Gran Premio di Montecarlo: vince Rosberg, follia Mercedes con Hamilton. Secondo Vettel

Gran Premio di Montecarlo: vince Rosberg, follia Mercedes con Hamilton. Secondo Vettel
Gran Premio di Montecarlo: vince Rosberg, follia Mercedes con Hamilton. Secondo Vettel

16.05 - Terminiamo qui la nostra diretta live di questo sempre emozionante Gran Premio di Montecarlo. Ci saranno strascichi, si tornerà a parlare di quel misterioso pit stop, per adesso però è davvero tutto. Giorgio Dusi e Vavel Italia vi ringraziano per l'attenzione.

16.03 - Le parole di Arrivabene: "Vettel è molto contento, abbiamo avuto un po' di fortuna, ma anche la fortuna si cerca. Le Mercedes son state un po' arroganti, Seb ha guidato da fenomeno e siam arrivati noi. Son contento. Loro sono più forti, noi siam stati più furbi. Peccato per Kimi, quando possiamo, ci siamo".

Si chiude nel mistero e con un enorme punto di domanda su quel pit-stop. Ci sarà tantissimo da parlare, Hamilton se ne va via.

E intanto ecco la premiazione, stretta di mano freddissima di Hamilton nei confronti di Rosberg.

15.58 - La classfica all'arrivo:

1 Rosberg 
2 Vettel
3 Hamilton
4 Kvyat
5 Ricciardo
6 Raikkonen
7 Perez
8 Button
9 Nasr
10 Sainz
11 Hulkenberg
12 Grosjean
13 Eriksson
14 Bottas
15 Massa
16 Merhi
17 Stevens
RITIRATI: Maldonado, Alonso, Verstappen.

Il deluso del giorno resta ovviamente l'inglese, che lentamente sta tornando nella pit-lane. Rabbia enorme per lui, che cerca di sbollire. Incredibile veramente quanto successo, incredibile. Frustrazione massima.

Il team si è scusato con Hamilton per quella FOLLIA di pit-stop con la safety car, incomprensibile davvero la scelta. Rosberg gongola e raggiunge Hill, Prost e Senna: tre vittorie consecutive nel principato. Soddisfatto anche Vettel, che ha ringraziato la scuderia.

Quarto posto per KVYAT, miglior posizione di sempre per lui!!! Ricciardo gli ha dato la posizione non potendo sorpassare Hamilton, gioco di squadra molto onesto in Red Bull!! Quinto posto per l'australiano, sesto Raikkonen e settimo Perez.

78/78 VINCE NICO ROSBERG!!! TERZA VITTORIA DI FILA A MONTECARLO, IN CASA SUA!!! SECONDO VETTEL, TERZO HAMILTON!!!!

78/78 - Rosberg comincia l'ultimo giro!!!

77/78 - Non ci sarà penalità per Ricciardo, che sta attaccando Hamilton!! Vettel in situazione di relativa tranquillità, dietro gli altri due si stanno dando battaglia.

76/78 - Raikkonen resta sesto e deve guardarsi da Perez che lo insegue, poi sarà tutto da vedere a fine gara con le penalità eventuali di Ricciardo.

75/78 - Rosberg quasi 5 secondi di vantaggio su Vettel, ma occhio alla lotta per il secondo posto!! Deve resistere il ferrarista!!

75/78 - RICCIARDO MOSTRUOSO, GIRO RECORD!!! Cosa sta facendo questo ragazzo!!!

74/78 - Team Radio eloquente di Hamilton: "Impossibile passare". Intanto sotto investigazione il contatto di Ricciardo con Raikkonen. Possibili 5 secondi di penalizzazione. Dinamica simile a quella tra Hulkenberg e Alonso a inizio gara.

73/78 - RICCIARDO SUPER SU KVYAT!!! QUARTA POSIZIONE PER LUI, ANIMALE DA GARA!!!! In un minuto due sorpassi!!!

73/78 - Ricciardo ha passato Raikkonen, CON UN CONTATTO TRA LE RUOTE!!! Arrabbiatissimo Kimi!!!

72/78 - Fatica anche Raikkonen dietro a tenere Ricciardo, con Kvyat che ne approfitta!! CHE FINALE!!!

