Il Torino ospita il Sassuolo, Ventura: "Anche domani ci saranno delle rotazioni"

Il tecnico granata in conferenza stampa: "Mercato? Ne abbiamo parlato negli ultimi due mesi e la Società ha ben chiaro il futuro tecnico di questa squadra. Oggi c'è voglia di costruire e crescere per ricreare un grande Torino".

Il Torino ospita il Sassuolo, Ventura: "Anche domani ci saranno delle rotazioni"
Giampiero Ventura, torinofc.it

Giampiero Ventura è intervenuto nell'odierna conferenza stampa per presentare Torino - Sassuolo, incontro valido per la 35esima giornata di Serie A. I granata sono chiamati ad onorare l'impegno ed una stagione poco esaltante: "Alla fine io voglio vedere il bicchiere sempre mezzo pieno- come riporta torinofc.it-  volevamo far crescere i calciatori e portare a casa più punti possibili. Sulla prima abbiamo raggiunto a pieno l'obiettivo, sulla seconda forse ci manca qualche punto" La squadra torinese viene dalla sconfitta contro la Roma di mercoledì sera: "Cosa ci è mancato a Roma? Un pizzico di attenzione su alcune palle da fermo. Per il resto è stata una partita ben giocata. E' evidente che questo è l'anno dove abbiamo maggior rammarico degli ultimi cinque. Molti punti li abbiamo lasciati sul terreno di gioco in maniera impropria. Anche domani ci saranno delle rotazioni: tutti avranno il loro spazio e potranno trovare la loro continuità".

In casa granata si sta già pensando al futuro: "Mercato? Ne abbiamo parlato negli ultimi due mesi e la Società- ha continuato Ventura- ha ben chiaro il futuro tecnico di questa squadra. Quando sono partito avevo delle ambizioni, di riuscire dove altri non erano riusciti, ovvero nel ricostruire. Le parole contano poco, conta la serietà e la programmazione. Mi piacerebbe essere quello che è riuscito a far stazionare stabilmente il Toro in Europa facendola diventare una delle più invidiate d'Italia. Continuo a sostenere che non bisogna dire di essere un cuore granata, ma dimostrare di esserlo attraverso il lavoro.Io cerco sempre di non essere banale: quando parlo di errori commessi durante la stagione mi riferisco a tutti. Se fai tesoro di questi errori puoi crescere molto e diventare una grande Società. Oggi c'è voglia di costruire e crescere per ricreare un grande Torino." Sarà la prima partita disputata allo Stadio Olimpico Grande Torino: "Sarà un'emozione per tutti, sono felice che sia avvenuta questa intitolazione e di essere il primo allenatore a giocare nel nuovo stadio."

Chisura sui singoli, Martinez: "Al di là del gol la sua prestazione ha dato continuità rispetto a quella della giornata prima. Ha impiegato un po' di tempo a capire che cosa occorre per diventare un calciatore importante in un campionato come quello italiano. Ora si allena in modo diverso e con altre motivazioni. E' lo stesso discorso di Obi, che è sulla strada per diventare un grande giocatore attraverso lavoro e umiltà." Zappacosta: "E' un giocatore con ampi margini di miglioramento: sono sicuro che arriverà. Ora stiamo sfruttando Bruno Peres che ha ritrovato la condizione, ma questo non sminuisce minimamente quanto sta facendo Zappacosta" Silva: "Lo abbiamo un po' penalizzato perchè ha dovuto giocare da terzino dato l'infortunio di Avelar. Ma ha sempre messo massimo impegno e disponibilità. Anche lui come Zappacosta sono sicuro che arriverà."