Risultato Udinese - Roma 2015 (0-1)

Risultato Udinese - Roma 2015 (0-1)
Udinese
0 1
Roma
Udinese: (3-5-1-1): Karnezis; Danilo, Domizzi, Piris; Widmer, Guilherme (Fernandes, min.80), Allan, Kone, G.Silva (Pasquale, min.67); Di Natale (Thereau, min.67); Geijo. Allenatore: Stramaccioni.
Roma: (4-3-3): De Sanctis; Maicon (Torosidis, min.66), Manolas, Astori, Cholevas; Pjanic, De Rossi, Strootman; Iturbe, Totti (Florenzi, min.66), Ljajic (Emanuelson, min.82). Allenatore: Garcia.
SCORE: 0-1, min.16, Astori.
ARBITRO: Marco Guida. Ammoniti: Di Natale, min.21. Maicon, min.45'+1. Pjanic, min.51. Astori, min.71. Torosidis, min.88. Emanuelson, min.89.
NOTE: 17° giornata di Serie A, stadio Friuli di Udine.

Erika Di Bello e VAVEL vi salutano e vi ringraziano per aver seguito la partita con noi.

Queste le parole di Iturbe a fine match: "E' importante iniziare bene, sappiamo che la Roma entra in campo per vincere. Grazie a Dio abbiamo vinto sappiamo che non era facile. Il derby è importante, come ogni partita. Mi aspetto un Olimpico pieno."

La Roma vince la partita portandosi a casa 3 preziosi punti raggiungendo la Juventus, impegnata stasera in una partita difficile contro l'Inter. I bianconeri non riescono a trovare il gol del pareggio anche avendo fatto un'ottima partita, i giallorossi sono andati vicini al raddoppio in più occasioni, con Pjanic prima, Emanuelson e Florenzi poi, hanno saputo comunque gestire al meglio il risultato di vantaggio.

45' + 3 Occasione sprecata da Florenzi che sbaglia il tiro tutto solo davanti il portiere bianconero.

45' + 1 Occasione per la Roma con Emanuelson che va al tiro dopo un perfetto assist di Florenzi, Karnezis para.

5 minuti di recupero.

89' Giallo anche per Emanuelson per un fallo di mano.

88' Ammonizione per Torosidis per un fallo ai danni di Domizzi.

85' Emanuelson rischia di concedere un calcio di rigore per un intervento falloso su Widmer in area di rigore.

82' Emanuelson entra al posto di Ljajic infortunato.

81' Brutto fallo subito da Adem Ljajic che rimane a terra dolorante.

80' Cambio per l'Udinese: esce Guilherme entra Fernandes.

78' Roma vicinissima al raddoppio con un gran tiro di Pjanic, ben indirizzato e con la giusta potenza, ma il portiere bianconero di oppone.

77' Conclusione di Iturbe dal limite dell'area parata in modo indeciso da Karnezis che regala il pallone a Ljajic, ma il serbo è in fuorigioco.

71' Giallo per Astori per un fallo su Allan.

69' Conclusione di Kone che si libera in area di rigore e va al tiro, ma il pallone termina alto sulla traversa.

67' Cambi anche nell'Udinese: esce Di Natale entra Thereau, esce Silva entra Pasquale.

66' Primi cambi per la Roma: esce Maicon entra Torosidis, esce Totti per Florenzi.

65' Flebile tentativo di Maicon da fuori area, facile la presa per Karnezis.

63' Avanzata pericolosa di Allan che si fa spazi tra tutti i difensori giallorossi ma viene murato da Astori.

57' Fallo di Strootman ai danni di Domizzi che blocca un buon tentativo di Pjanic dal limite dell'area.

51' Giallo anche per Pjanic per un brutto fallo su Kone. 

49' Vi è un po' di tensione in campo fra le due avversarie. Squadre molto fallose. 

E' iniziato il secondo tempo!

Nessun cambio per le due squadre.

Le squadre sono rientrate in campo.