71/78 - QUANTO PREME HAMILTON SU VETTEL!!! Rosberg prova ad andare in fuga...

70/78 - Chiaramente ora non si ferma nessuno di quelli davanti, SI RIPARTE DAL PROSSIMO GIRO!!

69/78 - E intanto Rosberg potrebbe gongolare. Hamilton chiede spiegazioni. Segnaliamo intanto Sainz in zona punti: ha recuperato 10 posizioni, dalle 20esima iniziale alla decima di ora!

68/78 - La macchina di Verstappen è stata già rimossa, si sta procedendo alla rimozione dei detriti. Intanto la gara è pronta a ripartire, uscirà la safety car al termine del giro.

67/78 - Inspiegabile mossa della Mercedes, ora Rosberg e Vettel non vogliono fermarsi, dovrà rincorrere Hamilton!! Mossa assurda...

67/78 - Hamilton esce dietro Rosberg e Vettel, e si trova in terza posizione ora!!! UNA PAZZIA!!!! Lo ha richiamato la squadra ai box. Occhio, OCCHIO....

66/78 - Si fermano ora diversi piloti, i distacchi sono amplificati. Si ferma anche Hamilton!

65/78 - REGIME DI SAFETY CAR ORA!!! Occhio. Nel frattempo per fortuna Verstappen conferma di stare bene.

64/78 - BRUTTO INCIDENTE PER VERSTAPPEN!!!! TROPPO AGGRESSIVO!!! DRITTO SULLE BARRIERE!!! Ha toccato Grosjean in staccata, per fortuna sta bene però il pilota olandese ed esce dalla macchina sulle sue gambe!!

63/78 - Occhi puntati tutti sul 17enne della Toro Rosso, ma Grosjean resiste!! Sicuramente il duello più intrigante, mentre Raikkonen controlla la situazione Kvyat. Perde qualcosa Ricciardo.

61/78 - Verstappen, che gara! Mangia tantissimi secondi a Grosjean, vuole prendersi la decima posizione. Ha il passo di Vettel, che duello tra il francese e l'olandese!!!

60/78 - Raikkonen a meno di due secondi da Kvyat, attenzione! Potrebbe provarci il finlandese...

59/78 - 15 secondi di vantaggio per Hamilton, sta dominando e marcia verso la vittoria.

57/78 - La delusione di Alonso, ritirato: "Problema al cambio, nell'ultimo giro non cambiava e alla curva è rimasta in folle. Manca kilometraggio, scopriamo cose in queste gare, ma la performance comincia a salire, pian piano cominciamo a divertirci. C'è da risolvere l'affidabilità".

56/78 - Vettel cerca di doppiare Bottas, Verstappen gli si accoda e passa il finlandese!! Intelligente mossa dell'olandese. Resta 12esima la Williams, 13esimo Sainz. 

55/78 - Un po' di degrado sulle gomme di Bottas, che però deve provare ad andare fino in fondo per non compromettere del tutto la gara.

53/78 - Piuttosto stabili le posizioni per ora, non ci sono grossi cambiamenti anche nei distacchi. Continuano i doppiaggi, il primo ancora "immacolato" è Nasr, nono.

51/78 - 10.4 secondi il vantaggio di Hamilton su Rosberg, Vettel è a 1,8 secondi sul connazionale. Kvyat ne dista 11 e Raikkonen lo insegue a 3,8. Il Finlandese mantiene circa 5 secondi su Ricciardo.

49/78 - Resiste in ottava posizione Button, alle sua spall Nasr, nono, e decimo Grosjean, che a inizio gara aveva avuto qualche problema. 

47/78 - Rientra ancora Verstappen, che non era riuscito a passare Bottas. Distacco costante intorno a 1,5 secondi tra Vettel e Rosberg. Hamilton marcia.

45/78 - Continua il traffico per i doppiaggi. Alonso è stato costretto al ritiro per un problema tecnico, probabilmente ai freni.

43/78 - Duello tra Verstappen e Bottas per l'11esima posizione, l'olandese era stato sfortunato (problemi al pit stop) ma vuole tornare in zona punti!

