Udinese - Crotone, gioia e rammarico: le voci del post

Sorrisi in casa friulana per la terza vittoria consecutiva, mentre Nicola rimpiange il poco cinismo nel primo tempo.

Udinese - Crotone, gioia e rammarico: le voci del post
Fonte immagine: Lapresse

Luigi Delneri ride sotto i baffi, perchè la sua Udinese vince, eccome se vince. Per la terza gara consecutiva i friulani escono dal campo con i tre punti nel sacco, oggi pomeriggio la vittima è stata un Crotone, sconfitto per 2-0 al Friuli. "La squadra rende bene e merita questo. Non dobbiamo farci illusioni, dobbiamo far tesoro dei nostri errori ed andare avanti sulla nostra strada", commenta il tecnico nel post-gara ai microfoni Rai. "Le vittorie sul campo sono meritate. Abbiamo forza caratteriale per ribaltare e vincere con pieno merito", prosegue poi. L'Udinese passa infatti un primo tempo di sofferenza prima di riuscire a ribaltare la storia della gara grazie alla doppietta di Cyril Thereau: "Lui ha qualità importanti, è un ragazzo che si sacrifica e ha qualità tecniche".

Proprio l'attaccante francese, mattatore della gara, ha raccontato la partita dal suo punto di vista a Sky. Due gol, ma anche un terzo sfiorato ripetutamente. Non averlo trovato resta un leggero rimpianto: "Le cosa hanno girato benissimo, sono stato vicinissimo alla tripletta e ci tenevo perchè non ne ho mai realizzata una in Serie A". Poi il numero 77 spiega il suo rapporto col tecnico, che da quando è sulla panchina bianconera ha raccolto 17 punti in 10 partite: "Ci parliamo tantissimo con Delneri, sono il giocatore che gli fa variare il suo aspetto tattico. E' una persona che mi ha dato la sua fiducia e mi piace come allenatore". 

Resta invece la rabbia per Davide Nicola, tecnico del Crotone, soprattutto dopo aver giocato un priom tempo in cui "non è vista alcuna differenza e anzi abbiamo avuto grande occasioni", spiega alla Rai. Poi prosegue, commentando la prestazione: "Siamo stati poco cinici e prendere un gol allo scadere dà fastidio". La prestazione, soprattutto nella frazione d'apertura, lascia però spiragli di fiducia, ma la squadra secondo Nicola non deve perdere la propria identità: "Siamo consapevoli che il Crotone è diventato competitivo, ma dobbiamo giocare in maniera collettiva, evitando di diventare alla portata di tutti. Il vero Crotone è quello del primo tempo di oggi. Non dobbiamo abbatterci nelle sconfitte, ogni gara è una battaglia e un'opportunità per fare punti. Oggi pensavamo di poterci permettere cose che non sono nelle nostre corde".

[fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb]


Share on Facebook