F1, GP di Monaco: Hamilton e Vettel soddisfatti dopo le (mezze) libere

Dopo una giornata di prove libere non certo intensa buone sensazioni per Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Kimi Raikkonen resta sul vago...

F1, GP di Monaco: Hamilton e Vettel soddisfatti dopo le (mezze) libere
foto: Sportmediaset

"Ho buone sensazioni", così Sebastian Vettel tranquillizza i tifosi della Ferrari, nonostante la sua SF15-T non sia sembrata all'altezza di una Mercedes letteralmente incollata a terra tra le stradine del Principato di Monaco. Il tedesco della Ferrari ha mostrato un cauto ottimismo, al netto dei pochi giri percorsi e di una seconda sessione di prove passata praticamente in garage, seduto in auto a "studiare" dati e telemetria:

"Nel pomeriggio abbiamo girato poco perché per la gara è previsto bel tempo. La macchina ha dato buone sensazioni, sembra davvero a posto, ma per le debite conclusioni meglio aspettare le qualifiche. Poi domenica capiremo se qui a Monaco siamo più vicini alla Mercedes rispetto a Barcellona, dove il distacco è stato troppo grande. Qui possiamo fare un bel risultato, me lo sento, però va ricordato come questo circuito sia atipico rispetto agli altri". 

Molto più guardingo Kimi Raikkonen che - scottato ancora dalla mancanza di grip accusata a Barcellona - avrebbe desiderato portare a termine un lavoro più sostanzioso: "Il feeling con la monoposto più o meno c'è, però volevamo ottenere più dati relativi alle gomme e all'anteriore della monoposto. In queste condizioni c'era ben poco da fare".

Sebastian Vettel ha chiuso la giornata di libere con il terzo tempo assoluto, in 1.18.295, mentre Kimi ha firmato il quarto tempo in 1.18.543. Molto più veloci le due Mercedes W06, con Hamilton mattatore di giornata (1.17192 di ben otto decimi più veloce di Rosberg). L'anglocaraibico, fresco di rinnovo, è apparso in splendida forma, girando in modo instancabile (quasi 50 giri) nella prima sessione di libere:

"E' stata una giornata positiva, ma sabato sarà tutto diverso. Stiamo portando la monoposto al livello che desidero. Quanto alla pioggia, era inutile provare sul bagnato. Voglio onorare il rinnovo del contratto con una grande gara!". 

Hamilton dovrà però stare attento al compagno Nico Rosberg, vincitore a Monaco nelle due precedenti edizioni, e pronto a mettergli lo sgambetto:"Mi sento uno dei favoriti perché dispongo della migliore monoposto. Avrei voluto lavorare con le gomme più morbide, perché le soft secondo me sono già molto dure per questa pista, Purtroppo non abbiamo potuto provarle. Del rinnovo di Hamilton sono contento, lui va molto forte". Lo sfizio, però, sarebbe batterlo...