42/78 - Bandiera gialla nel primo settore, si è fermato Fernando Alonso!!! DRITTO ALLA SAINTE-DEVOTE!!!! Costretto al ritiro lo Spagnolo che stava facendo un'ottima gara!!!

41/78 - Si ferma anche Massa, che era 17esimo. Gara complicatissima per le Williams, Bottas è 12esimo. 

40/78 - Si sono invertiti i ruoli! Ricciardo è vicinissimo a Raikkonen ora.

39/78 - Rosberg insegue a 8,5 secondi da Hamilton, dietro di lui il connazionale Vettel a 1,4 secondi!

38/78 - Rosberg rientra davanti a Vettel, sono vicini i due!! Raikkonen rientra tra le Red Bull di Kvyat (quarto) e Ricciardo (sesto). Leggermente lenti i pit-stop delle due rosse. Siamo quasi a metà gara, si potrebbe andare fino in fondo con queste gomme!

37/78 - Vettel rientra dietro Raikkonen in quarta posizione, ancora davanti a Kvyat, e Kimi fa il record assoluto nel primo settore! Volano le rosse, mentre fa il pit-stop Rosberg!!

36/78 - SI FERMA AI BOX VETTEL!!! E Ricciardo ha problemi alle gomme intanto, si ferma anche lui per il pit-stop.

35/78 - Si sta un po' allontanando ora Rosberg da Vettel, sfruttando il traffico dei doppiati. Alonso è rientrato in nona posizione nonostante i 5 secondi di penalità in pit-lane.

33/78 - Raikkonen vicinissimo a Ricciardo, si ferma per la seconda volta ai box Hulkenberg, penalizzato all'inizio da un incidente al primo giro. Sta comunque conducendo una gara dignitosa. Si ferma anche Alonso che sconta la penalità!!

32/78 - Hamilton addirittura a 9 secondi di vantaggio da Rosberg, ma ora Stevens ha tardato a dargli strada. Siamo già al secondo doppiaggio...

31/78 - ATTENZIONE! Pit-stop lunghissimo per Verstappen, 50 secondi addirittura!! Problema ai box che compromette la sua gara, anche se rientra comunque in pista.

30/78 - Rientra anche Verstappen, stessa strategia di Kvyat! Raikkonen a meno di un secondo da Ricciardo, lotta per la quarta posizione.

29/78 - Rientra Kvyat!! Era in quarta posizione!! Va con la gomma gialla, potrebbe pensare di andar fino in fondo!!

28/78 - Già traffico in pista a causa dei doppiaggi, ora Vettel è molto vicino a Rosberg, questione di decimi!

27/78 - Rimane molto dietro per ora Bottas, in 13esima posizione e a rischio addirittura doppiaggio. Attenzione a un bloccaggio di Rosberg, potrebbe averlo sfruttato Vettel.

26/78 - Deluso Maldonado ai microfoni di Sky, il suo era stato un buon weekend, ma è stato costretto al ritiro quasi subito.

24/78 - Alonso resta in decima posizione. Buco tra lui e Nasr, undicesimo: ben 25 secondi di gap.

22/78 - Cominciano a muoversi i meccanici della Ferrari, potrebbe essere Vettel il primo dei due a rientrare.

21/78 - Molto traffico in mezzo, i primi tre stanno facendo una gara a parte per ora. Raikkonen non è lontanissimo da Ricciardo. Hamilton sfonda il muro dell'1 e 20.

19/78 - Già cominciati i doppiaggi: le prime vittime sono le Marussia di Merhi e Stevens, oltre che la Williams di Massa.

18/78 - Si ferma Grosjean, era in 12esima posizione. Cambio gomme, va con le medie. E' il primo a provare questa strategia!

17/78 - Poco più di un secondo ora separa Vettel da Rosberg!

16/78 - Se la sta giocando molto bene Sainz, partito dalla pit-lane e attualmente in 15esima posizione.

14/78 - Hamilton chiede ai box di come preservare i freni, vanno più gestiti soprattutto gli anteriori. Tutto abbastanza tranquillo per il momento, posizioni definite.

13/78 - Guadagna ora Vettel! Gara aperta, le temperature elevate dell'asfalto favoriscono le rosse.

