Pescara-Roma in Serie A 2016/17 (1-4): poker Roma, Benali per la bandiera!

Pescara-Roma in Serie A 2016/17 (1-4): poker Roma, Benali per la bandiera!
Pescara-Roma in diretta, Serie A 2016/17 LIVE (20.45)
Pescara
1 4
Roma
Pescara: (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda (Fornasier 79'), Bovo, Biraghi; Coulibaly (Verre 65'), Memushaj, Muntari (46' Bruno); Benali, Bahebeck, Caprari. All. Zeman
Roma: (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas, Emerson (79' Juan Jesus); Strootman, Paredes (81' Perotti); Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko (70' Grenier). All. Spalletti
SCORE: 0-1, 43', Kevin Strootman. 0-2, 44', Radja Nainggolan. 0-3, 47', Mohamed Salah. 0-4, 59', Mohamed Salah. 1-4, 82', Ahmed Benali.
ARBITRO: Massimiliano Irrati. Ammoniti: Biraghi 36', Muntari 39'.
NOTE: Si gioca il posticipo del lunedì della 33esima giornata di Serie A 2016/17. Match in programma alle 20.45 allo Stadio Adriatico-"Giovanni Cornacchia" di Pescara, Italia.

22.52 - Per noi stasera è davvero tutto. Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per avermi seguito. Una buonanotte da parte mia e di tutta la redazione calcio di VAVEL Italia. L'appuntamento è alla prossima diretta, sempre su questi schermi. A presto, ciao!

22.48 - Ottima prestazione invece per la Roma, che domina, comanda e dilaga salendo a +4 sul Napoli terzo a cinque giorrnate dalla fine. In gol Strootman, Nainggolan e Salah due volte, con una menzione speciale per l'altruismo di EL Shaarawy, autore due volte di un passaggio vincente quando era solo davanti al portiere. Menzione anche per Dzeko, ma in negativo: sostituito da Spalletti al 70', il bosniaco ha platealmente insultato e mandato a quel paese il suo tecnico, rientrando negli spogliatoi senza passare dalla panchina.

22.42 - Pagina davvero scura della stagione e della storia del Pescara: con appena quattrodici punti in 33 partite, i biancoazzurri sono la prima squadra retrocessa in questo campionato. Campionato sostanzialmente mai iniziato per gli abruzzesi, in difficoltà contro qualunque avversaria e con qualunque sistema di gioco. Il bel gioco di inizio stagione col tempo è svanito sotto il peso della delusione, e l'arrivo di Zdenek Zeman in panchina al posto di Massimo Oddo non ha fatto altro che peggiorare la situazione.

90' FINISCE QUI! FINISCE QUI! ALTRA SCONFITTA IMPIETOSA PER IL PESCARA, CHE PERDE 1-4 IN CASA CONTRO LA ROMA ED E' ARITMETICAMENTE RETROCESSO IN SERIE B! Ancora una volta, quindi, per il Delfino dura solo una stagione la permanenza in Serie A: annata terribile, la sensazione è che sia tutto da ricostruire per gli abruzzesi.

89' - Ripartono i giallorossi, Bovo fa sentire i tacchetti a Perotti. Punizione.

88' - Hanno staccato il cervello però anche quelli della Roma: Juan Jesus prima non controlla un pallone facile regalando la rimessa laterale, poi travolge Zampano sulla fascia.

88' - Altra palla dentro di Bruno che sfila sul fondo.

86' - BIRAGHI! Che botta! Gran mancino dai 25 meti di Biraghi, che batte Szczesny ma trova il palo pieno! Anche sfortunato il Pescara, conclusione che aveva trovato un angolo interessante nonostante il gran tuffo del portiere polacco e forse meritava più fortuna.

85' - Non si placa Benali che pressa alto, anticipa Nainggolan e conquista un calcio di punizione da posizione molto pericolosa.

82' GOL DEL PESCARA! GOL DELLA BANDIERA, LO FIRMA AHMED BENALI! Ottima iniziativa di Memushaj che attacca sulla destra, finta, rientra, si libera di due uomini e mette dentro il mancino teso: Benali impatta coi tempi giusti sul primo palo e tocca quel tanto che basta per mettere la palla sul secondo palo. Gioia assolutamente effimera per il Pescara, che quantomeno rovina il cleen sheet agli avversari.

