Roma, serata di grandi gol col Torino. Spalletti: "Stasera squadra forte, siamo stati davvero bravi "

La Roma supera il Toro nella serata dei gran gol. Apre le danze Dzeko, poi Salah, Paredes e Nainggolan nel finale. Gol dell'orgoglio per Maxi Lopez, la Roma all'Olimpico si conferma leader.

Roma, serata di grandi gol col Torino. Spalletti: "Stasera squadra forte, siamo stati davvero bravi "
toronews.it

Vittoria rotonda per la Romal'ennesima in casa. Avversario di turno il Torino, che dura solo qualche minuto nel secondo tempo, senza incidere mai sul risultato. Un 4-1 secco, di risposta a Juve e Napoli (4-1 bianconero con il Palermo, 3-1 azzurro contro il Chievo). Un prezioso risultato tra i due match europei, utile per proseguire la striscia di risultati, fatta di prepotenza offensiva e stabilità arretrata, a conferma della maturità dei giallorossi. Spalletti a fine gara può davvero gioire.

Spalletti a Premium Sport

A fine gara Spalletti puntualizza, tra i temi della gara, il "non essersi distratti dopo i gol in Europa League". Per il certaldino "Siamo stati bravi, senza dare nessun vantaggio al Toro, dal primo minuto abbiamo messo in mostra le nostre qualità. La mentalità vincente è quella del lavoro sul dettaglio. Il nostro pensiero fisso deve essere quello di vincere, passare belle serate. Noi e i tifosi". Come fare? Con i giocatori forti, con i talenti e leader come Totti, cosa che ancora non abbiamo trovato in pieno, e dunque siamo con Totti. Ma di giocatori così ne dobbiamo avere più d'uno. Dzeko, ad esempio, fa parte di questo: ora si sente importante, in questo gruppo forte che sa giocare al calcio.

Su Florenzi, la dedica col cuore di tutta la squadra: "avevamo il 24 sulle maglie, sul giaccone, perché lui era con noi".

Al piccolo accenno sul rinnovo non replica, ma anzi ribadisce che "è Totti quello a cui va rinnovato il contratto se lui vorrà, per quello che fa e quello che ci da". Poi la chiusura su Dzeko, arrivato al 18esimo gol in A: Lui è eccezionale, un ragazzo molto sensibile. Ti fa vedere come è il campione sotto l’aspetto dello spogliatoio, umiltà, presenza, garbo. Lui è una persona garbatissima, è una persona perbene. Non è il classico furbetto, il fatto di non esser accettato dentro una piazza importante gli ha portato confusione. E ora è fondamentale.

Paredes a Sky

Molto contento l'argentino per il gol, per un match giocato bene e per la fiducia datagli da Spalletti. “Dovevamo dare la nostra risposta, avevano vinto tutte e sapevamo che non potevamo sbagliare questa partita, era importante. Dovevamo crescere e lo stiamo facendo, dovevamo lavorare e dobbiamo continuare a farlo. Ora mi sento meglio in mezzo al campo, posso ancora migliorare. I miei compagni stanno facendo benissimo, spero di essere alla loro altezza”, commenta Paredes.

Baldissoni a Premium Sport

Il dg romanista nel pre gara è tornato sullo Stadio della Roma: Voglio sottolineare il fatto di non voler commentare mai quello che succede, è obbligatorio mantenere un profilo istituzionale. Noi abbiamo interloquito con le autorità competenti, ma rimanere in silenzio è complicato perché abbiamo sentito sciocchezze a quantità industriale. Quest'ultima novità (il vincolo MiBact sull'ippodromo di Tor di Valle) mi ha fatto arrivare tantissimi messaggi, la gente non capisce si fa delle domande e fa dei pensieri strani e ci chiede perché un manufatto in totale stato di abbandono, dove non entra nessuno, meriti improvvisamente dopo anni dalla presentazione del progetto, una tale protezione da impedire un investimento da un paio di miliardi.


Share on Facebook