12/78 - La Ferrari gira per ora con gli stessi tempi delle Mercedes, non riesce a fare il vuoto Hamilton.

11/78 - Vettel fa registrare il miglior giro personale, per ora tutto abbastanza stabile.

10/78 - Sta accelerando Vettel, che si sta avvicinando a Rosberg: la risposta del vice campione del mondo è immediata, record nel primo settore.

9/78 - Sesto ritiro in 6 gare per il povero Maldonado, non una gran scelta il numero 13 sulla macchina. Intanto Verstappen continua a girare nonostante manchi un mezzo al suo alettone anteriore.

8/78 - Recuperato il detrito, si ricomincia a girare senza problemi! Bene le McLaren, nono Button e decimo Alonso.

7/78 - Torna ai box Maldonado, che non riesce a continuare la gara ed è il primo costretto al ritiro. 2,5 secondi di distanza tra i primi tre: Hamilton, Rosberg e Vettel. Dietro le Red Bull, sesto Raikkonen.

6/78 - Bandiera gialla per recuperare il pezzo che si è staccato dall'auto di Verstappen. Bell'inizio per il 17enne figlio d'arte. Davanti Rosberg guadagna qualcosa su Hamilton.

5/78 - CONTATTO tra Verstappen e Maldonado, quest'ultimo in difficoltà con i freni, nella lotta per l'ottava posizione. Ala danneggiata per l'Olandese che riesce comunque a passare con un gran sorpasso. 5 secondi di penalità per Alonso per il contatto iniziale con Hulkenberg.

4/78 - Attenzione a Hulkenberg, è rientrato in gara con una nuova ala e ha piazzato il giro veloce, anche se è in fondo insieme a Massa.

4/78 - Era partito benissimo Vettel, è stato bravo Rosberg a tener la posizione.Hamilton sta già facendo il vuoto però.

3/78 - Massa passa dai box, ala cambiata e ripartenza! Anche l'anteriore destra era forata. Hamilton va col giro veloce intanto.

2/78 - Kvyat ha guadagnato la posizione su Ricciardo, ora il russo è quarto. Alonso sta avanzando nonostante il contatto precedente.

1/78 - Sono rimaste le posizioni di testa, ma Hulkenberg finisce contro le barriere e ha un'ala danneggiata. Sportellata con Alonso, problemi per Massa.

14.03 - SI PARTE!!!!!! TIENE LA PRIMA POSIZIONE HAMILTON!!!

14.02 - Si scaldano le gomme, tantissima gente sui balconi delle case o alle transenne. si riposizionano ora i piloti. TRA POCO IL SEMAFORO SI SPEGNERA'...

14.01 - Attimi di panico per Hamilton, scattato leggermente tardi, ma non è comunque nulla.

14.00 - Ora è tutto DAVVERO PRONTO! Restano solo le auto sulla griglia di partenza. Si parte con il giro di ricognizione!

13.57 - Tutti i meccanici ritornano nella pit-lane, mentre continua a splendere il sole. Si dice però che potrebbe piovere durante la gara, aspetto che la renderebbe ulteriormente imprevedibile.

13.54 - Pochissimi minuti alla partenza!! Comincia a liberarsi la pista...

13.50 - Penalità pesantissima per Sainz: dopo delle ottime qualifiche non si è presentato al peso, quindi è stato retrocesso in ultima posizione.

13.47 - Ed ora i piloti schierati per la foto di rito con il principe, mentre risuona l'inno!

13.43 - Arrivano anche le parole nel pre-gara di Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari: "Faremo tutto il possibile per fare bene e dar filo da torcere alle mercedes, col sole o con la pioggia, non cerco scuse. Faremo del nostro meglio. La mia partenza perfetta? Che quei due la davanti si tocchino, che Kimi faccia un partenzone e vada dietro a Vettel in trenino... Ci sono tante persone a Maranello e qua che fan sognare i tifosi, io sono solo quello che da la voce".

13.38 - Tutti in pista ora, si curano ancora le auto mentre ci sono ancora tantissimi flash. C'è anche Thiago Silva, che ha detto la sua a Sky: "E' la seconda volta che vengo qua, sono contento di incontrare tutti i piloti, è un'adrenalina incredibile. Sono tifoso dei due Felipe brasiliani (Massa e Nasr, ndr). Pista difficile, Hamilton ha un grande vantaggio a partire davanti. Calcio italiano? Quando posso guardo il Milan, mi piace tantissimo. Sono stato felice di tornare a San Siro per Milan-Roma".

