Colantuono: "Col Frosinone non dobbiamo sbagliare, tutto è ancora da giocare per la salvezza"

Stefano Colantuono cerca di mettere in guardia i suoi ragazzi prima della partenza per Frosinone e della sfida contro la squadra di Stellone.

Colantuono: "Col Frosinone non dobbiamo sbagliare, tutto è ancora da giocare per la salvezza"
Stefano Colantuono

Qualcuno, a detta di Colantuono, vede già l'Udinese retrocessa in vista della prossima stagione. Il tecnico bianconero non ci sta, ma è consapevole che, classifica alla mano, la trasferta di Frosinone è un passaggio importante della stagione dei friulani.

Colantuono ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita, partendo dagli errori commessi dalla sua squadra nell' ultimo periodo: "L'errore c'è da parte nostra e dalla parte avversaria, altrimenti le partite finirebbero tutte 0-0. Se segni significa che dall'altra parta c'è stato un errore e noi ne abbiamo commessi un po' in questo girone di ritorno. E ci è mancata continuità. Certo, sento addirittura che questa squadra sarebbe già retrocessa e si sono tirate le somme, ma mancano ancora 11 gare ed è tutto da giocare." La squadra, però, non è in un gran momento, ecco perchè la gara contro il Frosinone è così importante: "La partita di Carpi è quella che ha condizionato il nostro campionato. I nostri problemi sono nati lì, sbagliando questa partita. Peccato, perché i 30 punti che abbiamo ora potevamo averli molto prima affrontando così con più serenità il campionato. Spero di non cadere nello stesso trabocchetto col Frosinone. Non dobbiamo sbagliare questa partita."

C'è spazio anche per paralre di alcuni singoli, come ad esempio Widmer: "Si può giocare la sua chance come del resto tutti. Non ho mai chiuso le porte a nessuno e lo stesso Widmer in un certo periodo ha giocato con continuità. Tutti quelli che sono stati in rosa quest'anno hanno giocato e anche il nuovo acquisto Balic troverà il suo spazio." Per tornare a vincere servirebbero i gol di gente come Duvan Zapata, ma Colantuono difende il proprio attaccante: "Il lungo stop lo ha condizionato. Per l'infortunio che ha avuto doveva tornare nel finale di stagione, ma è stato bravo lo staff a far sì che i tempi si abbreviassero. Zapata poi ha un certo fisico che necessita di tempo e ovviamente sta pagando questo, ma in un momento così gli serve una pacca sulle spalle."

Udinese Calcio