L'Udinese fa visita alla Fiorentina per continuare a stupire

La squadra di Stramaccioni, attualmente terza, non ha intenzione di fermarsi. L'ostacolo da superare si chiama Fiorentina, reduce dal buon pareggio contro il Milan e vogliosa di riscatto, dopo un inizio di campionato sottotono.

L'Udinese fa visita alla Fiorentina per continuare a stupire
L'Udinese fa visita alla Fiorentina per continuare a stupire

La nona giornata di Serie A pone di fronte due squadre guidate da due tecnici emergenti e  vogliosi di far bene, Vincenzo Montella per la Fiorentina ed Andrea Stramaccioni per l’Udinese. Senza dubbio quest’ultimo non si sarebbe aspettato il terzo posto solitario dopo nove giornate, eppure i suoi ragazzi, sono guidati in campo da quel Totò di Natale che anagraficamente non è più un ragazzino, ma i suoi colpi di classe fanno invidia anche ai più giovani. Manca molto alla fine del campionato, il momento clou ancora deve arrivare, ma lo Stramaccioni visto all’Inter nell’annata 2012-2013 non è nemmeno lontano parente di quello attuale, forse dare nelle sue mani la squadra neroazzurra fu fin troppo prematuro, la verde Udinese di Giampiero Pozzo gli ha voluto dare una seconda chance, che finora sta sfruttando alla grande. La squadra viola di Montella, occupa l’undicesima piazza in classifica, la fortuna negli ultimi anni non è stata una costante della società che si è trovata, come lo scorso anno, privata dei suoi gioielli d’attacco, Pepito Rossi e Mario Gomez, non due tipi qualsiasi. L’organico ne ha certo risentito, ma un giovane che si sta mettendo in luce è sicuramente Khouma Babacar, arrivato finalmente in prima squadra dopo aver esordito giovanissimo nel 2010, ed aver girato in varie squadre cadette negli ultimi anni. I due gol messi a segno fin ora, di cui uno meraviglioso contro l’Inter di Mazzarri, fanno ben sperare.

Partiamo dai padroni di casa. Nell’ultimo turno di campionato i viola sono riusciti a strappare un buon pareggio a San Siro contro il Milan di Pippo Inzaghi, una vittoria contro l’Udinese risolleverebbe senz’altro la squadra da un piazzamento anonimo. Le già citate assenze di Rossi e Gomez in attacco, e di Pizzarro a centrocampo, daranno spazio alla coppia d’attacco formata da Babacar e Cuadrado, con Ilicic, autore del gol contro il Milan, che agirà alle loro spalle da trequartista. A centrocampo agirà il trio formato da Kurtic, Aquilani e Borja Valero, nel reparto arretrato vista l’assenza di Gonzalo Rodriguez, Tomovic sarà costretto a ricoprire il ruolo di centrale di difesa insieme a Savic, sulle fasce agiranno Richards e Marcos Alonso, in porta come al solito Neto.

La vittoria nell’ultimo turno al Friuli contro l’Atalanta ha visto sugli scudi Antonio di Natale e Cyril Thereau, con il primo che è diventato il calciatore dell’Udinese più presente in Serie A, e che ora, con i suoi 197 gol segnati nella massima serie, punta di diritto ai 200. Stramaccioni non cambierà molto rispetto alla sfida contro l’Atalanta, tra i pali Karnezis, difesa a 4 formata da Widmer e Piris sulle fasce, al centro Heurtaux e Danilo, a centrocampo agiranno Pinzi, Allan al centro e Ghuillerme. A sostegno dell’unica punta di Natale ci saranno i gioielli di questo inizio di stagione, Panagiotis Kone e Cyril Thereau. Gli indisponibili per la trasferta toscana sarano Badu, Riera e Gabriel Silva.


Share on Facebook