Serie A - Udinese-Crotone, uno scontro salvezza che può dire tanto

L'Udinese, con una vittoria, metterebbe altri tre punti di distacco dal terzultimo posto, chiudendo forse definitivamente il discorso salvezza. Dal canto suo il Crotone non può far fuggire l'Empoli, vittorioso contro il Cagliari.

Serie A - Udinese-Crotone, uno scontro salvezza che può dire tanto
News 2 (cambiare url)

È la classica sfida in cui i punti valgono doppio. L'Udinese vuole assolutamente la vittoria. L'ultimo scontro salvezza del 2016 capita in casa, contro il Crotone. La partita con i pitagorici potrebbe mettere definitivamente alle spalle il fantasma della retrocessione, dato che il distacco diventerebbe così di quindici punti (ammettendo che il Pescara non batta il Bologna). I friulani inoltre vogliono sfatare il tabù della terza vittoria. Sono infatti ben due anni che ad Udine non arrivano tre successi di fila. Delneri vuole fortmente che i suoi diano seguito alle affermazioni contro Bologna e Atalanta, che sono arrivate in due modi completamente diversi. Contro i felsinei le zebrette hanno tenuto il pallino del gioco per tutta la sfida, riuscendo ad insaccare la sfera però solo all'ultimo secondo. Contro la Dea invece i friulani sono stati in trincea per più di un'ora, salvo poi suonare la carica e andarsi a prendere i punti. Tanti gli esperimenti effettuati dal tecnico di Aquileia, che sta un po' alla volta cercando (e trovando) i ruoli giusti per ogni elemento a sua disposizione. Contro i calabresi ci si aspetta la conferma dei progressi e non la solita debacle, tipica dell'Udinese quando si ritrova davanti ad un esame importante.

Il Crotone, dopo un avvio complicatissimo, sta lentamente risalendo la china. La squadra di Nicola sta iniziando a scrollarsi di dosso certi errori, che non gli permettevano di raccogliere quanto seminato. Tutte le squadre che hanno affrontato i calabresi si sono ritrovate un avversario molto duro. Anche l'Inter ha avuto i suoi problemi, il 3-0 infatti è maturato solo nei minuti finali. Nell'ultima giornata è arrivato il secondo successo in Serie A per i pitagorici, proprio nello scontro salvezza contro il Pescara. I rossoblù dunque si ritrovano ora a nove punti in classifica, al terzultimo posto. La sfida con l'Udinese è molto importante però, perchè l'Empoli, quartultimo, ha battuto il Cagliari nell'anticipo delle 15 di ieri. I toscani così sono saliti a quattordici punti, mettendo cinque punti di distacco dalla zona retrocessione. Una sconfitta creerebbe serie difficoltà a Nicola e i suoi. La squadra è fragilina in difesa, ma segna quasi sempre e proprio su questo punteranno i pitagorici allo Stadio Friuli (Dacia Arena) per ottenere dei punti. In grande spolvero Falcinelli, già a quota cinque nella classifica cannonieri.

Le ultime

L'Udinese deve rinunciare (oltre che ai giocatori fuori dal progetto tecnico) a Penaranda e Danilo. Il venezuelano è alle prese con il solito infortunio, mentre il capitano era diffidato e contro l'Atalanta è stato ammonito, dunque deve scontare un turno di squalifica. Per sostituirlo Delneri punterà su uno tra Molla Wague e Angella (Heurtaux è ormai molto indietro nelle gerarchie). Kums ha risolto gli acciacchi post partita, ma non si è allenato tutti i giorni, quindi la sua presenza è probabile, ma non certissima. Al suo fianco, oltre che all'imprescindibile Fofana, sarà ancora l'ora di Hallfredsson. In avanti tornerà un attaccante vero, dopo l'esperimento fatto con Badu. Matos e De Paul si giocano il posto. Il brasiliano non ha i piedi delicatissimi, ma sa fraseggiare con i compagni ed è pericolosissimo in velocità. L'argentino invece ha una grande tecnica, ma ancora tanti limiti, che gli impediscono di prendersi il posto da titolare fisso. Qualche dubbio così per Delneri, che dovrà prendere una decisione su due ballottaggi.

Pochissimi dubbi per Nicola. In difesa rientra Mesbah, ma Martella sembra essere favorito per quel che riguarda la fascia sinistra, dato che l'algerino non può essere già al 100%. A centrocampo è squalificato Capezzi, con il friulano Crisetig che prenderà il suo posto, per un personalissimo derby. Ci sono infine dei problemi legali che riguardano indirettamente Trotta. La procura FIGC ha infatti fatto ricorso in appello contro il proscioglimento dell'Avellino. Viene contestato il trasferimento del ragazzo dal Fulham al club irpino. La cosa non riguarda nè i pitagorici nè il ragazzo, per ora, ma la situazione potrebbe distrarlo. Per il resto confermata la formazione titolare, con Palladino, Falcinelli e Trotta a comporre un attacco di tutto rispetto.

Probabili formazioni

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Molla Wague, Felipe, Samir; Hallfredsson, Kums, Fofana, Matos, Duvàn Zapata, Thereau.

Crotone (4-3-3): Cordaz; Rosi, Ferrari, Ceccherini, Martella; Rohden, Crisetig, Barberis, Palladino, Falcinelli, Trotta.

Udinese Calcio