Udinese - Le pagelle, l'attenzione non è il punto forte

In una partita disputata bene per quasi tutti e novanta i minuti, i friulani vengono condannati da alcuni blackout improvvisi ed inspiegabili in avvio di ripresa.

Udinese - Le pagelle, l'attenzione non è il punto forte
Molla Wague in un contrasto con Mertens. Fonte: www.facebook.com/UdineseCalcio1896

Una sconfitta che brucia, quella interna per 2-1 contro il Napoli, soprattutto perchè l'Udinese in realtà non si era disimpegnata male. Questa volta però gli errori che ormai caratterizzano i friulani da tanto tempo sono pesanti e permettono ai partenopei di poter festeggiare la vittoria.

Karnezis 6 - Non può fare nulla sui gol. Sbava leggermente solo in un uscita su calcio d'angolo. Per il resto, partita da spettatore.

Widmer 4,5 - Fa il suo come sempre, giocando un buon primo tempo. Il calo di concentrazione in area che ha portato al secondo gol di Insigne è però inspiegabile. Cose che succedono, ma la macchia resta.

Danilo 6 - Nessun problema per lui, contiene sempre al meglio le incursioni in area avversarie.

Molla Wague 5,5 - Dopo un primo tempo tranquillo, nella ripresa inizia a scricchiolare sempre di più, commettendo qualche errore di troppo.

Felipe 5 - No, non è un terzino. Resta incomprensibile la decisione di rinunciare a Samir, che pur si stava disimpegnando bene fuori ruolo, in favore dell'ex Inter, che non ha nè i tempi nè il fiato per fare l'esterno di difesa. Troppo molle in occasione del primo gol.

Badu 5,5 - Tanto fumo e poco arrosto. Talvolta prova dei lanci e dei passaggi da regista, mettendo in mostra dei piedi più da fabbro che da fata. Talvolta non basta solo la corsa per portare a casa la pagnotta.

Kums 6,5 - Inizia ad incidere anche in fase offensiva, suo infatti l'assist per Perica, dove ha pennellato un calcio d'angolo perfetto. In difesa resta una pedina fondamentale, ma in avanti si sente il bisogno di uno come lui. Compito di Delneri trovare un modo per fargli fare entrambe le fasi. (Jankto 6 - Inserito per dare fiato a un centrocampo in evidente difficoltà. Fa il suo, senza strafare.)

Fofana 5,5 - Vale lo stesso discorso fatto per Badu. Tanta corsa, ottimo in fase di contenimento, pessimo quando bisogna gestire il pallone, il che è strano, dato che solitamente ha un buon piede.

Matos 6 - Schierato un po' a sorpresa da Delneri, il brasiliano non sfigura assolutamente. In velocità è devastante e nell'uno contro uno sa come rendersi pericoloso. Deve migliorare in fase difensiva e, soprattutto nei cross, perchè i mezzi li avrebbe. (Perica 6,5 - Ingresso molto importante. Segna subito il gol dell'1-2, sfruttando il perfetto cross di Kums. Tanta corsa e voglia di fare, più incisivo di Duvàn Zapata in questa sfida).

Duvàn Zapata 6 - Koulibaly è un osso durissimo, se poi è in serata di grazia come in questa partita, il compito diventa molto arduo. Peccato per l'occasione fallita nel primo tempo, ma Reina ha scelto bene i tempi dell'uscita. Si può dire ciò che si vuole, ma il polverone mediatico sollevato dai media lo ha sicuramente distratto e in questa partita si è vista meno cattiveria del solito. (De Paul sv)

Thereau 5,5 - Un po' sottotono il francese. Delneri lo mette sia largo sulla fascia che più centrale, ma in nessuno dei due casi l'ex Chievo riesce a giocare come sa. Appannato.

Delneri 6 - Gara impostata bene come al solito, i cali improvvisi di concentrazione non sono colpa sua. Bisognerà stare attenti con Widmer, perchè dopo l'errore commesso era evidentemente abbattuto e, dato che questa è una squadra che tende ad avvilirsi facilmente, bisognerà pungolarlo nel modo giusto affinchè non ci siano ripercussioni. Bene anche i cambi, che accendono una piccola speranza di arrivare al pareggio.

Udinese Calcio