Partita abbastanza equilibrata al Friuli con la Roma che ha aperto la partita nel migliore dei modi, detenendo completamente il possesso palla, avanzando sempre pericolosamente in area di rigore avversaria e costringendo i bianconeri a chiudere tutti gli spazi e rintanarsi in difesa. Poi arriva il momento cruciale del match: Astori segna un gol di testa dopo un calcio di punizione con il pallone che rimbalza sulla traversa e poi sorpassa la linea di porta. La squadra di Stramaccioni, e il ct stesso, non è d'accordo con la decisione presa dall'arbitro, ma rivendendo il replay il gol appare molto chiaro. L'Udinese si sveglia, anche frastornato da questo svantaggio e mette in serie difficoltà gli avversari che per poco non subiscono il gol del pareggio al 26' dopo una conclusione di Silva. Giochi ancora molto aperti.

45' + 1 Ammonizione per Maicon per un fallo di mano.

1 minuto di recupero.

42' Tentativo di Guilherme dalla lunga distanza, il pallone termina sulla traversa.

41' Roma costretta a difendersi contro un Udinese che ora aggredisce.

37' Fantastica ripartenza della Roma con Iturbe che sforna un ottimo cross in area di rigore per Totti, il capitano va al tiro ma Karnezis para. 

32' Tentativo di Maicon dalla lunga distanza, il pallone termina in curva.

26' Pallone che finisce per un soffio fuori la porta giallorossa dopo un inserimento improvviso di Silva in area di rigore che va dritto al tiro. 

21' Ammonizione per Di Natale per proteste.

20' Conclusione di Kone da fuori area, sicura la presa per De Sanctis.

19' Occasione da brivido per l'Udinese con Widmer che calcia a colpo sicuro, il suo tiro viene salvato miracolosamente da un intervento di De Rossi.

16' GOOOOOLLLLL! ROMA IN VANTAGGIO CON UN RETE DI ASTORI SU COLPO DI TESTA! 
 

14' Che occasione per i giallorossi! Pjanic e Strootman alimentano un'azione offensiva con il bosniaco che serve splendidamente il compagno in area di rigore, ma il suo tiro viene bloccato.

11' Sfortunata la Roma dopo una conclusione su rimpallo di Pjanic indirizzata verso lo specchio della porta, bloccata involontariamente da Iturbe che si trovava sulla traiettoria.

8' la Roma si dimostra molto aggressiva, sempre con il pallone tra i piedi, i bianconeri difendono a spazi stretti ogni punto del campo.

3' Prima conclusione giallorossa con Pjanic che tenta un tiro a giro dal limite dell'area: il pallone termina sul fondo.

2' La Roma gestisce il possesso palla cercando di avanzare e farsi spazio nella trequarti avversaria.

12.30 - Il match è appena cominciato!

12.25 - Le squadre sono appena entrate in campo.

12.20 - Ecco l'XI ufficiale giallorosso: (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Cholevas; Pjanic, De Rossi, Strootman; Iturbe, Totti, Ljajic.

12.15 - Ecco l'XI ufficiale bianconero: (3-5-1-1): Karnezis; Danilo, Domizzi, Piris; Widmer, Guilherme, Allan, Kone, G.Silva; Di Natale; Geijo.

12.10 - I bianconeri sono in campo per l'allenamento pre-partita.

12.05 - Ecco le parole di Iturbe, intervistato prima del match: "Siamo preparati per questa partita. Sappiamo che l’Udinese gioca bene ed ha giocatori di qualità, ma puntiamo a fare la nostra partita. Di giocare (ride). Mi impegno sempre, penso di non aver avuto molta fortuna nella prima parte di stagione per via dell’infortunio. Nel 2015 devo impegnarmi tanto per convincere la squadra e il mister."

11.55 - La Roma è arrivata allo stadio Friuli.

11.50 - In questo match si sfideranno due fuoriclasse, con numeri eccezionali, ma soprattutto due colonne portanti delle rispettive squadre: parliamo di Francesco Totti e Antonio Di Natale. Avversari sì, ma non nemici. Al contrario i due si conoscono da una vita, precisamente dal 2003, il giorno della loro prima sfida diretta. Questa mattina partiranno entrambi titolari, per farci sognare come solo loro sanno fare. Totalizzano 75 anni in due, 438 gol e 976 presenze in Serie A, insomma numeri da paura.

