Roma: Di Francesco valuta Fazio e Strootman, Florenzi possibile jolly

Il 4-3-3 è confermato, così come la presenza di alcuni punti-cardine. Date le non perfette condizioni di El Shaarawy e Strootman, Di Francesco valuta altre soluzioni, cercando di preparare al meglio la delicata sfida contro il Napoli.

Roma: Di Francesco valuta Fazio e Strootman, Florenzi possibile jolly
Source photo: profilo Twitter AS Roma

Continua la preparazione della Roma in vista della delicatissima sfida dell'Olimpico contro il Napoli, match che porterà i ragazzi di Eusebio Di Francesco a fare i conti con i propri punti di forza o, eventualmente, i propri limiti. Attendendo il rientro dei Nazionali, nella giornata di ieri seduta tecnico-tattica per i giallorossi, con De Rossi e Perotti perfettamente recuperati. Ancora a parte, invece, Pellegrini e Schick, mentre Kevin Strootman ha eseguito solo alcuni esercizi con tutto il gruppo. Sempre in solitaria, inoltre, il recupero di Ederson, Nura e Karsdorp. A questi, EDF dovrà fare i conti anche con lo stop di El Shaarawy, fermato da una quota di edema muscolare nell'adduttore lungo a destra. Le condizioni del Faraone verranno dunque riscontrate giorno per giorno. 

Facendo la conta dei calciatori disponibili ed in forma, la Roma non dovrebbe assolutamente prescindere dal suo consueto 4-3-3, con Edin Dzeko al centro del tridente d'attacco. Ai suoi lati, Diego Perotti ed Under, anche se non è da escludere la presenza di Alessandro Florenzi, con Bruno Peres dirottato in difesa. A centrocampo, dubbi per Strootman, che potrebbe essere sostituito proprio da Florenzi, vero e proprio jolly per EDF. Nessuna sorpresa, invece, per De Rossi e Nainggolan. Davanti ad Alisson, infine, la consueta retroguardia a quattro dovrebbe prevedere Manolas, Fazio, Kolarov a sinistra ed uno tra Peres e Florenzi, come detto, a destra.

Intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli, inoltre, importanti le parole dell'ex calciatore della Roma Sebastiano Nela, che ha detto la sua sull'interessante e delicatissima sfida tra le due corazzate: "La passionalità di Roma e Napoli ha poco da vedere con quella delle altre, forse solo Genova si può avvicinare. Nel calcio se non si sbaglia, l’avversario non farà gol: ci sarà grande equilibrio sia tecnico che tattico all’Olimpico, magari sarà proprio la giocata di un singolo a fare la differenza”. 

AS Roma