Udinese, arriva il diavolo

Terzo tentativo, su cinque gare, per sfatare il tabù casalingo, ma al Friuli arriva un pericoloso Milan.

Udinese, arriva il diavolo
Udinese, arriva il diavolo

Arriva il diavolo, e questo dovrebbe già bastare per mettere paura alla timida Udinese, in cerca della sua prima vittoria allo Stadio Friuli. Invece ci si mette di mezzo anche il vecchio adagio del "non c'è due senza tre", ovvero, dopo le due sconfitte interne con Palermo ed Empoli, quella con il Milan sembra già scritta da un destino triste e crudele.

In uno stadio che si riempirà a dovere per l'occasione, l'unica speranza per i tifosi bianconeri è quella che la squadra di mister Colantuono possa sovvertire tutte le previsioni. Ma come? Disputando la classica grande partita, in una grande serata, con un grande pubblico, cercando di fare meno errori, lottando su ogni pallone, giocando con la massima attenzione in fase difensiva e sfruttando nel modo migliore le occasioni che si presenteranno nell'area rossonera. Mettendoci tutta la rabbia e la grinta necessaria per impedire che ancora una volta lo Stadio Friuli venga violato. Per questa serata non si chede nient'altro.

Il supporto da parte del pubblico non mancherà, si farà sentire per tutto l'arco della partita, dando il giusto sostegno ad una squadra che ha estremamente bisogno di muovere la classifica, interrompendo immediatamente la serie di sconfitte consecutive, tre in appena quattro giornate, scacciando periodi che andrebbero a farsi ancora più oscuri.

La partita di questa sera è l'occasione per dimostrare di avere gli attributi, con i giocatori più esperti chiamati a caricare e sostenere tutti i compagni, specialmente quelli più giovani, specialmente quelli stanieri che si devono ancora ambientare. Il campionato ricomincia oggi, per squadra, società e tifosi.

Appuntamento alle 20.45 allo Stadio Friuli, arbitro della gara Daniele Doveri della sezione di Roma.


Share on Facebook