11.40 - E' tutto pronto allo stadio Friuli a poco meno di un'ora dal match!

Buongiorno e benvenuti alla diretta di Udinese – Roma, incontro valido per la 17° giornata di Serie A 2014-15. Un saluto da Erika Di Bello e da VAVEL ITALIA. Vi terremo in aggiornamento sulla partita in tempo reale. Calcio d’inizio alle ore 12.30, Stadio Friuli di Udine. Match importante per entrambe le squadre: l’Udinese, da una parte, deve rassettare il suo percorso in questa stagione se vuole scavalcare le big e raggiungere una posizione importante in classifica; dall’altra, c’è la Roma che non può permettersi altri risultati al di fuori della vittoria, se vuole avere più speranze di raggiungere gli juventini.

La squadra di Stramaccioni con i suoi 22 punti, tiene ben saldo il nono posto in classifica. Stagione iniziata al meglio quella dell’Udinese, con ben 4 vittorie su 5 durante il primo mese di campionato, in partite neanche piuttosto semplici, che gli han permesso di raggiungere le zone più alte della classifica e armarsi di positività. L’andamento poi è stato via via altalenante, in tutto sono 6 le vittorie bianconere, 4 i pareggi e 6 le sconfitte. I bianconeri hanno perso i 3 punti soprattutto nelle trasferte (4 sconfitte fuori casa e 2 in casa), un dato che gioca a favore della squadra di Stramaccioni in questo match così importante.

I giallorossi sono a quota 36 punti, con soli 3 punti di distacco nella loro rincorsa alla Juventus. Il percorso della Roma è uno dei più straordinari, eppure gli uomini di Garcia sono stati spreconi in parecchie occasioni, sbagliando laddove avevano la possibilità di accorciare le distanze dalla vetta o addirittura di arrivarci. Sono ben 11 le vittorie capitoline, 3 i pareggi e 2 le sconfitte. I risultati negativi sono arrivati esclusivamente fuori casa, questo potrebbe essere un altro fattore incoraggiante per i bianconeri di Stramaccioni.

L’Udinese arriva da un pareggio contro la Sampdoria di Mihajlovic per 2-2. Il match si è aperto con la rete di Obiang, che porta subito i bianconeri in svantaggio. La squadra di Stramaccioni, però, è brava a riprendersi e, nell’arco di 4 minuti, sigla una doppietta con le reti di Geijo e Danilo. Arriva poi, al 60’, la rete di Gabbiadini a chiudere la partita. I bianconeri non riuscivano a far possesso palla e hanno sofferto subendo ben 20 tiri, di cui 5 nello specchio della porta. 2-2, perciò, è un risultato prezioso vista la piega che la sfida aveva preso.

La Roma è reduce da un amaro pareggio, ricco di rimorsi e rimpianti. I giallorossi, che nelle precedenti giornate avevano raggiunto gli juventini a -1, hanno riallungato le distanze tornando a una differenza di 3 punti. La squadra di Garcia ha giocato la partita con carattere e qualità, arrivando spesso in area di rigore e mostrandosi più volte pericolosa, ma non in modo efficace. È sembrata più volte vicina al vantaggio, ma è mancata la grinta necessaria ad insaccare il pallone in rete, anche dopo che il Milan era rimasto in 10 per l’espulsione di Armero. Se i capitolini vogliono raggiungere lo scudetto, non dovranno più sprecare occasioni e, perciò, cercare di vincere questo match.

L’Udinese può contare sempre sul suo fidato Totò di Natale, un vero e proprio bomber anche all’età di 37 anni. In questa stagione è il miglior marcatore bianconero con 8 reti (anche il miglior assistman insieme a Widmer, 3), seguito da Thereau a quota 5. Ci sono infine Fernandes e Danilo a 2 reti. Per quanto riguarda i giallorossi, la colonna portante di questa squadra è Adem Ljajic che sembra attraversare il miglior momento dal suo arrivo alla capitale. E’ il capocannoniere della squadra con 6 reti, seguito da Mattia Destro con 4 reti. L’attaccante, al contrario del serbo, non passa un buon momento e, tra l’altro, sembra non trovar molto spazio nelle gerarchie di Garcia. Infine vi sono Pjanic e Nainggolan, i due gioiellini di centrocampo, a quota 3 reti.