13.34 - Un'altra splendida panoramica dello spettacolo che offre oggi il principato di Monaco.

13.30 - Manca mezz'ora all'inizio della gara: diamo un'occhiata alla griglia di partenza, mentre le auto vanno a posizionarsi e hanno appena lasciato il box.

13.24 - Pensare a Montecarlo riporta anche alla mente Jules Bianchi, che qui l'anno scorso ha chiuso con uno storico nono posto, portando alla Marussia i primi storici punti in Formula 1.

13.20 - Continua a splendere il sole a Montecarlo, ora in pista sta sfilando a bordo di una BMW blu e nera il principe Ranieri con la consorte.

13.13 - Le impressioni di Niki Lauda a Sky Sport: "Sarà una gara aperta, fondamentale sarà la concentrazione dei piloti. Anche Vettel è in competizione"

13.11 - Una gara sentitissima per Rosberg e Massa tra gli altri, che giocano di fatto in casa, visto che abitano e vivono proprio nel principato.

13.08 - Entriamo anche nel box della Ferrari: ecco il casco che indosserà Kimi Raikkonen.

13.04 - Qualche informazione in più sulla pista:

12.59 - Cristiano Ronaldo è passato nel box della McLaren in precedenza, in compagnia di Cara Delevingne.

12.57 - Ed ecco Lewis Hamilton che cerca la concentrazione...

12.55 - Il camion con rimorchio sul quale i piloti hanno sfilato:

12.52 - Ecco la situazione...

12.50 - Ovviamente la location è sempre incredibile: uno spettacolo che solo Montecarlo sa offrire, tra barche e yacht. Ci sono anche Cristiano Ronaldo e Leonardo di Caprio nel principato. Scenario davvero raro.

12.45 - I piloti stanno sfilando sul pullman scoperto sotto il cielo soleggiato di Montecarlo. Stanno percorrendo il circuito ricevendo gli applausi del numerosissimo pubblico presente. Tutti concordi sul meteo: si auspica bel tempo, come è per il momento. C'è fiducia sul fronte Ricciardo, senzazioni positive anche per Massa ovviamente anche con il piccolo Felipinho per mano nel paddock.

Buon pomeriggio a tutti da Giorgio Dusi e da Vavel Italia, e benvenuti a questa diretta live di Formula 1. Siamo giunti alla sesta tappa del Mondiale, e siamo arrivati ad una pista difficile ed enigmatica, e anche per questo decisamente affascinante: siamo a Montecarlo, nel principato di Monaco.

Arriviamo a questo weekend con le frecce d'argento ancora al comando: le Mercedes stanno dominando le classifiche, sia quella dei costruttori che quella dei piloti, mettendosi alle spalle le Ferrari, apparse per ora le più competitive e le più vicine allo strapotere della scuderia di Toto Wolff. Quattro vittorie su cinque sono state tinte d'argento, e tre di queste portano la firma di Lewis Hamilton, ancora l'uomo da battere in quest'inizio. Queste le situazioni di classifica, con le Williams a inseguire il duo di testa:

Montecarlo è uno dei circuiti storici della Formula 1: tracciato cittadino, è presente dal 1950 nei calendari del mondiale. La prima edizione fu vinta da Juan Manuel Fangio, che si è ripetuto anche nel 1957. Il primato di vittorie lo detiene Ayrton Senna, che per ben 6 volte ha trionfato sulla pista del principato, seguito a ruota dalle 5 vittorie di Michael Schumacher e Graham Hill, mentre si è fermato a 4 Alain Prost. In generale è un dominio della McLaren, che ha vinto per ben 15 volte su questa pista.

