Torino, per il mercato in entrata ballottaggio in porta: torna d'attualità la pista Skorupski

Tra le recenti dichiarazioni di Acquah, partenze e rinnovi, il Torino pensa nuovamente a Skorupski per il ruolo di portiere. Nel frattempo Benassi potrebbe approdare al Sassuolo.

Torino, per il mercato in entrata ballottaggio in porta: torna d'attualità la pista Skorupski
La Stampa

Non sempre il ruolo di portiere viene coperto a dovere, è il caso del Torino che, dopo l'esperienza italiana dell'ex Manchester City Joe Hart, cerca, sia in Europa che in Italia, un sostituto adeguato per la prossima stagione. Si torna a parlare infatti per la sostituzione dell'inglese di Lukasz Skorupski, portiere polacco classe 1991 reduce da un'ottima stagione con l'Empoli, che in questa sessione di mercato è tornato alla Roma una volta terminato il prestito. Si parla di un affare da 8 milioni di euro, ma l'interesse per il giocatore giallorosso si alterna con quello per Salvatore Sirigu. Il portiere del PSG è in uscita dalla squadra francese e rimane sicuramente la prima scelta per i granata; nonostante il forte interesse verso il portiere italiano, l'età di Skorupski, che garantisce affidabilità ed anche futuro, intriga non poco la società torinese.

Non solo entrate in casa Torino, con molte squadre che hanno messo nel mirino alcuni dei giocatori granata. Il caso del ghanese Afriyie Acquah tiene incollati ai giornali i tifosi granata. Il centrocampista in questi ultimi giorni era stato accostato al Newcastle, avvicinamento non di certo fortuito, data l'intervista rilasciata per Ghana Web dal mediano nella quale affermava: "Al 90% andrò in Inghilterra. Il mio sogno è giocare lì"

Situazione intricata, come quella del giovane centrocampista italiano Marco Benassi, il cui nome potrebbe entrare nei prossimi giorni in orbita Sassuolo: il giocatore classe 1994 sarebbe la naturale alternativa al partente Pellegrini, oltre che un tassello fondamentale per il passaggio nello scambio che vedrebbe coinvolti due giocatori del Sassuolo Antonino Ragusa e Gian Marco Ferrari, che interessano molto alla squadra di Mihajlovic. Il primo è un esterno dotato di velocità e resistenza, che può giocare sia a destra che a sinistra; il secondo un difensore classe 1992 in prestito al Crotone.