PRECEDENTI - Si contano 80 precedenti fra Roma ed Udinese in Serie A, dove la Roma si è imposta per ben 37 volte, i friulani hanno ottenuto 20 successi, 23 i preggi. Nei 40 match disputatasi in casa Udinese si contano 15 vittorie giallorosse, 14 bianconere e 11 pareggi: una situazione si sostanziale equilibrio.  Lo scorso campionato la Roma vinse in trasferta contro i bianconeri per 0-1, grazie ad un rete di Bradley che trascinò la squadra in extremis alla vittoria.

 

CURIOSITA' - L’Udinese non riesce ad ottenere lo stesso risultato per due volte di fila da cinque partite e da otto giornate consecutive prende gol, 16 in totale. La Roma, invece, è imbattuta da sei sfide e non subisce gol da due giornate. La squadra capitolina è la preda più colpita da Antonio di Natale che ha segnato ben 13 gol in 24 gare di Serie A, a nessuna squadra ha segnato più reti. Ma, d’altra parte, anche i numeri di Francesco Totti fanno preoccupare: 14 reti contro i friulani, solo al Parma ne ha fatte di più. Le statistiche parlano di una superiorità giallorossa: maggior possesso palla (58 contro 42), maggior percentuale di passaggi riusciti (75,4 contro 62,3) e una maggiore pericolosità (58 contro 40,9).

Rudi Garcia sorride in conferenza stampa per lo spogliatoio che man mano si svuota e adesso ha a disposizione gran parte della rosa, con il capitano al massimo della forma. E’ contento anche dell’atteggiamento con cui i suoi ragazzi sono tornati dal riposo: “Mapou, Totti e Destro sono tutti al 100%, potranno dare una mano alla squadra per prendere i tre punti. E’ il nostro obiettivo anche se sappiamo che Udine è un campo difficile C’è solo una gara che conta: quella di domani. Non farò calcoli, i giocatori dovranno giocare con fair play ma senza togliere la gamba sui contrasti. Dopo la sosta ho trovato un gruppo con il giusto atteggiamento mentale. La sosta ha fatto bene anche a Strootman. E’ pronto a giocare dall’inizio.” – il tecnico dovrà fare a meno, però, di due giocatori importanti nei rispettivi ruoli come Gervinho, perno offensivo e Keita, maestro del centrocampo, a causa della Coppa d’Africa: “Lo sappiamo dall'inizio della stagione che c'è ma io ho la fortuna di avere una rosa ampia e giocatori forti.” – parlando di Iturbe – “Il suo profilo si avvicina di più a quello di Gervinho, ma ho anche altre scelte in attacco. Ho pien fiducia in Juan, perché in allenamento dà sempre tutto e questa è la chiave giusta per il successo. In avanti però dobbiamo migliorare perché nelle ultime gare abbiamo segnato poco e non siamo stati efficaci” – il ct è soddisfatto del rendimento dei suoi e spende anche qualche parola di conforto su Mattia Destro, ultimamente non in gran forma – “Anche se non abbiamo segnato tanti gol nelle ultime due partite abbiamo creato tante occasioni. Siamo il secondo attacco del campionato. Preferisco 12 giocatori che possono andare a segnare piuttosto che un giocatore che ne fa 20/25 che se lo perdi a metà stagione hai perso la stagione. Va bene così, sono contento dei miei giocatori e non ho chiesto nessun cambio. Così chiudo anche le domande sul calciomercato. Mattia è un bomber, un profilo unico nella mia rosa, non è ne più ne meno importante degli altri. E’ allo stesso livello e avrà le sue possibilità” – riguardo i suoi obiettivi – “Io metto la firma per fare nel 2015 quello che abbiamo fatto nel 2014. La differenza è che quest’anno dobbiamo vincere qualcosa. Juventus-Roma mi piace essere obiettivo. Quando mi chiedono di quella partita rispondo sempre allo stesso modo. Poi la squadra è intelligente e non si sofferma solo su quella partita. Ogni squadra può migliorare su tanti punti, possiamo essere più efficaci in difesa o in attacco. La cosa che non deve cambiare è la filosofia di gioco che ci deve portare ad attaccare ed a segnare dei gol e l’atteggiamento dei giocatori in campo: devono dare tutto per la maglia. La strada è molto lunga. Ogni partita è importante. Se vinciamo le partite e ci avviciniamo al primo posto è meglio ma ogni punto conta e i conti si fanno alla fine. Dobbiamo essere in grado di fare punti e finire prima di 19 squadre alla fine del campionato”.

