Sampdoria - Lazio, a Marassi c'è l'Europa nel mirino

Le due squadre si affrontano a Marassi inseguendo i rispettivi obiettivi europei: Mihajlovic e Pioli si sfidano tra futuro e problemi di formazione.

Sampdoria - Lazio, a Marassi c'è l'Europa nel mirino
Sampdoria - Lazio, l'Europa nel mirino
Sampdoria
Lazio // ore 20.45

Da una parte le ambizioni della Samp di tornare in Europa League, dall'altra l'aspirazione della Lazio per chiudere nel migliore dei modi un campionato vissuto sulla cresta dell'onda raggiungendo il premio finale della qualificazione Champions. Potrebbe essere racchiuso qui il tema centrale di Sampdoria-Lazio, posticipo serale del sabato sera che deciderà o comunque condizionerà, per una squadra o per l'altra, il cammino finale verso i rispettivi obiettivi. 

Sampdoria-Lazio è anche Mihajlovic contro Pioli, due allenatori capaci, al primo tentativo, di plagiare e plasmare la squadra a propria immagine e somiglianza. Cattiva, coriacea, mai doma e sempre battagliera la Doria del serbo. Creativa, cinica, estrosa la Lazio dell'ex allenatore del Bologna, che nel corso della stagione ha fatto fare un salto di qualità alla squadra portandola a vincere ben otto partite di seguito in campionato, nove con la semifinale di ritorno di Coppa Italia a Napoli. 

Il momento delle due squadre

Tuttavia, è il momento di serrare le fila, di pensare soltanto al risultato e poco alla forma. Samp e Lazio hanno bisogno di punti. 

54 quelli dei padroni di casa, che a Marassi hanno perso soltanto contro la Juventus nell'ultimo turno di campionato, e forti del sesto posto in classifica vogliono respingere gli assalti di Genoa (-1) ed Inter (-2). Per farlo, sarà necessario ottenere la seconda vittoria di fila dopo il bel successo di Udine. 

Dall'altra la Lazio vive un momento critico, perchè la forma non è delle migliori ed i risultati stentano ad arrivare: soltanto un punto nelle ultime due gare, conquistato a fatica a Bergamo prima di perdere contro l'Inter all'Olimpico tra le polemiche. Roma davanti di un punto, Napoli a -3 che giocherà contro il Cesena in casa, oltre ai due scontri diretti delle ultime due giornate: Pioli non può più sbagliare.

Ultime dai campi

Sampdoria - Nonostante Sinisa abbia perso Eder da tempo non mancano certo le alternative nel reparto offensivo doriano: Eto'o e Muriel guideranno l'attacco blucerchiato, assistiti alle loro spalle dalla fantasia di Soriano, protagonista assoluto a Udine con una doppietta a dir poco decisiva. La mediana tutta muscoli è composta dai soliti Obiang, Palombo e Acquah. Davanti a Viviano ci sarà la coppia composta da Silvestre e Romagnoli, con Regini e De Silvestri sulle fasce. 

Lazio - Pioli recupera de Vrij, ma perde Biglia per tutta la durata del campionato. Con la Juve e la finale di Coppa Italia alle porte, l'olandese potrebbe però essere risparmiato per mercoledì. Mancheranno per squalifica anche Marchetti e Mauricio. Al loro posto Berisha e Novaretti. Il pacchetto arretrato dovrebbe essere completato da Ciani e dalla consueta coppia di esterni Basta e Radu. Pioli torna al 4-3-3 con l'argentino Ledesma in cabina di regia. Al suo fianco Parolo e Lulic. In avanti le uniche certezze: Felipe Anderson e Candreva pronti ad innescare Miro Klose.

Probabili formazioni

SAMPDORIA (4-3-1-2) - Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Acquah, Palombo, Obiang; Soriano; Muriel, Eto'o

LAZIO (4-3-3) - Berisha; Basta, Novaretti, Ciani, Radu; Parolo, Ledesma, Lulic; Candreva, Klose, Felipe Anderson

Le parole degli allenatori

Mihajlovic - "Siamo al conto alla rovescia, ci mancano tre finali. Dato che Inter e Genoa non mollano, non possiamo permetterci di fare conti. Contano molto le motivazioni, non solo i valori, e da questo punto di vista laLazio è l'avversario peggiore. Dobbiamo dare tutto, dobbiamo dare il massimo se vogliamo vincere, ma sono fiducioso, perchè giochiamo in casa nostra, dove abbiamo perso solo una volta. Loro hanno esterni forti nell'uno contro uno, e centrocampisti con il senso del gol, ma sono fiducioso, questa Samp può giocarsela con chiunque. Questa non è una partita qualunque, è la partita dell'anno, spero che domani lo stadio sia pieno e che i tifosi facciano sentire il peso di Marassi. Voglio una bolgia, voglio che ci sostengano, poi, a fine partita, se non saranno contenti potranno fischiare. Ma durante la partita questi ragazzi meritano di essere sostenuti per tutto quello che hanno fatto". La Sampdoria scenderà in campo conoscendo già il risultato dell'Inter, diretta rivale nella corsa al sesto posto, che giocherà alle 18 contro la Juventus campione d'Italia: "Giocare dopo l'Inter? Se vincono loro può essere uno svantaggio. Non dobbiamo fare calcoli, dipende soltanto da noi. Non faccio caso a queste cose, indipendentemente dagli altri risultati dobbiamo pensare solo a noi stessi, consapevoli che se giochiamo come sappiamo potremo batterli".

Pioli"15 giorni decisivi, siamo arrivati al dunque, non c'è una partita più importante dell'altra. Saranno tre finali in campionato, una in Coppa. Lavoriamo da dieci mesi, abbiamo creato un gioco, uno spirito, ci dobbiamo basare su questo. Il lavoro è stato fatto in modo attento, siamo lì dove sognavamo di essere". Uno Stefano Pioli deciso si è presentato oggi ai microfoni per la conferenza stampa che anticipa il complicato impegno della sua Lazio contro la Sampdoria. I biancocelesti sono in piena corsa per la Champions League, ma sono in fase calante, e le ultime quattro partite sono assolutamente fondamentali. Come la finale di Coppa di mercoledì: "Sono le cose che non possiamo controllare, non abbiamo mai perso energie. Se la finale di Coppa Italia era stata messa il 7 giugno ci sarà stato un motivo. La Juve ha qualche vantaggio avendo vinto il campionato, dove noi invece abbiamo ancora tanto da chiedere. Credo che sia corretto che sia spostato il derby, quando c'è una partita di Europa League si accetta sempre il posticipo. Tutte le squadre devono giocarsela alla pari, sarebbe giusto lo spostamento. Non cambierò formazione, la partita di domani sera è fondamentale. Quattro giorni sono sufficienti per recuperare energie. Valuterò le situazioni domattina per schierare la formazione migliore per domani sera".

I precedenti

Sono 56 i precedenti totali tra Sampdoria e Lazio, con i padroni di casa in vantaggio con 20 successi. L’ultima vittoria della Sampdoria risale alla stagione 2010/2011. Ben 19 i pareggi, l’ultimo dei quali si è registrato stagione scorsa (1-1, Soriano e Cana). Fermi a 17 i successi della Lazio, che durante la stagione 2012/2013 si impose per 1-0 grazie alla rete di Hernanes.