio che resterà in Italia. Al momento non c’è ancora niente di definito, ma piace molto sia all’Inter che alla Roma. Sarà il Genoa a decidere il futuro del ragazzo, non dipenderà da noi. Il Genoa ha l'opzione per riscattarlo dallo Zenit valida fino al 31 maggio, quindi non ci resta che aspettare. Parliamo di grandi squadre, che un anno possono rimanere fuori dalla competizione e l’anno dopo qualificarsi. La Champions non sarà assolutamente determinante nella sua scelta”.

AS Roma