81' - Bruno col lob, troppo lungo, a cercare Verre sulla sinistra. Nel frattempo Spalletti manda dentro anche Perotti al posto di Paredes.

79' - Doppio cambio: Juan Jesus prende il posto di Emerson nella Roma, Fornasier quello di Coda nel Pescara.

77' - Biraghi dentro per Bahebeck che cerca una sorta di scorpione, senza fortuna.

73' - Piazzato senza esito, ma continua ad attaccare il Pescara.

72' - Nel frattempo, in campo, punizione dalla trequarti destra per il Pescara.

70' - ATTENZIONE! Pessima scena per la Roma: Spalletti, evidentemente infastidito dalla concentrazione di tutta la squadra nel voler far segnare Dzeko, in cima alla classifica marcatori, lo sostituisce mandando in campo l'acquisto di gennaio Grenier. Il bosniaco, visibilmente stizzito, ha mandato letteralmente a quel paese, sia a parole che a gesti, il proprio allenatore, uscendo ed andando direttamente negli spogliatoi. Ad una settimana dal derby, nel finale di una partita assolutamente dominata, potrebbe aprirsi un piccolo caso per la Roma.

69' - Dzeko imbecca El Shaarawy che controlla col mancino, si gira sul destro e calcia sotto l'incrocio, ma il gioco è fermo per fuorigioco.

68' - Si gioca davvero in un atmosfera surreale a Pescara: da inizio partita, complice la contestazione dei tifosi abruzzesi, cantano solo i supporters giallorossi. In campo, invece, si procede per automatismi: oramai per il Delfino non c'è modo di evitare sconfitta e retrocessione aritmetica.

65' - Secondo cambio per Zeman che fa uscire Coulibaly per mandare dentro un (fischiatissimo) Valerio Verre, probabilmente reo di aver già firmato da tempo con la Sampdoria.

63' - Coulibaly! Qualche scintilla per il Pescara, con il classe '99 che si fa spazio sulla sinsitra in area, arrivando al mancino dal fondo. palla sull'esterno della rete.

59' SALAAAAAH! QUATTRO A ZERO! Ma El Shaarawy è in serata Telethon! Altro assist di puro cuore per l'ex-Milan! Il secondo corner consecutivo è un vero disastro per il Pescara: palla battuta all'indietro e subito catturata da Salah che si lancia in campo aperto per imbucare verso El Shaarawy. Ancora solo davanti a Fiorillo, l'italiano ripete il gesto d'altruismo del primo gol e tocca verso il centro dove accorre puntuale il suo compagno: tocco facile facile di destro e poker giallorosso.

58' - Due volte vicino al gol il Pescara! Prima Biraghi arriva bene in fondo a sinistra e, col cross teso, per poco non costringe Manolas all'autorete. Sul corner, invece, è Bahebeck a staccare sul primo palo incrociando la traiettoria: il suo colpo di testa fa la barba al palo.

51' - Tutti verso Dzeko: palla dentro, controllo di petto e sinistro in girata. Coefficente di difficoltà altissimo, palla sull'esterno della rete.

50' - Adesso si ragiona addirittura per la classifica marcatori: Salah, ancora una volta in 2vs0 contro la "difesa" Pescarese, lascia l'onore a Dzeko, che però controlla con qualche esitazione e permette a Coda di rientrare a contrasto. Si salvano i biancoazzurri.

48' - MOHAMED SALAAAH! SUBITO, TRIS DELLA ROMA! MA CHE AZIONE DI EMERSON PALMIERI! Il brasiliano parte dalla sinistra, va via agli avversari come se fossero birilli ed appoggia sulla sinsitra per El Shaarawy. L'italo-egiziano mette dentro per Salah che, poco dentro l'area di rigore, controlla e lascia andare il mancino a giro, colpendo proprio l'ultimo centimetro di porta disponibile per beffare il tuffo di Fiorillo. 3-0, si rischia davvero la mattanza a Pescara.

47' - Subito Paredes dalla distanza: destro fuori misura, qualche metro alla destra di Fiorillo.

46' - Pescara che parte con un cambio in mediana: Alessandro Bruno rileva Sulley Muntari, a rischio doppio giallo. Non cambia niente dal punto di vista tattico.

46' - VIAAAA! INIZIA IL SECONDO TEMPO!

