Roma - Caccia al terzino. Offerta per Barreca, piace anche Gayà

Il Torino chiede 18 milioni più 2 di bonus; cifra simile quella chiesta dal Valencia per il talento spagnolo, ma Monchi spinge per l'italiano.

Roma - Caccia al terzino. Offerta per Barreca, piace anche Gayà
Antonio Barreca in azione con la maglia del Torino. | toronews.net

"Il tempo delle cessioni è finito": con questa frase, il direttore sportivo della Roma, Monchi, di fatto ha piazzato uno spartiacque nel mercato giallorosso. Non parte più nessun big: adesso, solo innesti di qualità. E la linea in entrata verrà confermata sull'out di sinistra, dove dopo l'addio di Mario Rui verso il Napoli c'è bisogno di un rinforzo che possa sostituire l'infortunato Emerson Palmieri nella prima parte di stagione.

La società capitolina ha deciso di pescare in Serie A per coprire questo buco del terzino: il nome preferito è quello di Antonio Barreca, classe 1995 reduce da una buona stagione con la maglia del Torino, che ne ha evidenziato le spiccate doti in fase di spinta, grazie ad un mancino niente male. Dopo un ottimo Europeo Under-21, i granata chiedono ben 18 milioni più 2 di bonus per lasciar andare via il proprio talento, che sarebbe entusiasta di poter vestire la maglia romana. La proposta giunta dall'altra dirigenza, che ha lavorato finora sottotraccia, è di 15 milioni bonus compresi: la forbice non è ampia, l'operazione si può fare ma soltanto alle cifre che i torinesi - nella persona del patròn Urbano Cairo - hanno stabilito. Anche per questo la Lupa sta valutando diversi profili, anche all'estero, nonostante il 22enne italiano rimanga un profilo estremamente gradito.

Ecco allora che è spuntato fuori anche il nome di José Luis Gayà nelle ultime ore. Il laterale del Valencia ha un po' bloccato il proprio processo di crescita in Spagna - in concomitanza con la crisi del club - ma ha continuamente dimostrato le proprie qualità, sin dai primi momenti. Anche lui è ancora 22enne e, per il suo cartellino, gli spagnoli chiedono 18 milioni fissi. Sulla cifra ci sono pochi margini di trattativa - perchè la proprietà orientale del club non ha bisogno di vendere - ma non è nemmeno così alta, e perciò Monchi potrebbe fare uno sforzo nel momento in cui andasse a fare un'offerta ufficiale, che al momento però non c'è. Monitoriamo la situazione: presumibilmente, questo terzino è considerato un "piano B".


Share on Facebook