Torino, Cairo: "Stagione positiva, se Belotti resta un altro anno facciamo tutti un affare"

Urbano Cairo giudica la stagione del Torino di Mihajlovic e parla del futuro di Hart e Belotti

Torino, Cairo: "Stagione positiva, se Belotti resta un altro anno facciamo tutti un affare"
Urbano Cairo, zimbio.com

La stagione del Torino di Mihajlovic ad un certo punto sembrava poter prendere una piega interessante, ma alcuni passaggi a vuoto hanno in qualche modo costretto i granata ad una stagione tranquilla, ma senza sussulti. Già da ora, quindi, si pensa più al futuro che non al presente e ci sono un paio di questioni che hanno la priorità rispetto alle altre per quanto riguarda il presidente Cairo. Nello specifico serve risolvere le situazioni legate a Joe Hart e Andrea Belotti, due dei giocatori più importanti della stagione del Torino.

Intervenuto a Radio Deejay, il presidente granata ha voluto prima di tutto parlare della stagione nel suo complesso: "Io credo che sia una buona stagione, ma c'è rammarico nel vedere come alcune squadre che stanno davanti stiano rallentando così. Avremmo potuto giocarcela, ma ad ogni modo la stagione è buona, abbiamo segnato 65 gol. E poi abbiamo lanciato tanti giovani, fatte belle cose. Sinisa Mihajlovic ha fatto una bella squadra. Diciamo che un giocatore come Baselli che è di grande qualità sta diventando anche un giocatore di quantità, recupera palloni, fa avanti e indietro. C'è Acquah che dal punto di vista della concretezza e della quantità c'è. Bisogna stare molto attenti a mixare bene qualità e quantità. Futuro? Noi abbiamo scelto questa politica dei giovani in maniera decisa sin dai tempi di Ventura e continuiamo a farlo con Mihajlovic. Giovani sì, poi ci vuole un buon mix. Dobbiamo continuare in una politica mixata. Ad esempio Lyanco era seguito da Juventus e Atlético Madrid."

Andrea Belotti, zimbio.com
Andrea Belotti, zimbio.com

Si passa poi a parlare dei nomi caldi legati al mercato, a partire dal Gallo Belotti, pepita tanto preziosa quanto desiderata in giro per l'Europa: "Nessuna richiesta, non ne ho ricevute né io né Petrachi. Ci sono sicuramente tanti osservatori italiani ed esteri a vedere le partite del Torino e immagino per Belotti. Io l'ho detto più volte: se Belotti sta ancora un altro anno con noi fa un affare per sé e per noi. L'anno prossimo potrebbe consolidarsi con noi, fare magari 30 gol e andare ai Mondiali dove potrebbe consacrarsi. Con Andrea c'è un rapporto bellissimo, è un ragazzo umile che ha voglia di imparare." Situazione più chiara per Hart che a fine stagione tornerà al Manchester City per la fine del prestito annuale: "Ha fatto qualche errore sulle uscite. Ma ha fatto anche delle cose bellissime, è un portiere importante. Magari dal portiere della nazionale inglese non ti aspettavi... però ha fatto anche delle cose belle."


Share on Facebook