Quagliarella e Barreto rimontano Kessié: l'Atalanta cade a Marassi

Al vantaggio del talento nerazzurro rispondono Quagliarella su rigore e Barreto. Espulso Carmona nel primo tempo per doppio giallo

Quagliarella e Barreto rimontano Kessié: l'Atalanta cade a Marassi
Barreto festeggiato dai compagni
Sampdoria
2 1
Atalanta
Sampdoria: VIVIANO; SALA, SILVESTRE, REGINI, PAVLOVIC; LINETTY, TORREIRA, BARRETO (FERNANDES, MIN.85); ALVAREZ (PRAET, MIN.61); QUAGLIARELLA (BUDIMIR, N.74), MURIEL. A DISP: CIGARINI, ERAMO, KRAPIKAS, PALOMBO, PEREIRA, DODÒ, PUGGIONI, SCHICK, SKRINIAR. ALL. GIAMPAOLO
Atalanta: SPORTIELLO; RAIMONDI, MASIELLO, ZUKANOVIC; CARMONA, KURTIC (PETAGNA, MIN.77), KESSIÈ, SPINAZZOLA (CONTI, MIN.59); D'ALESSANDRO, PALOSCHI (KONKO, MIN.46), GOMEZ. A DISP: BASSI, CABEZAS, CALDARA, CAPONE, DRAMÈ, FREULER, GAGLIARDINI, MAZZINI, MIGLIACCIO. ALL. GASPERINI
SCORE: 0-1, MIN. 27, KESSIÈ. 1-1, MIN. 34, QUAGLIARELLA. 2-1, MIN. 44, BARRETO.
ARBITRO: DANIELE DOVERI (ITA). ADMONISHED CARMONA (MIN. 21), RAIMONDI (MIN. 34), KESSIÈ (MIN. 40), KURTIC (MIN. 61), GOMEZ (MIN. 86), PAVLOVIC (MIN. 92) EXPELLED CARMONA (MIN. 42)
NOTE: 2A GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE A. STADIO "MARASSI", GENOVA.

 La Sampdoria batte 2-1 in rimonta l'Atalanta,  con Muriel assoluto protagonista. Succede tutto nel primo tempo e la Samp vola a 6 punti.

Altra vittoria dell'undici di Giampaolo, bravi a ribaltare la gara che si era messa male per il gol di Kessiè. Quagliarella dal dischetto pareggia i conti, poi ci pensa Barreto di testa sfruttando l'indecisione di Sportiello. 

LA FORMAZIONE

La formazione iniziale dei padroni di casa è un 4-3-1-2 con in porta Viviano, davanti a lui Sala, Silvestre, Regini e Pavlovic. Linetty, Torreira e Barreto alle spalle di Alvarez a supporto di Quagliarella e Muriel. Panchina per il giovane acquisto Praet e per Budimir.

Gli ospiti rispondono con il consueto 3-4-3 con Raimondi, Masiello e Zukanovic davanti a Sportiello, Carmona, Kurtic, Kessiè e Spinazzola a metà campo e davanti D'Alessandro, Paloschi e Alejandro Gomez.

IL MATCH

La partita inizia subito a ritmi elevati e l'Atalanta si fa immediatamente pericolosa con Gomez che si accentra e tenta il destro a giro ma mette fuori di poco. Pochi minuti più tardi arriva la risposta dei padroni di casa con una gran bella azione di Muriel che riceve sulla destra e va via in progressione ma strozza un po' troppo la conclusione con palla di poco a lato.


Si abbassano i ritmi, viene ammonito Carmona, e per i primi 20 minuti di gioco Linetty compie un perfetto lavoro di marcatura su Kessiè che non riesce a rendersi pericoloso per 25' prima di imbeccare bene Gomez che a tu per tu con Viviano colpisce malissimo spedendo a lato.

Kessiè comincia però ad ingranare e al 27' approfitta al meglio di una punizione crossata da Gomez e liberata male dalla difesa blucerchiata andando a siglare il gol dell'1 a 0.


Violenta la reazione della Sampdoria che ci prova prima con Quagliarella da fuori, palla alta non di molto e poi con Muriel che calcia di punta da posizione defilata. Sportiello devia il pallone sul palo. E' Muriel l'uomo più pericoloso della Samp e si conferma al 35' rubando palla a Raimondi, penetrando in area e venendo steso proprio da Raimondi causando così il calcio di rigore per la Sampdoria. Dal dischetto si presenta Fabio Quagliarella che non sbaglia e fa 1 a 1 spiazzando Sportiello.


Si accende il match dal punto di vista agonistico, viene ammonito Kessiè e si sveglia Ricky Alvarez ma la svolta decisiva della gara è al 44' quando Carmona, già ammonito, mette al tappeto Linetty beccandosi la seconda ammonizione e lasciando l'Atalanta in 10.

La Samp approfitta subito della superiorità numerica e si butta all'attacco trovando il gol del vantaggio: il solito Muriel va via sulla sinistra, si accentra, vede l'inserimento di Barreto e lo premia con un tocco delizioso. Di testa, il centrocampista blucerchiato schiaccia la palla e batte un non impeccabile Sportiello sul suo palo. 2-1 e fine primo tempo.


La ripresa scorre via senza particolari emozioni, con la Samp brava ad addormentare il gioco abbassando i ritmi e l'Atalanta che non ha la forza di reagire se non con qualche guizzo di Gomez. Si vedono in campo Budimir e Petagna, ma i loro ingressi non danno alla partita la scossa sperata.

Finisce quindi 2-1 per la Sampdoria che sale a 6 punti in classifica e guarda con fiducia al prossimo match in programma domenica 11 settembre alle 15 all'Olimpico di Roma contro i giallorossi fermati oggi sul pareggio dal Cagliari. Per l'Atalanta serata da dimenticare e testa alla difficile sfida col Torino dopo la sosta per la Nazionale.


Share on Facebook