Torino - Parma, le ultime

Importante sfida quella di stasera all' "Olimpico". I padroni di casa vogliono riscattare la sconfitta di domenica contro la Lazio, mentre i ducali - fanalino di coda con 3 punti e 7 sconfitte in 8 giornate - hanno assolutamente bisogno di una vittoria scacciacrisi che darebbe anche un'importante boccata d'ossigeno.

Torino
Parma
Torino: (3-5-2) Gillet; Maksimovic, Glik, Moretti; Peres, Nocerino, Vives, El Kaddouri, Darmian; Amauri, Quagliarella Panchina: Padelli, Castellazzi, Gaston Silva, Jansson, Molinaro, Sanchez Mino, Ruben Perez, Martinez Allenatore: Ventura
Parma: (3-5-2) Mirante; Mendes, Costa, Felipe; Rispoli, Acquah, Lodi, Josè Mauri, De Ceglie; Cassano, Belfodil Panchina: CordazIacobucci,Santacroce, Gobbi, Lucas, Souza, Ristovski, Mariga, Galloppa, Ghezzal, Coda Allenatore: Donadoni
ARBITRO: Rocchi (ITA)

Match ancora più infuocato dalle note vicende che in estate hanno negato agli emiliani la qualificazione al terzo turno preliminare di Europa League, del quale ha beneficiato proprio la squadra di Ventura. I rapporti tra le due società non si sono rassenerati nemmeno dopo la trattativa di fine agosto che ha portato Amauri dal Parma al Toro. E proprio ieri l'ad giallobù Pietro Leonardi ha dichiarato che stasera non stringerà la mano al patron granata Urbano Cairo. Partita dunque al veleno quella di stasera tra Torino e Parma.

TORINO - Ventura può finalmente contare sull'impiego di Omar El Kaddouri, al rientro dopo 2 turni di squalifica. Per la sfida di stasera, oltre al centrocampista marocchino, rientra anche Gazzi, ma non Masiello, Basha, Farnerud e Bovo. A questi vanno aggiunti anche Larrondo - ancora ai box - e Benassi, fermato dal giudice sportivo. Out anche Barreto per scelta tecnica. Amauri dovrebbe partire titolare al finaco dell'intoccabile Quagliarella.

PARMA - Donandoni deve fare i conti con le numerose assenze. Oltre a Lucarelli squalificato, rischiano di dare forfait anche il centrocampista Acquah e il centravanti Coda. Non ci saranno i già indisponibili Cassani, Paletta, Biabiany, Bidaoui, Jorquera, Palladino e Pozzi. L'ex tecnico di Napoli e Cagliari è orientato per un 3-5-2 con Lodi regista di centrocampo e Cassano e Belfodil - in campionato a secco da 31 partite - in attacco.