Serie A - Mezzogiorno di fuoco a Marassi: Sampdoria e Sassuolo per uscire dalle sabbie mobili

Nell'anticipo della mezza si sfidano al Ferraris le squadre di Giampaolo e Di Francesco: i blucerchiati si sono ripresi dopo un periodo negativo battendo prima il Genoa nel derby poi l'Inter di De Boer, e vogliono proseguire la marcia verso metà classifica, mentre il Sassuolo prova a mettere fine alla striscia di tre sconfitte consecutive e riprendere la marcia verso l'Europa.

Serie A - Mezzogiorno di fuoco a Marassi: Sampdoria e Sassuolo per uscire dalle sabbie mobili
Serie A - Mezzogiorno di fuoco a Marassi: Sampdoria e Sassuolo per uscire dalle sabbie mobili

A caccia di una vittoria, per riprendere il cammino interrotto. Sampdoria e Sassuolo si incontrano a pranzo, nel catino del Ferraris a Marassi, provando una a riprendere il percorso interrotto dalla sosta per le Nazionali, un'altra per invertire la rotta dopo tre sconfitte di fila che hanno fatto precipitare i neroverdi nei bassifondi della classifica. Posizione di classifica che non rispecchi affatto le qualità di liguri ed emiliani: la squadra di Giampaolo ha saputo rialzarsi da una crisi di risultati negativi, battendo il Genoa prima e l'Inter successivamente. Il pareggio in casa della Fiorentina ha dimostrato la buona vena dei doriani, che puntano ad un altro risultato positivo per consolidare il momento di forma e la fiducia finalmente riacquisita.

Di contro invece una squadra, quella di Di Francesco, che nonostante la fiducia relativamente persa dopo una serie fin troppo lunga - ed ingenerosa - di risultati negativi, continua a mostrare segnali di crescita, mentale, e in termini di personalità in campo, oltre che di gioco profuso. Neroverdi che al netto delle difficoltà fin qui incontrate dovranno provare ad invertire la rotta in esterna, dove fatta eccezione per la prima giornata in quel di Palermo ha raccolto la miseria di un punto in cinque partite: tuttavia, gli emiliani si presentano da imbattuti con la Samp a Marassi (due vittorie, un pareggio), dove hanno trovato anche la prima storica vittoria esterna in A (4-3 nel novembre 2013). In vista di una settimana a dir poco ostica, che vedrà la sua squadra impegnata prima a Genova, poi a Bilbao ed infine a Napoli, Di Francesco ha provato a fare quadrato attorno ai suoi ragazzi nell'intento di ritrovare serenità e fiducia. Difficile, certo, non impossibile soprattutto guardando alle qualità individuali dei suoi interpreti.    

Le ultime dai campi

Nella Sampdoria mister Giampaolo non rinuncia a Muriel nonostante il rientro tardivo dal volo transoceanico per le sfide giocate in Sud America. L'ex Udinese agirà in attacco con l'altro ex friulano, Quagliarella, a comporre il tridente con Bruno Fernandes trequartista alle loro spalle. Torreira giostrerà la fase di impostazione davanti alla difesa, con Barreto e Linetty ai suoi fianchi. Sala e Regini i terzini, mentre Silvestre e Skriniar vengono confermati centralmente davanti a Puggioni. 

Risponde Di Francesco che torna al solito 4-3-3, nonostante l'emergenza in attacco sia continua. Oltre a Berardi sempre out si è aggiunto anche l'infortunio che ha privato il pescarese di Politano: saranno Ragusa, Matri e Defrel a dover rimpiazzare i due esterni dai quali nascevano le migliori occasioni offensive dei neroverdi. A centrocampo torna capitan Magnanelli, con Mazzitelli e Pellegrini ai suoi lati. Lirola e Peluso i terzini ai lati di Cannavaro ed Acerbi. In porta Consigli.     

Le probabili formazioni

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Sala, Skriniar, Silvestre, Regini; Linetty, Torreira, Barreto; Bruno Fernandes; Muriel, Quagliarella. Allenatore: Marco Giampaolo.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Magnanelli, Pellegrini; Ricci, Matri, Defrel. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Sampdoria