L'ultima volta che la macchina inglese vinse a Montecarlo risale al mondiale del 2008, e fu Lewis Hamilton a trionfare, proprio il pole-man di questa edizione. Quella rimane l'unica volta in cui l'attuale campione del mondo in carica ha trionfato nel principato. Tra gli altri piloti in attività, i più vincenti sono Fernando Alonso e Nico Rosberg: quest'ultimo si è aggiudicato le ultime due edizioni (e non è escluso possa fare il tris), mentre l'Asturiano ha vinto nel 2007. Anche i due attuali Ferraristi hanno vinto qui (Vettel nel 2011 e Raikkonen nel 2005), ma non sul sedile della rossa di Maranello. L'ultimo trionfo è infatti risalente al 2001, e porta la firma di Michael Schumacher.

Un circuito storico per la Ferrari, visto che nel 1950 fece proprio a Montecarlo il suo esordio nella storia della Formula 1. Come detto, il circuito è cittadino, e le strade tra una sessione e l'altra vengono riaperte al traffico. Insomma, fascino e storia, in una location veramente unica al mondo.

Montecarlo divide da sempre gli appassionati di Formula 1. Chi lo ama celebra il fascino del mix tra paesaggio da cartolina e adrenalina da gran premio. Il paradosso del riccone che assiste alla corsa nel comfort del ponte del proprio yatch mente i piloti sono impegnati nella prova fisicamente più massacrante del mondiale. Chi lo odia invece contesta la monotonia di una gara totalmente avara di duelli e di sorpassi. Qualcosa che somiglia più ad una parata che ad una gara di Formula 1. La verità è solo una: a Montecarlo si corre sin dall'alba dei tempi del campionato mondiale.

Quì ci sono punti in palio veri, competizione autentica. Servono gli attributi per trovare il limite di una Formula 1 ad un millimetro dal guard-rail con la piena consapevolezza che il minimo errore conduce al ritiro con botto. Sarà per questo che, dato di fatto, il circuito di Montecarlo restituisce forse la risposta più genuina sul reale valore di un pilota. Guidare dove è impossibile guidare è qualcosa che riesce solo ai grandissimi. L'albo d'oro di questa gara non mente.

Analizziamo la pista nello specifico: Il breve rettilineo di partenza conduce alla staccata critica della Sainte Devote, una curva a sinistra con angolo di quasi 90° da affrontare in seconda marcia, spesso teatro di incidenti alla partenza. I piloti affrontano quindi il caratteristico tratto in salita chiamato Beau Rivage che conduce alla parte alta del tracciato, che inizia con la curva a sinistra Massenet dove il riferimento per la frenata è rappresentato da un punto cieco dovuto al cambio di pendenza dell'asfalto. Subito dopo la Massenet c'è il cambio di direzione con la curva a destra del Casinò dove l'uscita è importante per lanciarsi sul piccolo rettilineo in discesa che conduce al tratto più lento della pista (e del mondiale..).

Staccata violenta con alto rischio di bloccaggio e scalata in seconda marcia per la curva Mirabeau Haute, piccolo colpo di acceleratore e nuova frenata per affrontare la curva più lenta del campionato: il tornantino del Grand Hotel (conosciuto anche col nome di Loews o Vecchia Stazione). Seguono due insidiose curve a destra, la Mirabeau Bas e la celebre curva Portier, dove è fondamentale l'uscita per accelerare verso il caratteristico Tunnel. Tecnicamente un lungo curvone a destra, il Tunnel rappresenta il punto più veloce del circuito con picchi di oltre 290 Km/h, al termine del quale c'è lo staccatone della chicane del porto (Nouvelle Chicane) da affrontare in seconda marcia.

Poi un breve rettilineo in accelerazione verso la veloce curva a sinistra del Tabaccaio (Tabac) che conduce all'adrenalinico tratto della doppia chicane Louis Chiron - Piscine. Si entra quindi nell'ultima porzione della pista, con il lento tornantino a destra denominato La Rascasse, il quale come richiede un angolo di sterzata di circa 135°. Subito dopo si procede verso l'ultima curva a sinistra (Virage Antony Noghes) e si è di nuovo sul rettilineo di partenza.

 

Il weekend ci ha dato diversi responsi nelle varie sessioni di prove, macchiate anche dalla pioggia, che ha anche portato a una sospensione molto criticata delle libere, poi riprese più per onorare gli spettatori e lo spettacolo per altro. Hamilton ha fatto registrare il miglior tempo nelle libere del giovedì (come da tradizione, a Montecarlo si comincia in anticipo), davanti a Verstappen e a Ricciardo. L'inglese è sicuramente arrivato di buon umore nel principato di Monaco, visto che pochi giorni fa ha firmato un rinnovo con la Mercedes per una cifra che sfiora i 100 milioni.

