Strategy Group, per cambiare la Formula 1 ci vuole un ritorno al passato

Lo Strategy Group ha deciso che nel 2016 i team potranno scegliersi due tipi di mescola da usare in ciascun GP che nel 2017 torneranno i rifornimenti di carburante, ci sarà nuova aerodinamica, gomme più larghe, riduzione del peso vetture e si è discusso la possibile entrata in sccena dell'AUDI

Strategy Group, per cambiare la Formula 1 ci vuole un ritorno al passato
da: autosprint

Ieri in seguito alla riunione dello Strategy Group sono stati deliberati alcuni punti qui sotto riportati, la riunione era molto attesa perché doveva introdurre grandi novità per la F1 del futuro, il punto chiave è sempre lo stesso: Redere i GP più divertenti

Dal 2016 i team potranno scegliere per ciascun GP due tipi di mescola tra i 4 che la Pirelli mette a disposizione e dal 2017 torneranno i rifornimenti. Nessun cambiamento per quanto riguarda le regole sui motori data la bocciatura dell'ipotesi di utilizzo del quinto motore già quest'anno. Oltre a Bernie Ecclestone erano presenti il presidente della Fia Jean Todt e i team principal di Ferrari, Mercedes, McLaren, Red Bull, Williams e Force India.
In seguito alle lamentele dei piloti riguardo alle vetture di oggi che in alcune gare risultano più lente di 10 secondi al giro rispetto al 2004: per venire incontro a questa critica, la Fia ha annunciato che nel 2017 saranno previste nuovi aggiornamenti aerofinamici, gomme più larghe e in fine riduzioni del peso vetture a detta della FIA le vetture avranno anche motori più rumorosi di quelli attuali e un look più aggressivo.                                                                                                                          La Fia ha anche fatto sapere che nel corso della riunione è emersa "una proposta globale per assicurare la sostenibilità della F1". Una frase che indica una soluzione al vaglio dei team che affrontano problemi economici e oltre a ciò si è discusso del possibile ingresso di AUDI nel mondiale di Formula 1 infatti sarebbe stato discusso in durante il meeting di ieri, infatti le voci sull’ingresso del brand tedesco nella categoria regina si sono intensificate nelle ultime settimane.                                   Nelle prossime settimane se ne saprà di più, ricordiamo che tutte le novità dovranno ora essere approvate dalla F1 Commission e dal Consiglio Mondiale della Fia.