Stramaccioni, nella sua conferenza stampa, ha speso parole di stima verso la squadra avversaria e anche verso Florenzi. Non è preoccupato per il match anche se sa che sarà molto difficile: “Non ritengo l'Udinese in emergenza, chi giocherà domani farà benissimo. La Roma? Come qualità tecnica è la migliore d'Italia. Credo che il dispendio di energie per la Champions possa aver inciso un pochino sul campionato. Adesso credo abbia ricaricato le batterie e ha un solo risultato: vengono qui per fare i tre punti e noi cercheremo di non farglieli fare. Gabriel Silva domani può giocare, è in ballottaggio con Pasquale. Le parole di Garcia sugli errori arbitrali non credo che fossero intese a condizionare l'arbitraggio di domani. Abbiamo fiducia nella categoria. Loro sono la squadra tecnicamente migliore in Italia, ma hanno qualcosa in meno rispetto alle altre sotto il punto di vista della forza. Cercheremo in tutti i modi di non farli vincere, unico risultato che vorranno" – riguardo Florenzi – “A lui sono molto legato. Ha fatto la gavetta ed è diventato protagonista in una piazza difficile come Roma. Sono contento del rinnovo, così la prossima cena insieme la paga lui e non io, come l'ultima volta!"

L’arbitro designato per questo match è Marco Guida della sezione di Torre Annunziata. Il fischietto ha già incrociato la Roma 8 volte in campionato con risultati abbastanza positivi: si contano 4 vittorie capitoline, 3 pareggi e 1 sola sconfitta. Anche per i bianconeri i numeri promettono bene: negli 8 incroci totali sono 4 le vittorie, 2 i pareggi e altrettante le sconfitte.

FORMAZIONE UDINESE – Stramaccioni dovrà fare a meno di parecchi giocatori in questo match. Il recupero di Domizzi non è ancora certo, il giocatore ha effettuato una sessione di corsa e poi una serie di esercizi atletici. Allenamento differenziato anche per Totò di Natale, ma il capitano non mancherà la sfida. Mancheranno gli squalificati Heurtaux e Pinzi e coloro che sono impegnati con le nazionali, ossia Wague, Badu, Evangelista e Zapata. Notizie positive arrivano da Piris, recuperato già dall’ultimo dell’anno dopo un affaticamento al flessore. Resta in dubbio invece Muriel. Nel 3-5-1-1 avremo probabilmente Domizzi, accompagnato da Piris e Danilo in difesa, Widmer, Allan, Guilherme, Kone e Pasquale formeranno la linea di centrocampo, nel reparto offensivo il capitano sarà la punta sostenuto alle spalle da Fernandes.

FORMAZIONE ROMA – In casa Roma si contano alcuni giocatori mancanti, ma anche molti recuperati. Garcia dovrà rinunciare agli africani Keita e Gervinho, impegnati in Coppa d’Africa. Dovrà anche valutare la situazione dei diffidati Nainggolan, De Rossi e Florenzi, dato che il prossimo match sarà il derby contro la Lazio e i giallorossi non vogliono arrivarci impreparati. La formazione perciò dovrebbe prevedere Maicon, Manolas, Astori e Cholevas in difesa, a centrocampo i due diffidati Nainggolan e De Rossi dovrebbero essere titolari insieme al bosniaco Pjanic. In attacco il tridente sarà formato da Totti, Iturbe e Ljajic; Destro si accomoderà in panchina.

Share on Facebook