Roma, rivoluzione in difesa

La Roma, con il mercato ancora ai blocchi di partenza, è in continuo movimento. Ora si guarda alla difesa, partendo proprio da quel Rudiger ai saluti.

Roma, rivoluzione in difesa
Roma, rivoluzione in difesa

La Roma cambia volto. Soprattutto in un reparto, la difesa, anche per la prossima stagione, i giallorossi sembrano destinati a mutare la coppia centrale, con Antonio Rüdiger sempre più vicino al Chelsea. Il sostituto probabilmente sarà Umtiti del Lione, ma rimangono sotto osservazione Musacchio del Villarreal, Inigo Martinez del Real Sociedad e Acerbi del Sassuolo. Sulla fascia sinistra Spalletti vorrebbe confermare Digne, ma la richiesta di 15 milioni da parte del PSG non convince la dirigenza romanista che valuta le alternative: in pole Ansaldi del Genoa e Mario Rui dell'Empoli. A tal proprosito sono da riportare le conferme dell'interesse giallorosso per il difensore dei toscani da parte dell'agente del giocatore, che ha fatto come primo nome, nella scala dei team che adocchiano Rui, proprio quello dei giallorossi. 

Per la porta è molto probabile il rinnovo del prestito per Szczesny dall'Arsenal, con Alisson in prestito per una stagione. A riportarlo Il Messaggero.

Rimandendo in difesa, viste le voci su Rüdiger e la clausola valida fino a settembre del 50% dei ricavi da dare all'Olympiacos, è difficile immaginarsi che la Roma possa privarsi in questo mercato di Kostas Manolas. L'unica preoccupazione sarebbe data dalla volontà del greco di lasciare la capitale adesso per cercare fortuna con club più blasonati. In quel caso, i giallorossi dovrebbero arrendersi alla sua cessione e cercare un sostituto. Secondo quanto filtra dal portale vocegiallorossa.com, il nome giusto sarebbe quello di Vedran Corluka, difensore centrale classe '86 in forza al Lokomotiv Mosca. Il nome del giocatore sarebbe stato fatto proprio da Spalletti, che ha conosciuto il croato durante la sua avventura in Russia.

Infine, un aggiornamento: James Pallotta è già arrivato in Europa, precisamente a Londra dove rimarrà fino a domenica per completare i propri impegni di lavoro legati alla Roma. Poi è atteso nella capitale per restarci una settimana, nella quale dovrà sciogliere diversi nodi legati ai giallorossi: in primis il rinnovo di Totti, che verrà deciso entro martedì; poi ci sarà da affrontare il tema mercato con Sabatini, sia in entrata ovviamente, che in uscita.

AS Roma