Udinese a Roma tra incertezze sul futuro e spensieratezza

I bianconeri senza obiettivi di classifica da tempo, potrebbero rovinare il piani di Garcia come altresi offrirne il fianco. Ma il vero punto interrogativo resta il futuro

Udinese a Roma tra incertezze sul futuro e spensieratezza
Udinese a Roma tra incertezze sul futuro e spensieratezza

L'Udinese di Stramaccioni non ha più nulla da chiedere al campionato, le ultime partite valgono da esame di riparazione per tutti quei giocatori che dovranno meritatarsi la riconferma per il prossimo anno dopo una stagione a dir poco deludente. Si preannuncia un mezzo ribaltone dopo quello che doveva essere l'anno zero e la sensazione è che anche il prossimo non sarà da meno. Tra voci di mercato confermate e smentite che riguardano i vari Allan, Widmer, Heurtaux, Karnezis e Scuffet, il primo a lasciare la nave bianconera sarà il vice di Strama Dejan Stankovic. Al serbo non è ancora stato rinnovato il contratto, voci in cerca di conferme dicono che l'ex interista abbia già avvisato la squadra del suo addio a fine stagione e non abbia rinnovato l'affitto della sua abitazione. Destinazione, ovviamente, Inter. 

Insomma, più di un indizio. Anche Stramaccioni al dire il vero non è ancora certo di sedere sulla panchina dell'Udinese il prossimo anno, nonostante le difese prese in sue favore da paron Pozzo in tutto l'arco del campionato e le dichiarazione di massima fiducia nel tecnico romano. La sensazione però è che la società si stia guardando attorno e i nomi di Donadoni e Maran sono sempre caldi. E poi c'è Di Natale. Il capitano da qui alla fine cercherà di migliorare il suo record di realizzazioni in serie A, poi si prenderà tutto il tempo per decidere cosa fare, continuare ancora uno-due anni o smettere subito e dedicarsi alla sua scuola calcio. Non ci sono altre squadre all'orizzonte per il capitano. La sensazione comunque è che Totò, stimolato dal fatto di poter raggiungere campioni come Meazza e Altafini, o addirittura Nordhal, possa continuare ancora. Anche part-time.

All'Olimpico però, la presenza del bomber bianconero è incerta, infatti è arrivata la notizia di un fastidioso problema all'adduttore. Solamente dopo la conferenza pre partita di Stramaccioni si saprà di più. Con la Roma sarà interessante vedere l'atteggiamento della squadra. Giocarsela a viso aperto e con un atteggiamento offensivo potrebbe offrire l'opportunita di vedere una bella partita, d'altronde l'Udinese pensieri particolari non è ha e proprio per questo potrebbe mettere in difficoltà la Roma. Ma i giallorossi sono in piena corsa Champions con i cugini laziali e non vorranno certo lasciarsi sorprendere dall'Udinese, cercando di arrivare al gol il prima possibile per poi mettere la partita sui binari giusti. Dopo di che non credo i bianconeri possano opporre particolari resistenze.

Sarà comunque un'occasione per Strama per cercare di cambiare atteggiamento e mentalità alla squadra, giocando per lo spettacolo e cercando di cancellare la pesante sconfitta interna con la Samp.  Così non fosse, ulteriori dubbi sul suo futuro potrebbero infittirsi.

Udinese (4-3-1-2): Karnezis; Widmer, Danilo, Herutaux, Piris; Allan, Pinzi, Badu; Guilherme; Thereau, Perica