Roma, a Trigoria si pensa alla Juve: per Spalletti formazione obbligata

La Roma prepara il match di sabato sera con alcuni recuperi importanti e le certezze di un undici da schierare, titolare, ma senza alternative.

Roma, a Trigoria si pensa alla Juve: per Spalletti formazione obbligata
Spalletti ha gli uomini contati, foto vogliadiroma.com

La Roma è tornata ad allenarsi a Trigoria in vista della super sfida di sabato 17 allo Stadium contro la Juventus. La squadra è stata suddivisa in due gruppi dopo aver lavorato in palestra: da una parte chi ha giocato nel match di lunedì contro il Milan, per un lavoro di scarico, e dall'altra chi non è sceso in campo, impegnato in un lavoro atletico e tattico, con un torello, un'esercitazione sull'inferiorità numerica sull'uscita bassa e una partita a campo ridotto. Leandro Paredes ha svolto lavoro individuale, stessa cosa per Salah che però si è alternato tra palestra e campo e che, secondo quanto rende noto Roma Radio, potrebbe tornare in gruppo verso la metà di questa settimana. Individuale anche per Florenzi, mentre è ancora influenzato Francesco Totti.

Spalletti dunque viaggia verso la terza sfida consecutiva con una margherita di scelta ridotta. Dopo le gare contro Lazio e Milan (un solo cambio effettuato dal toscano), anche sabato in difesa non ci saranno Thomas Vermaelen, Mario Rui e Jesus, risparmiati dal tecnico. Dunque la retroguardia canonica troverà ancora spazio, con Emerson sempre più prima scelta del certaldino; a centrocampo coppia obbligata, composta da Daniele De Rossi e Kevin Strootman, con Radja Nainggolan incursore, mentre in avanti, spazio al trio El Shaarawy-Dzeko-Perotti. Ci sarebbe in teoria Juan Manuel Iturbe, mai schierato da titolare in campionato da Luciano Spalletti.

La formazione che affronterà i bianconeri nel big match della diciassettesima giornata sembra già fatta, con la speranza però di poter arrivare a Torino con un Salah in più, come detto.

JUVENTUS-ROMA, Probabile formazione ROMA (4-2-3-1):

Szczesny; Rüdiger, Manolas, Fazio, Emerson; De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Nainggolan, Perotti; Dzeko.


Share on Facebook