Roma: continua la difficile preparazione in vista del Milan,  Spalletti valuta il 4-2-3-1

Tra dubbi sul futuro di Totti e intimidazioni laziali, continua la preparazione della Roma, con Spalletti obbligato a far punti in casa di un Milan arrabbiato. Le ultime da Trigoria.

Roma: continua la difficile preparazione in vista del Milan,  Spalletti valuta il 4-2-3-1
Nainggolan esulta dopo il goal al Milan | Source photo: tuttosport.com

Preparare una sfida delicata come quella contro il Milan, in una settimana turbolenta e caratterizzata da due eventi forti, la presentazione di Monchi che ha di fatto confermato la separazione di Totti e la società a fine stagione e la "goliardata terribile" degli ultras laziali, non è roba facile, soprattutto se ti chiami Luciano Spalletti e se devi difendere un secondo posto messo nel mirino dal terribile Napoli di Sarri. Se poi a tutto ciò aggiungi l'obbligo di riscatto dopo il doloroso derby, ecco che la situazione si trasforma davvero in un cocktail potenzialmente letale.

Uomo dalle spalle forti, il tecnico toscano non sembra però reggere la forte pressione, continuando ad allestire la migliore formazione possibile per frenare il Diavolo rossonero, ugualmente bisognoso di punti per assicurarsi un posto in Europa League, competizione continentale che di fatto riconsegnerebbe all'Europa una squadra gloriosa e ricca di storia. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti da Trigoria, i giallorossi dovrebbero scendere in campo con il 4-2-3-1, modulo che consentirebbe a Spalletti di sopperire all'assenza di Rudiger e Strootman, squalificati. 

Davanti al confermatissimo Szczesny, la retroguardia a quattro dovrebbe essere formata da Bruno Peres, Fazio, Manolas ed Emerson Palmieri. In mediana, invece, spazio a Daniele De Rossi e Leandro Paredes, incaricati di sostenere la folta trequarti completata da Salah, Nainggolan ed El Shaarawy, che sembra aver ormai soffiato il posto a Diego Perotti. Davanti, nessun dubbio su Edin Dzeko, pronto a riscattarsi dopo l'opaca prestazione di domenica scorsa. Fino alla fine, comunque, Spalletti valuterà Juan Jesus, che potrebbe essere preferito al Faraone trasformando in 3-4-2-1 la disposizione tattica.

Superare il Milan, che anche all'andata diede fastidio, non sarà facile, soprattutto se si considera l'umore interno della Roma, squadra particolarmente nervosa e scossa da una serie di situazioni poco felici. Per ricominciare l'ennesima stagione al meglio, però, i giallorossi dovranno necessariamente conquistare il secondo posto, punto importante, anche sotto l'aspetto economico, per riprendere quella rincorsa ad una Juventus ad oggi inarrivabile. 

Ecco la probabile formazione: Szczesny; Bruno Peres, Fazio, Manolas, Palmieri; De Rossi, Paredes, Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Dzeko. 

AS Roma