A togliergli un po' di spensieratezza ci hanno pensato Vettel e Rosberg, che hanno concluso la terza sessione davanti a lui, che era stato in grado di far registrare il tempo più veloce anche nella seconda sessione. Ieri però, nelle qualifiche, l'inglese si è ripreso il primo posto che gli spetta, mettendo dietro i due avversari più credibili, anche se Rosberg è andato molto vicino alla pole position, persa probabilmente solo per un errore all'ultimo tentativo, mentre il tedesco della Ferrari ha concluso sesto. Weekend un po' più storto per Kimi Raikkonen, in sesta posizione, alle spalle di Ricciardo e Kvyat.

Due sono le delusioni da registrare: la prima è quella di Fernando Alonso, che ancora non è arrivato al tanto auspicato miglioramento di cui parla già da diverse settimane. Domani scatterà dalla 15esima posizione. L'altro è invece, un po' a sorpresa, Valtteri Bottas: il finlandese non è stato in grado di superare nemmeno lo scoglio più facile, quello del Q1, e partirà dalla 17esima posizione sulla griglia. Difficile pensare che possa arrivare molto davanti su una pista come quella monegasca, ma proprio perchè parliamo di Montecarlo, mai dire mai.

Al termine delle qualifiche, Maurizio Arrivabene non ha la faccia troppo soddisfatta: "Sebastian ha fatto un buon lavoro, mentre Raikkonen si è trovato nel traffico e non ha tenuto la distanza corretta - ha dichiarato il team principal della Ferrari - Kimi poteva fare molto di più, vediamo domani in gara, anche se qui passare è un'impresa...". Carota per Seb, bastone per Kimi, punzecchiato dal capo della Scuderia per non aver trovato l'attimo giusto durante il Q3.

Lo stesso Kimi cerca ben poche scuse per il deludente sesto posto: "Ho avuto problemi di traffico, non c'è molto da dire: è un risultato schifoso, vedremo domani se possiamo migliorare un po' le cose. La monoposto andava bene, l'incidente nelle terze prove libere non mi ha condizionato più di tanto. Forse la temperatura del tracciato era più bassa del previsto, ma il maggior problema è stato il traffico. Sono davvero deluso". 

Sul discorso delle temperature un po' basse gli fa eco Sebastian Vettel che ammette: "Credo che il fresco e quel sole nascosto che non voleva uscire ci abbia un po' limitati oggi. La monoposto forse poteva dare qualcosa in più, non sono totalmente soddisfatto del terzo posto. C'è un po' di rammarico, avremmo voluto mandare meglio in temperatura la mescola supersoft a fine qualifica. Per fortuna la gara è domani, il potenziale per fare bene c'è tutto, sono fiducioso. Oggi abbiamo rischiato in Q1 per giocarci tutto nel finale delle qualifiche. Ci abbiamo provato, è andata così"

La soddisfazione è tutta dalla parte di Lewis Hamilton"Questa pole-position per me ha un sapore particolare, la sognavo da tempo e ci ho messo tempo a raggiungerla. Non è stata una qualifica facile, per questo ho parlato tanto con i box, Monaco è una cima da scalare dove ti migliori un po' alla volta, e per fortuna ho trovato il ritmo nelle ultime due tornate. E' stata una giornata incredibile, per me e per la squadra. Qui bisogna correre con la testa, ci vuole precisione e un lavoro di miglioramento costante".

Hamilton parla da leader conclamato, ispirato, in modo quasi mistico. Respinge così gli attacchi di un Nico Rosberg relegato a quasi mezzo secondo. Il tedesco della Mercedes non può far altro che accettare il duro verdetto della pista: "Ho avuto un buon ritmo all’inizio delle qualifiche, ma ho perso qualcosa verso la fine. Ci ho provato, non è andata. Speravo nella pole, purtroppo non ce l’ho fatta”.

La griglia di partenza:

Formula 1