Mahrez chiama la Roma, Monchi prova ad andargli incontro

Le parole dell'algerino fanno sorridere i giallorossi, ma prima serve l'accordo con il Leicester: il direttore sportivo preme.

Mahrez chiama la Roma, Monchi prova ad andargli incontro
Fonte immagine: Calcio e Finanza

La Roma e Riyad Mahrez si avvicinano, a piccoli passi. Dopo il blocco della scorsa settimana, nelle ultime ore la trattativa è ripresa, anche grazie ad un aumento dell'offerta giallorossa al club inglese: 40 la richiesta, 35 più bonus la proposta. Una forbice gestibile, sebbene le Foxes non si smuovano più di tanto dalla loro posizione.

In mattinata, a Sky Sports UK, sono arrivate però le parole del diretto interessato, il giocatore, che si è espresso in questi termini secondo gianlucadimarzio.com: "So che la Roma mi ha cercato, ma non è stato accettato ancora niente quindi io posso fare poco. E’ un grande club con cui vorrei parlare ma non posso finché il Leicester non accetta l’offerta. Il Leicester conosce il mio pensiero, ma darò il massimo come ho sempre fatto. E’ chiaro che mi faccia piacere quando un grande club si interessa a me, ma io non ho ancora parlato con nessuno perché non è stata accettata nessuna offerta. In ogni caso c’è ancora un mese di tempo per vedere cosa succede".

Un avvicinamento improvviso, visto che pochi giorni fa Craig Shakespeare, allenatore del Leicester, aveva spiegato alla stampa come l'algerino potesse andar via dal King Power Stadium soltanto avendo come destinazione una delle big del campionato inglese, con l'Arsenal prima indiziata in caso di cessione di Alexis Sanchez, situazione che ancora non si è verificata. Le dichiarazioni di Mahrez cambiano d'improvviso ogni tipo di scenario e potrebbero anche spingere la dirigenza degli inglesi ad andare incontro al giocatore, il quale è stato uno dei protagonisti della stupenda cavalcata del 2016 verso lo storico titolo.

Monchi, dal canto suo, potrebbe alzare ancora di poco l'offerta da consegnare al Leicester, per portare alla Roma il principale obiettivo per il dopo-Salah. Sarebbe un record di spesa per il direttore sportivo ex Siviglia, visto che l'acquisto finora più oneroso è stato Gregoire Defrel (20 milioni tra prestito e obbligo di riscatto), seguito da Franco Vazquez, portato l'anno scorso in Andalusia per 15 milioni di Euro.

AS Roma