Sampdoria, Ferrero incontenibile: "Se vinciamo il derby faccio invasione di campo"

Massimo Ferrero è pronto a festeggiare direttamente in campo un'eventuale vittoria della Sampdoria sul Genoa

Sampdoria, Ferrero incontenibile: "Se vinciamo il derby faccio invasione di campo"
Massimo Ferrero, itasportpress.it

Massimo Ferrero non ha mai avuto problemi a parlare davanti a microfoni o telecamere da quando è arrivato alla Sampdoria e nel mondo del calcio. Sempre pronto ad uscite interessanti anche nei momenti più complicati, figurarsi che cosa è in grado di dire e promettere ai propri tifosi in un momento in cui la squadra raccoglie risultati con Giampaolo. E alla vigilia del derby contro il Genoa, mai banale e mai una partita qualunque.

All'andata la Sampdoria ha già potuto festeggiare contro i rossoblu. Se dovesse arrivare una vittoria anche nella sfida di ritorno Ferrero è pronto ad una festa particolare: "Se vince la Sampdoria vado in campo come la prima volta. Se Dio mi aiuta e i ragazzi fanno una bella gara, faccio arrabbiare Preziosi e canto 'Dove sta Zazà'. I ragazzi sono carichi e hanno la lampadina accesa. Domani il campo deve essere come una chiesa, dobbiamo entrare, battezzarli e andare a casa. Segna Muriel? Non lo diciamo, perché finora ci è andata bene e poi qualcuno ci gufa. Siamo tutti ben predisposti, mi aspetto una bella gara. Spero che il Genoa ci faccia giocare, con l’Empoli li ho visti belli chiusi. Mi auguro che troveremo spazi per colpire. I ragazzi sanno quanto ci teniamo alla partita, siamo 35.000 domani. Mi aspetto una gara bella e divertente e, perché no, un gol al novantesimo così entro in campo e faccio arrabbiare Preziosi."

Battute a parte sulla voglia di far arrabbiare Preziosi, Ferrero prova a caricare a modo suo tutto l'ambiente blucerchiato che però sembra già essere positivo di suo in questa parte della stagione. Striscia aperta di risultati positivi, ma non solo, gli uomini di Giampaolo sembrano essere leggermente favoriti in una sfida che come al solito è pronta a regalare intensità, gol e spettacolo per 95 minuti.


Share on Facebook