21.45 - Partita che già sembra chiusa dopo soli 45'. Va bene Zemanlandia, il Boemo è sempre fedele ai suoi dettami, ma così è davvero troppo: il Pescara ha concesso delle autostrade all'attacco più rapido dell'intero campionato, e sta pagando fin troppo poco per quanto concesso. Davanti si è visto qualcosa, la linea ha messo spesso in fuorigioco gli attaccanti della Roma, ma è bastato distrarsi per due minuti per rovinare l'intera partita. Davvero inspiegabile come la Roma si sia trovata spesso in 2vs2, 3vs3 o addirittura in superiorità numerica su comuni situazioni di recupero palla in pressing. A meno di miracoli, tra un'ora avremo la prima squadra matematicamente retrocessa di questa Serie A 2016/17.

21.38 - Partita senza storia all'Adriatico: la Roma ha sostanzialmente chiuso il Pescara nella propria metà campo, arrivando a tirare diverse volte verso Fiorillo. Dopo i primi venti minuti gli ospiti hanno un po' mollato la presa e la contesa è stata più equilibrata, con un paio di mezze occasioni per i padroni di casa, ma agli uomini di Spalletti è bastato sfruttare al meglio le ennesime due imbucate nella difesa di Zeman per fare uno-due e mettere in ghiaccio la partita proprio prima dell'intervallo. Reti di Strootman, gentilmente accompagnato in rete da una grandissima iniziativa di El Shaarawy, e di Nainggolan, arrivato già al decimo centro stagionale in campionato.

45' FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO! Fischia Irrati, è 2-0 Roma all'intervallo.

44' - GOOOOOOL! RADDOPPIO ROMA! NEL GIRO DI UN MINUTO, A SEGNO ANCORA DLI OSPITI CON RADJA NAINGGOLAN! INCREDIBILE! Decimo gol in campionato di Nainggolan: Salah va ancora via in campo aperto, la difesa del Pescara è inesistente, Dzeko non arriva in tempo per concludere a rete ma riesce a controllare, defilarsi ed appoggiare la palla proprio dove si sta inserendo il belga. Piattone destro a battere Fiorillo, partita sostanzialmente già ipotecata dalla Roma.

43' GOOOOOOOOOOL! ECCOLO IL GOL DELLA ROMA! HA SEGNATO KEVIN STROOTMAN! FACILE FACILE! Dopo tanti brividi, Zeman paga cara la linea altissima: El Shaarawy è fulmineo nello spazio e controlla da maestro, a seguire, il lancio di Manolas. Auto-lanciatosi davanti a Fiorillo, il 92 è altruista e appoggia verso il centro, dove arriva a rimorchio Strootman che può depositare in rete a porta vuota. UNO A ZERO, LA SBLOCCA LA ROMA!

42' - Salah! Che brutto! Ennesima imbucata, stavolta di Nainggolan, l'egiziano prova l'esterno mancino al volo ma non ottiene esattamente il risultato sperato.

39' - Giallo anche per Sulley Ali Muntari, che travolge letteralmente da dietro la progressione di Paredes. A terra dolorante il mediano di Spalletti, entra lo staff medico.

38' - El Shaarawy con un brutto pallone verso Dzeko. Il bosniaco non può arrivarci e rifila un'occhiataccia al compagno. Il pallone, effettivamente, era facile ed in orizzontale.

36' - Che numeri di Momo Salah, che nasconde la palla a due avversari. Biraghi, diffidato, lo stende nettamente e prende il primo giallo del match. Salterà la trasferta di Cagliari.

35' - Ancora Salah ad andarsene sulla destra, dopo il rimpallo arriva un corner per la Roma.

34' - Meglio però da un quarto d'ora buono il Pescara, che sta riuscendo a distendersi con continuità soprattutto sulle fasce. Ottime le iniziative di Zampano e Biraghi.

33' - Salah! Era arrivato al cross Rudiger, sul primo palo Coda allontana male un pallone tutt'altro che pericoloso e sostanzialmente permette a Salah di colpire col destro di collo pieno: palla  altissima, ma che pericolo

33' - Prova a riportare avanti il baricentro la Roma: tutti i 22 in campo tranne Szczesny sono nella metà campo degli uomini di Zeman. 

32' - El Shaarawy prova l'iniziativa solitaria, ne fa fuori due, ma Muntari lo ferma in scivolata.

31' - Bahebeck! Palla filtrante, Szczesny è fuori posizione ma l'ex-PSG non trova il tempo giusto per il sinistro, che arriva da posizione defilata e termina sul fondo.

