Torino, parla Mihajlovic: "Voglio vedere una squadra che giochi senza paura"

Il tecnico serbo del Torino interviene in conferenza stampa alla vigilia della seconda di campionato contro il Bologna.

Torino, parla Mihajlovic: "Voglio vedere una squadra che giochi senza paura"
Sinisa Mihajlovic, torinofc.it

Il rigore di Belotti a San Siro avrebbe potuto portare un punto al Torino nella gara d'esordio in campionato, ma non cancellare una prova che in generale non può avere soddisfatto ambiente, tifosi e Sinisa Mihajlovic. Il Torino in certi momenti della partita è sembrato timoroso nei confronti di un buon Milan che però non ha mostrato cose straordinarie.

Sinisa Mihajlovic, invece, ripete di aver visto un buon Toro a San Siro e che si aspetta di ripartire dalla prestazione contro il Milan per trovare i tre punti domani sera: "La sconfitta di Milano è dura da digerire perchè è dipesa dai nostri errori. Però ci è servita per analizzarli e provare a correggerli. Se saremo bravi a capire dove si sbaglia potremo crescere e migliorare. Penso che al di là degli errori a San Siro abbiamo fatto una buona gara in cui abbiamo per lunghi tratti dominato. Si è visto lo spirito che io chiedo al Torino. Ho fatto vedere ai ragazzi i dati della partita e siamo stati superiori rispetto ai rossoneri come possesso palla nella metà campo avversaria. Rispetto ad una settimana fa siamo migliorati e anche i nuovi hanno assimilato quello che voglio da loro.  Domani mi aspetto una vittoria giocando bene, poi se non giochi bene e vinci va bene uguale. Non dobbiamo però giocare stressati, nella vita non bisogna fare nulla per forza."

Senza dimenticare che in campo c'è anche l'avversario, in questo caso il Bologna"Il Torino ha una rosa di livello, ma credo ci siano squadre più attrezzate. Con tutto il rispetto la nostra è superiore a quella del Bologna, ma è sempre il campo il giudice supremo. Loro sono una squadra molto ben organizzata che si chiude bene e riparte. Hanno in rosa calciatori importanti: non dobbiamo commettere l'errore di sottovalutarli. Se in campo faremo quello che sappiamo con convinzione e serenità abbiamo molte possibilità di vincere la partita." Magari grazie a Belotti, appena chiamato da Ventura in Nazionale, oppure grazie al 4-2-4 visto in corsa a San Siro: "Belotti in Nazionale? Si è meritato la convocazione. E' un giocatore fondamentale per il Torino e Ventura lo conosce molto bene. Sono convinto che per il futuro anche altri ragazzi potranno candidarsi alla maglia azzurra. Il 4-2-4 del secondo tempo a San Siro? E' una soluzione più offensiva che può servire in alcune occasioni. Io voglio una mentalità che si gioca sempre per vincere e mai per non perdere."
 

Torino