Udinese - Le pagelle, partita anonima

Sul campo bagnato del Bentegodi i friulani giocano una partita assolutamente neutra. Nessun errore in fase difensiva, ma non arrivano spunti in avanti.

Udinese - Le pagelle, partita anonima
Gamberini in un contrasto con Jankto. Fonte: www.facebook.com/UdineseCalcio1896

Si sperava in una partita scoppiettante, dato che sia l'Udinese che il Chievo Verona con una vittoria avrebbero potuto intravedere il treno dell'Europa League, ma così non è stato. Partita anonima da parte di entrambe le compagini. Le zebrette giocano una partita attenta, ma sembrano svogliati in attacco e cercano raramente una giocata per scardinare la difesa scaligera.

Karnezis 6 - Può vedersi la partita comodamente dal fondo campo senza dover pagare un euro. Meglio di così.

Samir 6 - Il Chievo spinge pochissimo, partita tranquilla per lui, che di solito è costretto a fare gli straordinari.

Danilo 6,5 - I gialloblù attaccano solo a inizio secondo tempo. Stoppa bene Pellissier in un  paio di circostanze.

Felipe 6 - Normale amministrazione per lui. Meggiorini non è mai una minaccia.

Widmer 6 - Paradossalmente non poteva rientrare in una partita migliore. Mette minuti nelle gambe senza praticamente mai entrare in affanno. La forma non al top non gli consente di spingere come suo solito.

Fofana 5,5 - Continua ad essere egoista e Delneri continua a sostituirlo. È molto importante per questa squadra ed è un patrimonio, ma deve ricominciare a fare progressi. (Alì Adnan 6 - È stato improvvisamente tolto dal mercato e il fatto che il tecnico lo abbia già buttato due volte nella mischia potrebbe non essere un caso. Più avanzato sembra trovarsi bene. In avanti ha i mezzi per farsi valere. È l'unico giocatore friulano ad impegnare Sorrentino.)

Hallfredsson 6 - Il suo lavoro da filtro davanti alla difesa è fondamentale, ma se la squadra non gira a ritmi altissimi l'islandese può solo limitarsi a difendere.

Jankto 6 - Meno spettacolare di Fofana, ma più concreto e si vede quando i due fraseggiano. Soffre l'apatia di Thereau. (Kums sv - Rivede il campo dopo i problemi al ginocchio.)

De Paul 5,5 - Come sempre, quando la squadra in avanti non c'è, si isola e cerca di fare di testa sua. Deve essere supportato per incidere. (Matos sv - Nullo come fin troppo spesso gli accade. Ha pochi minuti e la squadra non c'è, dunque non può sfruttare la sua velocità.)

Duvàn Zapata 6 - Stavolta non ha occasioni clamorose da sbagliare. Si fa notare per un paio di colpi di testa interessanti e prova a far salire la squadra, ma è tutta l'Udinese ad essere un po' assente in questa partita.

Thereau 5,5 - Il francese è meno propositivo del solito. Sbaglia spesso la giocata e più di qualche volta pare accontentarsi piuttosto che cercare di spronare i suoi compagni all'attacco. Se il leader manca, tutta  la squadra lo segue e si adatta al suo livello.

Delneri 6 - Come tutta la squadra, sembra accontentarsi del pareggio. Anche quando gli avversari restano in dieci, non inserisce Perica, prefendo mantenere l'equilibrio della squadra. Peccato, perchè la squadra di Maran sembrava veramente una preda cacciabile, per come ha giocato. I giocatori ultimamente in trasferta contro le squadre non di prima fascia sembrano essere un po' svogliati (il match con il Chievo si aggiunge a quelli con Empoli e Sampdoria), probabilmente, visto che permangono ancora molte difficoltà, il motto in questi casi è "primo: non prenderle".