La Roma è fermata dai legni: 1-1 con l'Atalanta

La Roma perde due punti contro un'Atalanta fisica e compatta, abile a sfruttare l'avvio diesel dei giallorossi e un pizzico di fortuna.

La Roma è fermata dai legni: 1-1 con l'Atalanta
Foto: As Roma/Twitter
Roma
1 1
Atalanta
Roma: (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Manolas (46' Bruno Peres), Fazio, Mario Rui; De Rossi (77' El Shaarawy), Strootman; Salah, Nainggolan, Perotti (86' Totti); Dzeko.
Atalanta: (3-5-1-1): Gollini; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessié, Cristante (53' D'Alessandro), Freuler, Hateboer; Kurtić (67' Cabezas); Petagna (84' Paloschi).
SCORE: 22'Kurtic 50'Dzeko
ARBITRO: Piero Giacomelli della sezione di Trieste. Ammoniti: Hateboer (ATA), Gollini (ATA), Mario Rui (ROM), Rüdiger (ROM)
NOTE: Dallo Stadio Olimpico il match di Serie A Tim

La Roma frena del tutto la sua corsa scudetto, perdendo due punti in casa contro un'Atalanta fortunatissima (due legni per la Roma) e abile a sfruttare il primo tempo spento della squadra capitolina che nel complesso, per quanto mostrato nel secondo tempo, avrebbe meritato la vittoria .

PRIMO TEMPO - La Roma parte alta cercando di superare il solito muro dell'Atalanta, ma al terzo minuto sono gli orobici a rendersi pericolosi per primi con Hateboer che in ripartenza arriva a rimorchio sullo scarico di Kurtic ma si fa deviare il tiro sul fondo. Dopo questa fiammata iniziale, le squadre si annullano vicendevolmente con una grande pressione sulla mediana e per vedere un'occasione bisogna attendere il decimo minuto, quando Petagna lavora un pallone di Freuler in mezzo all'area ma calcia altissimo. I giallorossi non sembrano in grande giornata e si fanno vedere solo al quarto d'ora con Fazio che stacca sfiorando il palo dopo un cross di Daniele De Rossi. Dopo l'occasione del difensore argentino la Roma prende coraggio e campo e al diciannovesimo si presenta bomber Dzeko. Addomestica un lancio lungo di Nainggolan ma calcia a giro in maniera imprecisa. Lo sbilanciamento della Roma però viene punito dall'Atalanta al ventunesimo. Kurtic è abile a girare al volo in porta il cross di Conti, 1-0 per gli ospiti; la Roma non riesce a reagire e la partita si addormenta addirittura fino al trentacinquesimo, quando Fazio combina un pasticcio lanciando Petagna che una volta arrivato in area non riesce a girare perdendo l'attimo. La prima vera occasione di marca giallorossa arriva solo al trentacinquesimo, quando sugli sviluppi di un corner De Rossi colpisce e costringe Gollini a salvare sulla linea, è questo l'ultimo sussulto del primo tempo che si conclude con poche emozioni e con l'Atalanta in vantaggio.

SECONDO TEMPO - La Roma passa alla difesa a tre per essere più offensiva ad inizio ripresa e i risultati si vedono subito in quanto al quarantanovesimo i giallorossi trovano il pareggio con Edin Dzeko che sfrutta una sponda di Salah su cross di Mario Rui. Tre minuti dopo la Roma rischia di trovare subito il raddoppio su un altro cross stavolta di Peres per Salah che da due passi non riesce ad anticipare Gollini; Momo Salah è ancora protagonista al cinquantaseiesimo quando mette in mezzo un pallone invitante per Perotti che però la lascia rimbalzare e la perde. Un minuto dopo la Roma colpisce anche un legno con De Rossi che, sempre sugli sviluppi di un angolo, colpisce il palo esterno con una semirovesciata pazzesca. 

A mezz'ora dalla fine, la Roma ha l'ennesima occasione della sua partita con Salah che manca clamorosamente il tap-in sulla respinta di Gollini dopo un tiro non irresistibile di Perotti. L'Atalanta non supera più la metà campo e rischia più volte di soccombere come al sessantasettesimo quando Nainggolan riceve al limite defilato e colpisce il sette con un tiro spaventoso. Dopo questa emozione non succede più nulla, l'Atalanta rinuncia a giocare e la Roma risulta troppo confusionaria; il sussulto successivo è addirittura all'ottantunesimo su un altro calcio piazzato, quando Fazio è pericolosissimo colpendo col ginocchio da due passi. Il finale è un continuo batti e ribatti nella metà campo dell'Atalanta senza che i giallorossi riescano a trovare il meritato vantaggio.