30' - Serie di errori da una parte all'altra: l'ultimo è di Salah che butta alle ortiche un contropiede 3vs3.

29' - Primo squillo dei padroni di casa, con Bahebeck che arriva sul fondo a sinistra ma non riesce a mettere dentro il pallone. Squadre più lunghe ora, si gioca di più nella metà campo della Roma.

28' - Altro episodio simile: Salah ed El Shaarawy si lanciano a rete, ma erano entrambi oltre l'ultimo difensore.

26' - Altro lancio verso Salah, ma la difesa di Zeman è altissima e mette ancora in fuorigioco l'egiziano.

26' - Ottima intuizione di Caprari per Benali che aveva tagliato centralmente: arriva un contrasto piuttosto duro, ma per Irrati è tutto regolare. Si riparte da Szczesny.

24' - Qualche minuto di tranquillità all'Adriatico, con la Roma che sta perdendo un po' le misure dei passaggi.

21' - Buona palla recuperata da Biraghi che, quasi involontariamente, pesca Caprari in campo aperto col rinvio. L'attaccante ex-Roma, però, è partito poco oltre la linea di difesa.

20' - Altro lancio in profondità, stavolta lo scatto di El Shaarawy arriva in netta posizione di fuorigioco. Il Pescara perde però subito palla, ricomincia il torello degli ospiti.

17' - Quantità imbarazzante di possesso palla per la Roma: qui sfoga ancora sulla destra col tiro a giro di Strootman, senza fortune.

16' - DZEKO! Sugli sviluppi dell'ennesimo corner è Rudiger a mettere dentro il cross: contrasto aereo e rimpallo sul quale si tuffa Dzeko, col mancino a due passi da Fiorillo. Bravo il portiere degli abruzzesi ad opporsi in qualche modo in uscita.

14' - Altro cross verso il bosniaco, che stavolta trova Coda a deviare la sua zuccata. Blocca Fiorillo.

13' - Dzeko! Palla scodellata dentro da Strootman, Dzeko è tutto solo sul secondo palo ma di testa non trova la porta. Roma sostanzialmente nel bel mezzo di un allenamento agonistico.

10' - Costante proiezione offensiva per la Roma, che cerca di scardinare la difesa biancoazzurra, ora meno spavalda.

8' - Altri due tiri in un minuto, entrambi dal mancino di Strootman ed entrambi lontani dalla porta di Fiorillo.

6' - EL SHAARAWY! Quanto si sta scoprendo il Pescara! Dopo il corner riparte Salah, solo contro due, riuscendo a spuntarla per poi appoggiare su El Shaarawy: l'ex-Milan è tutto solo a tu per tu con Fiorillo, ma gli calcia addosso col mancino!

5' - Pericoloso Bahebeck che raccoglie il rinvio di Biraghi, punta Manolas e calcia in porta: il greco devia in scivolata e per poco non beffa Szczesny con il pallonetto.

4' - Coulbaly si tuffa bene sulla palla vagante, ma il suo suggerimento di tacco non raggiunge Benali.

2' - SEGNA SALAH, MA E' OFFSIDE! Inizia in quarta la Roma, con l'egiziano a depositare in rete dopo la triangolazione tra Dzeko ed El Shaarawy. Il fischio arriva in netto ritardo, e la posizione di Salah è molto molto al limite. Davvero difficile da capire, anche al rallentatore.

1' - E VIA! INIZIA PESCARA-ROMA!

20.45 - Minuto di raccoglimento per ricordare Michele Scarponi, ciclista ex-campione del Giro D'Italia, tragicamente scomparso in un incidente stradale.

20.45 - Memushaj e Nainggolan, ora, si scambiano i gagliardetti e sorteggiano palla e campo con Irrati.

20.43 - Momento dei saluti di rito dopo l'inno della Serie A.

20.42 - Eccoli! Squadre in campo!

20.36 - Squadre negli spogliatoi, manca pochissimo al via!

20.35 - Ecco le immagini dallo Stadio, offerte dal profilo twitter ufficiale della Roma.

20.30 - Quindici minuti al via, riscaldamento alle ultime fasi.

20.26 - L'arbitro della contesa sarà Massimiliano Irrati della sezione di Pistoia: con lui, la solita squadra formata dagli assistenti Marzaloni e Vivenzi, dagli addizionali Massa e Rapuano e dal quarto ufficiale Manganelli.

