Roma, Monchi non vuole perdere altri protagonisti, ma i rebus sono in entrata

La Roma, impegnata a Pinzolo per il ritiro estivo, presenta Kasdrop e ribadisce per bocca del suo ds di non voler perdere nessun'altro interprete in squadra. Resta il rebus Rudiger e il dubbio per l'attacco.

Roma, Monchi non vuole perdere altri protagonisti, ma i rebus sono in entrata
forzaroma.info

Procede la preparazione estiva della Roma al ritiro estivo di Pinzolo. Giorni intensi per Di Francesco, che deve conoscere i suoi interpreti e iniziare a lavorare sul suo gioco con i capitolini. Anche oggi allenamento per la squadra, che è sempre seguita dal ds Monchi, e da stasera anche dal dg Baldissoni. Sarà importante, infatti, pianificare la settimana clou del ritiro, per poi partire per gli USA con una rosa il più possibile al completo.

Ieri Monchi ha parlato alla stampa facendo capire l'intenzione primaria della squadra: non perdere altri protagonisti. Non farsi sfuggire, insomma, l'occasione di costruire una squadra davvero competitiva. Annuncio in linea con quanto detto il giorno della sua presentazione ufficiale come direttore sportivo della squadra. Annuncio però da verificare nel tempo, e soprattutto da portare avanti con un lavoro doppio, in entrata ed in uscita. E' qui che è attesa la Roma, che, con le cessioni di Paredes e Salah ha guadagnato ottimi incassi, riuscendo poi a reintegrare la rosa con spese ridotte: prima Moreno, poi Kasdrop, Pellegrini e Gonalons.

Ma, mentre per l'uscita resta ancora un grande rebus, che riguarda Rudiger (atteso dalle visite mediche con il Chelsea, secondo Sky, ma ancora in orbita Roma), è per l'attacco che circolano i dubbi maggiori, in termini di uomini ma anche di qualità. Per gli addetti ai lavori è Florenzi l'uomo della provvidenza che prenderà il posto di Salah per l'esterno, ma è anche vero che i tanti impegni della Roma il prossimo anno screditano questa tesi: il passaggio, dunque, dovrebbe essere obbligato, e spingere la Roma alla ricerca di un buon attaccante libero ed in circolo; il nome è acclarato (sempre per bocca del chiarissimo Monchi, d'altronde), si tratta di Defrel, vicino da tempo ai giallorossi, che ora con Di francesco possono lanciare l'assalto al francese.

Però, è importante la distanza che permane tra Roma e Sassuolo, che rende complicata la trattativa: Monchi è convinto di poter dare alla Roma e a Di Francesco questo esterno, fondamentale per completare così la rosa prima del ritiro oltreoceano, con la consapevolezza che poi ad agosto bisognerà respingere gli assalti ad altri big della squadra.

AS Roma