Udinese: contro il Sassuolo ultima al vecchio Friuli

Domenica arriva il Sassuolo, l'ultima in casa per l'Udinese, l'ultima nel vecchio Friuli.

Udinese: contro il Sassuolo ultima al vecchio Friuli
Udinese: contro il Sassuolo ultima al vecchio Friuli

L'Udinese di Stramaccioni domenica contro il Sassuolo avrà un doppio compito, vincere l'ultima in casa nel vecchio Friuli e lanciare positivamente la prossima stagione che comincerà nel nuovo Stadio con l'apertura della curva nord e dei distinti. Uno spot per la prossima campagna abbonamenti, ma gli interrogativi sulla squadra sono molteplici.

Il primo riguarda il secondo di Stramaccioni. Data per certa la partenza di Dejan Stankovic, alla volta di Milano o al seguito del suo caro amico Mihajlovic, si dovrà cercare un sostituto del serbo. Al momento nessuna certezza, il primo nome ipotizzato è quello dell'ex giocatore bianconero Valerio Bertotto. Affascinante invece l'ipotesi Di Natale nelle vesti di allenatore/giocatore. Vice di Stramaccioni in panchina e all'occorrenza bomber part-time. Fantasie ?

Il secondo interrogativo è proprio quello del mister. Stramaccioni sembra avere la fiducia incondizionata della famiglia Pozzo, la sensazione però è che nella stanza dei bottoni stiano valutando un possibile piano alternativo. Ok l'anno zero, ma la stagione è stata troppo altalenante e deludente.

Il terzo riguarda il mercato in uscita. Allan, Widmer, Karnezis ed Heurtaux sono a turno accostati alle big del campionato. Inoltre c'è la questione Scuffet, in caso di cessione di Karnezis, il suo passaggio a numero uno sembrerebbe scontato, al contrario, se il greco rimanesse, sarebbe il giovane friulano ad andarsene in prestito.

Poi c'è il mercato in entrata. Fin troppo evidenti i limiti di questa rosa, per il prossimo anno almeno un paio di innesti di valore a centrocampo ed in attacco sembrano doverosi, infine l'annoso problema della fascia sinistra. Gabriel Silva sembra essersi perso, un laterale veloce e tecnico serve eccome.

Watford. La squadra inglese è salita in Premier e nelle tasche della holding dei Pozzo arriveranno circa 150 milioni di euro. I tifosi bianconeri si augurano che una parte di questi vengano utilizzati per rinforzare anche l'Udinese. Dubbi.

Chi di dovere dovrà rispondere a questi interrogativi, mentre la squadra dovrà vedersela con il Sassuolo. La squadra di Di Francesco si è salvata con largo anticipo rispettando i programmi di inizio anno. Al Friuli arriverà per giocarsela apertamente, senza particolari tatticismi, questo dovrebbe garantire sicuro spettacolo per i tifosi presenti sugli spalti.

L'Udinese, a parte Heurtaux squalificato e Domizzi non ancora pronto, dovrebbe giocare con Karnezis in porta, Danilo e Bubnijc centrali, Widmer e Piris laterali, Allan-Badu-Pinzi-Guilherme a centrocampo, in attacco Thereau alle spalle di Di Natale, qualora il capitano fosse totalmente recuperato, altrimenti Perica.

Per l'occasione l'Udinese scenderà in campo condividendo la maglia bianconera con il gialloblu del Castelfranco Calcio Femminile di Castelfranco di Sotto ( Pi ), per rendere omaggio alle donne del calcio, in quello che è chiamato Dacia Sponsor Day - The Split.

Arbitro dell'incontro Abisso di Palermo.