20.23 - Serata molto umida sulla costa abruzzese, temperatura che si aggira attorno ai 15°C. Qualche nuvola è presente ma non si teme pioggia.

20.20 - Iniziato il riscaldamento a Pescara.

20.12 - Sorpresa all'Adriatico: subito presente il neo-DS Monchi! Eccolo, accompagnato dal suo inconfondibile sorriso, che si presenta ai primi giocatori.

20.10 - Ultime luci del tramonto su Pescara, poco più di 30 minuti al via!

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda, Bovo, Biraghi; Coulibaly, Memushaj, Muntari; Benali, Bahebeck, Caprari. All. Zeman

20.09 - Tutto confermato invece per Zeman, che si affida al tridente Benali-Bahebeck-Caprari ed alla fisicità di Muntari e Coulibaly a centrocampo.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas, Emerson; Strootman, Paredes; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. All. Spalletti

20.06 - Una sorpresa per reparto da Spalletti: in difesa la spunta Emerson come opposto di Rudiger, vincendo la doppia concorrenza di Juan Jesus e Mario Rui. Davanti c'è El Shaarawy, mentre De Rossi ha accusato qualche fastidio alla caviglia destra e non sarà del match. Al suo posto Paredes in mediana, capitano Nainggolan.

20.04 - Eccoci collegati amici appassionati di calcio e non! Via subito con le formazioni ufficiali!

Buonasera a tutti! Benvenuti ad una nuova diretta scritta, sempre qui su VAVEL Italia! Io sono Stefano Fontana e vi accompagnerò prima, durante e dopo il "monday night" della trentatreesima giornata di Serie A: allo Stadio Adriatico di Pescara si sfidano gli abruzzesi e la Roma, in condizioni diametralmente opposte. Zeman è praticamente condannato alla retrocessione dopo le vittorie di Crotone ed Empoli, mentre dall'altra parte Spalletti può mettere un sigillo piuttosto robusto sul secondo posto dopo il 2-2 tra Sassuolo e Napoli.

Uno scatto dalla gara d'andata. | Fonte: twitter.com/ASRoma
Uno scatto dalla gara d'andata. | Fonte: twitter.com/ASRoma

Il momento delle due squadre

Pescara in crisi totale: lo scoppiettante 5-0 interno alla prima gara dopo il ritorno di Zdenek Zeman, contro il Genoa, è stata l'ultima gioia per i tifosi abruzzesi. Da quel momento, sono arrivate cinque sconfitte in sette partite, contro Chievo, Sampdoria, Udinese, Atalanta e Juventus. Prima dello 0-2 contro la capolista, però, sono arrivati due 1-1: se quello in casa contro il Milan ha fatto ben sperare, quello di Empoli è stato la pietra tombale per qualsiasi speranza di salvezza, condannando il Delfino all'ultimo posto. Ad oggi, con una partita in meno, il primo slot per rimanere in Serie A, occupato proprio dai toscani, dista addirittura 15 punti. In caso di sconfitta odierna, quindi, il Pescara sarebbe retrocesso matematicamente con cinque giornate di anticipo.

Seguendo una tendenza già familiare ad Oddo e ovviamente accentuata dall'arrivo di Zeman sulla panchina biancoazzurra, il Pescara non riesce a non subire gol. Le 70 reti incassate fanno degli abruzzesi la penultima difesa del campionato (solo il Palermo, 73, fa peggio), ma se si considerano le ultime 20 gare in Serie A (escludendo quindi la prima parte di stagione), Memushaj e compagni viaggiano ad un imbarazzante media di 2.5 gol incassati a partita, segnandone, sempre in media, solo uno.

Benali alle prese con la difesa Juventina. | Fonte: twitter.com/PescaraCalcio
Benali alle prese con la difesa Juventina. | Fonte: twitter.com/PescaraCalcio

Di contro, anche la Roma arriva col dente avvelenato alla trasferta sul Mare Adriatico: non tanto per ragioni di classifica, col secondo posto a quota 72 punti (+1 sul Napoli terzo che ha già giocato) che garantirebbe la fase a gironi della prossima Champions League, quanto per l'ultima partita giocata. L'1-1 casalingo, infatti, arrivato in rimonta contro un'Atalanta dominata, soprattutto nel secondo tempo, e dopo due legni colpiti dai giallorossi, ha sostanzialmente consegnato lo Scudetto alla Juventus con sei giornate di anticipo. Ai bianconeri, infatti, data anche la vittoria di ieri sera (4-0 sul Genoa) basterebbero otto punti in cinque partite per festeggiare il sesto trionfo nazionale consecutivo. Guardando un po' più in là, però, i capitolini possono sorridere pensando al futuro: mentre la Primavera porta a casa la TIM Cup, oggi è atterrato a Roma il futuro DS Monchi, che potrebbe davvero essere il colpo di mercato per Pallotta e soci.

