Roma, prime parole di Grenier: "Farò vedere che con me il Lione ha sbagliato"

Grenier si è presentato in conferenza stampa, promettendo di mettere in mostra tutte le sue qualità

Roma, prime parole di Grenier: "Farò vedere che con me il Lione ha sbagliato"
Clement Grenier, vocegiallorossa.it

Clement Grenier è il regalo che la Roma ha fatto a Spalletti per il centrocampo giallorosso. Il francese classe '91 è arrivato dal Lione negli ultimi giorni del mercato, ma su di lui pesano alcuni dubbi. Non legati al talento e alle sue qualità tecniche, ma al fatto che ha già dovuto superare alcuni infortuni abbastanza gravi nel corso della sua giovane carriera. Pensiero che ha fatto venire il sospetto che il Lione si sia in qualche modo voluto liberare di lui anche per questo motivo.

Grenier oggi è stato presentato in conferenza stampa e ci ha subito tenuto a spazzare via le perplessità sul suo stato di forma: "In parte gli infortuni mi hanno condizionato, poi ho smaltito i problemi. C’era tanta concorrenza, l’allenatore doveva fare delle scelte. Io ho lavorato molto per ottenere delle opportunità, fa parte della mia esperienza. Non ho mai compreso fino in fondo cosa è successo a Lione e perché non rientravo più nei piani. Ho lavorato per sfruttare le occasioni che sarebbero arrivate, voglio dimostrare al Lione che si è sbagliato e che la Roma ha fatto bene a puntare su di me. Mi dispiace che l’esperienza al Lione sia finita così, ma resterà una pagina importante nella mia carriera. Volevo fortemente la Roma, ho la fortuna di essere in uno dei club più grandi d'Europa e del mondo. Si è trovato subito l'accordo tra le parti."

Clement Grenier, forzaroma.info
Clement Grenier, forzaroma.info

Spalletti dovrà ora decidere in quale ruolo impiegare Grenier a centrocampo, anche in base a quello che sarà il modulo di gioco che verrà scelto: "Ho già parlato col mister delle mie caratteristiche e di quale potrebbe essere il ruolo più adatto a me. Sono polivalente, ho giocato in tutti i ruoli del centrocampo e voglio mettere le mie qualità a servizio della squadra qualunque sia la mia posizione. Mi piace calciare le punizioni, ho avuto la fortuna di avere un maestro come Juninho." Scelta che però potrà limitarsi solamente al campionato perchè il Lione è retrocesso in Europa League dopo i gironi di Champions: "Non posso giocare l'Europa League, che è una competizione importante per la Roma, pienamente in corsa per tre competizioni. Devo dare il massimo per ritagliarmi spazio e giocare quante più partite possibili per dimostrare alla squadra il mio contributo. Spero che la Roma arrivi il più lontano possibile nelle competizioni e possa raggiungere gli obiettivi. Arrivo in un grande club nel momento giusto per poter continuare a crescere. Il mio obiettivo è restare qui a lungo e ritrovare la nazionale francese."