La Roma vince a Bergamo senza entusiasmare: 0-1

La Roma appare ancora imballata e contro un'Atalanta molto fisica non incide particolarmente, trovando però in Kolarov il match winner su calcio da fermo.

La Roma vince a Bergamo senza entusiasmare: 0-1
La Roma
Atalanta
0 1
Roma
Atalanta: (3-4-1-2) Berisha, Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Cristante (30st' De Roon), Freuler, Gosens; Kurtic (25' st Ilicic), Petagna (12'st Cornelius), Gomez
Roma: (4-3-3) Alisson, Peres (35st' Fazio), Manolas, Jesus, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Perotti (39st' Pellegrini), Dzeko, Defrel (28'st El Shaarawy)
SCORE: 30' Kolarov
ARBITRO: Giacomelli di Trieste. Ammoniti: Defrel (R) Toloi (A) Nainggolan (R)
NOTE: Dallo stadio Atleti Azzurri d'Italia il match valido per la prima giornata di Serie A Tim

Con la squadra a metà e le numerose assenze, l'importante era partire bene per la Roma che malgrado evidenti difficoltà fisiche trova i tre punti grazie a Kolarov; l'Atalanta dal canto suo ci mette la solita corsa e il solito dominio fisico ma senza i ragazzi ceduti in estate sembra aver perso molto.

LE SCELTE- L'Atalanta parte con una formazione rinnovata rispetto allo scorso anno: in difesa debutta il nuovo acquisto Palomino mentre sull'esterno troviamo Gosens; in panchina a sorpresa il nuovo acquisto De Roon e l'esperto Ilicic. La Roma ovviamente si schiera con il 4-3-3: al centro insieme a Manolas gioca Juan Jesus grazie alla sua velocità, in mezzo confermato il trio della scorsa stagione mentre davanti gioca Defrel sull'out di destra.

PRIMO TEMPO- La Roma parte cercando di fare la partita, soprattutto dalla parte di Kolarov; la prima occasione però è per l'Atalanta al quarto minuto quando la Roma perde la palla in uscita e libera al tiro Gomez che calcia addosso ad Alisson. La Roma prova a rispondere un minuto dopo con una sventagliata di Strootman per Dzeko che sbaglia lo stop ed è costretto a concludere da posizione troppo defilata. Durante il primo quarto d'ora l'Atalanta prova a fare la partita mentre la Roma sembra un po' pigra e imprecisa, non succede nulla fino addirittura al ventitreesimo quando Masiello sbaglia un'uscita e Bruno Peres serve una sciabolata per Defrel che arriva al tiro col destro in spaccata e non trova per poco la porta. La partita decolla e due minuti dopo, su una ripartenza, Gomez scappa sulla sinistra e serve Kurtic a rimorchio che arriva col passo giusto ma viene sbilanciato e conclude alto. Il Papu è ancora protagonista al ventottesimo quando ruba la palla  a Manolas e trova l'infilata per Petagna che si fa murare da De Rossi in angolo; la Roma non ha molte idee e per trovare il gol deve aspettare una punizione dal limite guadagnata da Nainggolan e trasformata da Kolarov che con un colpo da biliardo supera la barriera dopo il salto e segna il  suo primo gol già all'esordio. L'Atalanta prova a reagire insistendo dalla parte di Gomez, al trentacinquesimo l'argentino cambia gioco per Freuler, liberissimo, che la rimette in mezzo trovando però solo maglie bianche della Roma; i giallorossi dal canto loro prendono coraggio soprattutto con il pressing e due minuti dopo un dialogo nello stretto tra Perotti e Strootman rischia di creare non pochi problemi alla Dea. I problemi arrivano invece al quarantunesimo per Alisson quando Gomez si guadagna e calcia una punizione che però viene neutralizzata dal portiere brasiliano, è questa l'ultima emozione del primo tempo che si conclude con la Roma in vantaggio.

SECONDO TEMPO- Le squadre ricominciano con gli stessi ventidue, la Roma cerca di alzare il pressing, è per l'Atalanta però la prima occasione con Petagna che al terzo minuto si invola centralmente e dopo aver vinto un rimpallo calcia in bocca ad Alisson da buonissima posizione. La Roma è un po' passiva e non crea nulla fino al settimo quando Nainggolan ruba palla a Toloi e serve Perotti che però non calcia e si fa allontanare il pallone. Nainggolan è ancora protagonista un minuto dopo quando scappa via e mette un pallone nell'area piccola bucato da Gosens che mette però fuori tempo Defrel. La pressione dell'Atalanta aumenta nonostante il caldo ma non produce nulla di rilevante cercando soprattutto Gomez, la Roma resiste rischiando solo su mischie da palla inattiva e riparte senza efficacia. La squadra giallorossa va a strappi, come al ventunesimo, quando Nainggolan esce palla al piede lasciando tutti indietro ma non trova compagni e perde la palla. Un'occasione potenziale arriva ancora su calcio piazzato al minuto ventiquattro quando Kolarov batte verso il centro e trova un colpo di tacco di Dzeko che esce non di molto. La partita si addormenta e non succede più nulla di rilevante per molto tempo, escludendo l'infortunio di Bruno Peres, complici le difficoltà della Roma e le imprecisioni dell'Atalanta; per vedere un'occasione bisogna aspettare il minuto quarantuno quando Gomez mette l'ennesimo pallone sul secondo palo per Ilicic che da mezzo metro colpisce clamorosamente il palo. La Roma ha un'occasione in pieno recupero con El Shaarawy che scappa via ma tocca male per Dzeko completamente solo e Berisha allontana. Il forcing finale dell'Atalanta non porta nulla e la Roma vince la sua prima partita.