Roma, Defrel si presenta: "Nella mia testa solo i giallorossi"

L'attaccante francese ex Sassuolo si è presentato ai microfoni della stampa al centro sportivo di Trigoria. Queste le sue parole tra i ringraziamenti al tecnico Di Francesco e la voglia di imparare da un centravanti di razza come Edin Dzeko.

Roma, Defrel si presenta: "Nella mia testa solo i giallorossi"
Roma, Defrel si presenta: "Nella mia testa solo i giallorossi"

Uno dei colpi di mercato della nuova Roma di Eusebio Di Francesco è Gregoire Defrel. L'ex attaccante del Sassuolo si è presentato quest'oggi al termine della tournée estiva effettuata con la squadra giallorossa negli Stati Uniti e, per la prima volta ai microfoni nella sala conferenze di Trigoria, ha parlato in primis dell'importanza nella sua affermazione in Serie A di mister Di Francesco: "È stato molto importante perché mi ha insegnato tanto. Mi ha cambiato ruolo, mi ha trasformato più in una punta. In questi due anni ha Sassuolo sono migliorato tanto"

Uno sguardo all'esordio con la maglia dei giallorossi, prima di parlare anche degli obiettivi stagionali: "Sarà diverso che a Sassuolo, ma a me piace. La Roma ha uno stadio e una tifoseria bellissima. Roma-Inter per il mio esordio? Saremo pronti. Se la Roma può puntare allo Scudetto? Sì, certo. La Roma è una grande squadra. Io sono in ballottaggio con Dzeko in attacco. Se dovesse arrivare un altro giocatore sarebbe importante". 

Trasferimento che si è concluso in questa sessione di mercato, ma tra Defrel ed i giallorossi l'ammiccamento era iniziato già da gennaio. Questa la ricostruzione dell'attaccante francese sulla trattativa: "Il mio procuratore mi aveva detto dell'interesse della Roma. Sarei voluto venire già a gennaio, poi ho deciso di rimanere a Sassuolo, sperando di venire qui in estate. Avevo altre offerte, ma nel mio cuore e nella testa c'era solo la Roma". 

Riguardo successivamente al ruolo ed all'alternanza con Dzeko, inoltre, Defrel si pronuncia così: "Sono due anni che faccio la punta però al Cesena ho giocato tanto esterno di destra. Conosco il ruolo e l'ho fatto anche da quando sono qui: con la Juventus e con il Tottenham. Mi sono trovato bene. Nella testa sono pronto a tutto. Vedo dove mi metterà il mister e darò tutto. Quanto posso imparare da Dzeko? Tanto, perché è un grande attaccante che ha fatto tanti gol. Lo guardo sempre in allenamento e davanti alla porta non sbaglia mai. Io forse sono più veloce". 

Ed infine, sulla partecipazione per la prima volta in carriera alla Champions League, la chiosa: "La Champions League sarà una cosa nuova per me. È la coppa più importante che c'è. Sono pronto, carico, se lavoriamo bene potrò fare bene anche in Champions League". 

Fonte dichiarazioni e foto Vocegiallorossa. 

AS Roma