Samp-Genoa, adesso si gioca: l'attesa aumenta la carica, formazioni sulla via delle conferme

Alle 18:30 avremo il secondo atto del derby di Genova. Le formazioni per buona parte saranno confermate.

Samp-Genoa, adesso si gioca: l'attesa aumenta la carica, formazioni sulla via delle conferme
Samp-Genoa, adesso si gioca: l'attesa aumenta la carica, formazioni sulla via delle conferme

La città si ferma in un colpo solo, lo fa per la seconda volta. Dopo il rinvio è arrivato il momento: questo pomeriggio alle 18:30, finalmente si giocherà il derby della lanterna, Sampdoria-Genoa. Pioverà ancora, si spera, senza ripercussioni sulla praticabilità del campo. Errare humanum est, perseverare diabolicum, dicevano i latini. Teloni si, teloni no, comunque una storia che risalta ancora una volta le problematiche del calcio italiano, ma quest'oggi il fischio d'inizio addolcirà l'amarezza di sabato sera, di una partita rimandata per pioggia in Serie A. Perchè poi la parte lesa, come il più delle volte, sono stati i tifosi, oggi più che mai pronti a darsi battaglia sugli spalti, con coreografie dal fascino sempre molto particolare. Mihajlovic ha cavalcato l'onda dell'attesa e ieri ha aperto le porte alla rifinitura pre-derby, caricando i suoi in vista di un match che può segnare il cammino delle due squadre. La sua Samp però arriva al derby con meno certezze rispetto ai "cugini", dovute sopratutto alla carenzza di vittorie nelle ultime uscite: due pareggi e due sconfitte nelle ultime quattro gare. Il Genoa, invece, è riuscito a cambiare marcia dopo ben sette partite senza vittoria, battendo la Lazio all'Olimpico e surclassando il Verona in casa con cinque gol. Tuttavia i punti in classifica sono gli stessi, 35. Quindi un derby d'alta classifica, una particolarità che rende il match ancora più importante, tutto da vivere. 

Il campo non dovrebbe riservare particolari sorprese, arrivano conferme da entrambi le parti. Il ballottagio sulla corsia di sinistra della Samp, che sabato era stato vinto da Regini, sembra favorire in questa occasione l'ex Milan Mesbah. Gli altri componenti della difesa a quattro saranno De Silvestri, Romagnoli e Silvestre. A centrocampo Sinisa si affida a Palombi, come vertice basso, affiancato da Obiang sulla destra e Acquah sulla sinistra (primo derby per lui). Soriano agirà da trequartista dietro alla coppia Eder-Okaka, con quest'ultimo che potrebbe essere superato all'ultimo da Muriel. Eto'o siederà in panchina, dopo essersi allenato a parte, ufficialmente per un problema muscolare.

Gasperini è intenzionato a confermare buona parte degli undici titolare che ha battuto il Verona nella scorsa giornata. Tra i pali il solito Perin, schermato da Roncaglia, Burdisso e De Maio. Confermata la coppia di centrocampo molto dinamica, Kucka-Bertolacci, con gli esterni Edenilson a sinistra e Rincòn a destra, favorito su Bergdich. Il tridente d'attacco in questo momento non si discute: Iago Falque, Perotti, Niang. Per il talento milanista sarà il primo derby vissuto dal primo minuto, dopo aver fatto esperienza per appena nove minuti nel derby di Milano. Borriello, sfruttando il rinvio della gara, ha potuto lavorare in questi giorni e potrebbe essere disponibile a partita in corso.

  

Sampdoria