Colantuono : non giudico il comportamento del pubblico, ma faremo di tutto per portarlo dalla nostra parte

Mister Colantuono si presenta in sala stampa alla vigilia del turno infrasettimanale contro il Milan, nel secondo match casalingo consecutivo dopo la bruciante sconfitta con l'Empoli

Partiamo dalla fine, dalle contestazione a fine gara con l'Empoli : " sono qui da poco tempo e non mi permetto di giudicare cosa fanno i tifosi, chi viene allo stadio è libero di esprimere il proprio parere e se hanno fischiato probabilmente avevano anche ragione. Una cosa so però, che il sodalizio tifosi, squadra, società, è stata la fortuna di questa piazza negli ultimi anni. Noi con l'impegno, lottando su ogni pallone e facendo un buon campionato, cercheremo di riportarli dalla nostra parte "

Preoccupa il morale della squadra : " la delusione serpeggia, è normale, ma bisogna reagire e ripartire da alcune certezze. Ovviamente vincere fa crescere l'autostima e affrontare la partita successiva con minor stress. Bisogna uscirne con positività, senza pensare a quello che non hai ottenuto e lavorare sugli errori. La classifica, al momento, nemmeno la guardo "

Arriva il Milan, forse in un momento sbagliato per ripartire da quel gol di Maccarone : " proveremo a fare una buona partita ma soprattutto a non commettere errori come nelle ultime partite. Il calendario è questo e dobbiamo accettarlo, non possiamo farci nulla, se il Milan arriva in un momento sbagliato lo sapremo solo domani. E' un momento così, abbiamo avuto problemi, alcune difficoltà e anche un po di sfortuna, diciamocelo non ci è girata prorpio bene ultimamente. Il Milan arriva dalla bella vittoria sul Palermo, è in un buon momento, sarà una partita difficile. Ma noi dobbiamo credere nel nostro lavoro, riprendere a giocare bene e a fare punti. Non bisogna perdere l'autostima "

Preoccupato dall'atteggiamento della squadra ? nel secondo tempo con l'Empoli la squadra è calata : " sto aspettando il report dal punto di vista fisico, perchè a caldo la partita la si è vista in un modo, ma ho avuto l'opportunità di rivederla più volte e l'Empoli ha si alzato un po il baricentro e palleggiato bene a centrocampo ma ha fatto due tiri in porta da fuori area con Saponara e Ronaldo, non ci ha mai messo veramente in difficoltà. Poi l'espulsione dei Kone e subito hanno pareggiato, anche fortunatamente, ma non sono scuse. Anche in inferiorità non abbiamo sofferto particolarmente. Poi c'è stato il gol sul finale. Dell'atteggiamento della squadra non mi preoccupo, per me è sempre stato positivo, mi preoccupa più il Milan perchè è una squadra completa ed ha degli attaccanti molto forti. dovremo fare una grande partita. "

Sulla necessità di cambiare modulo : " si può fare tutto, ma l'abito giusto per questa squadra è il 3-5-2, proprio per le caratteristiche dei giocatori in rosa. Per il 4-4-2 ci vogliono laterali di un certo tipo e almeno due centrocampisti centrali con determinate caratteristiche. L'importante è non fare errori. Sia con il PAlermo che con l'Empoli abbianmo giocato molto alti, mentre con Juve e Lazio ti ritrovi a giocare più basso."

Poi si passa ai singoli, Totò e Zapata : " hanno giocato bene. Con squadre che si chiudono uno dei due attaccanti deve andare a dare fastidio al regista. Il primo tempo è stato dispendioso e ad entrambi avevo chiesto di retrocedere, Totò lo ha fatto più di Zapata. Ma sappiamo benissimo cosa può dare Di Natale e qual è il suo ruolo, dobibamo gestirlo, come tutti gli altri del resto "

Su Widmer : " sta meglio, ma vogliamo aspettare prima di dare certezze "

Su Edenilson mezzala : " si, la può fare, anche perchè l'ha fatto in passato, ma ormai il suo ruolo da alcuni anni è l'esterno. E' un giocatore che sta tirando la carretta da inizio anno, il suo è un ruolo molto dispendioso, non dimentichiamocelo "

Infine su un possibile utilizzo di Marquinho : " sta crescendo, gli manca ancora un po di ritmo ma non è lontano dalla forma migliore "