Per la stagione dei giallorossi è stata fatale la prima settimana di marzo: nello spazio di otto giorni, infatti, la Roma ha detto addio praticamente a tutti e tre gli obiettivi stagionali. Prima il 2-0 con la Lazio nella gara d'andata delle semifinali di Coppa Italia che ha reso vano il 3-2 fatto segnare al ritorno, poi il 4-2 di rimonta del Lione che ha ipotecato anche gli ottavi di finale di Europa League a sfavore della truppa di Spalletti. In mezzo, l'1-2 subito dal Napoli nella gara che avrebbe potuto lanciare la Roma come unica inseguitrice della Juventus. Ora, col divorzio dall'allenatore toscano che sembra sempre più vicino, l'obiettivo è chiudere la stagione con dignità.

Edin Dzeko in azione contro l'Atalanta. | Fonte: twitter.com/ASROma
Edin Dzeko in azione contro l'Atalanta. | Fonte: twitter.com/ASROma

Le ultime dal campo

Situazione complessa in difesa che oramai è una costante nella stagione del Pescara, che ha visto la sua retroguardia martoriata dagli infortuni una giornata dopo l'altra. Zdenek Zeman dovrebbe ritrovare Bovo, ma probabilmente saranno ancora out i due centrali titolari, Campagnaro e Stendardo. In compenso, Benali ha smaltito l'influenza ed anche Bahebeck sembra completamente recuperato. Ancora out, invece, l'esperto Gilardino ed il giovanissimo Vitturini.

Saranno proprio Benali e Bahebeck, in vantaggio sulla concorrenza di Cerri, a formare il tridente con Gianluca Caprari. Il talentino promesso sposo dell'Inter ha accusato una lieve lombalgia che lo ha tenuto fuori dall'allenamento di sabato, ma dovrebbe essere della gara. In caso di forfait, pronto Gaston Brugman. In mediana sceglie ancora i muscoli Zeman: con capitan Memushaj ci saranno Muntari e Coulibaly, una delle poche note positive della stagione abruzzese.  Dietro, Coda e Bovo dovrebbero proteggere Fiorillo, con Zampano e Biraghi a correre lungo le fasce.

La curva pescarese. | Fonte: twitter.com/PescaraCalcio
La curva pescarese. | Fonte: twitter.com/PescaraCalcio

Buone nuove anche da Trigoria: Luciano Spalletti ritrova in gruppo Antonio Rudiger ed Emerson Palmieri. Nella lista degli indisponibili, tra infortuni e squalifiche, resta quindi il solo Alessandro Florenzi, sfortunatissimo con la ricaduta dopo la prima rottura del crociato che sostanzialmente lo ha condannato a saltare tutta la stagione.

Solito 4-2-3-1 e soliti ballottaggi quindi per Spalletti: a partire dalla difesa, dove, se Manolas e Fazio sono sicuri del posto davanzi a Szczesny, è solita doppia lotta sulle fasce. Rudiger e Juan Jesus, comunque, sembrano in leggero vantaggio su Bruno Peres e Mario Rui, ma attenzione anche al rientrante Emerson. In mezzo, solita mediana formata da Kevin Strootman e Daniele De Rossi, mentre 3/4 dell'attacco sono certi. Salah e Nainggolan saranno infatti a supporto di Edin Dzeko, mentre per il posto da ala sinistra torna il solito dubbio: Diego Perotti deve difendere la maglia da titolare da Stephan El Shaarawy.

Le probabili formazioni

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda, Bovo, Biraghi; Coulibaly, Memushaj, Muntari; Benali, Bahebeck, Caprari. All. Zeman

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Rudiger, Fazio, Manolas, Juan Jesus; Strootman, De Rossi; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko. All. Spalletti

AS Roma